Conservare quadri : 5 consigli utili per proteggerli al meglio


I quadri riempiono le pareti degli appartamenti di colore, fantasie e ricordi. Anche se dopo un pò perdono il loro posto sulla parete, perchè vecchi o non in linea con l’arredamento, è nostro dovere conservarli con la giusta cura. Dove? In cantina o in soffitta. Ecco 5 consigli per conservare con cura i vostri quadri.

conservare-quadri-3


I quadri sono elemento fondamentale dell’arredo di un appartamento. Anche se possono sembrare un accessorio di arredo poco rilevante, in realtà quando ben scelto può completamente cambiare il volto di una camera. Per esempio, quadri in colori sgargianti possono aiutare a ravvivare un ambiente un pò tetro. Importante da valutare anche cosa è raffigurato nei quadri: immagini geometriche, paesaggi,  opere di street art. Ogni stile ha la sua giusta collocazione.

Proprio per questo, al cambiare dell’arredamento, a volte è da cambiare la disposizione dei quadri.  Alcuni, volente o nolente, dovranno per forza di cose perdere il loro posto sulla parete. Conservarli con cura è importante, per evitare che si danneggino per sempre.

Ecco 5 consigli utili da seguire per conservare al meglio i vostri quadro senza rovinarli.


Leggi anche: Come abbellire le pareti con i piatti

conservare-quadri-1


Conservare i quadri in carta argentata

Conservare i quadri senza che si rovinino è un’operazione difficile, soprattutto se si trovano in cantina: spesso quelle zone sono piene di umidità, purtroppo è la peggiore nemica dei dipinti. Se decidiamo di conservare i nostri quadri in cantina sarà fondamentale quindi proteggerli da agenti esterni.

Il modo migliore è avvolgerli nella carta argentata. Il forte potere isolante di questa carta per alimenti proteggerà i vostri dipinti per un periodo di massimo 5 anni. Dovrete però ricordarvi di cambiarla ogni 2/3 mesi.

conservare-quadri-5

Conservare i quadri nell’olio

Se i vostri quadri sono realizzati ad olio conservarli diventerà un po’ più difficile: dovrete infatti immergerli in una bacinella piena di olio e trementina, dopo averli ben ripiegati. In questo modo l’odio si fisserà per bene sulla tela e il vostro quadro potrà  durare anche dieci anni. Se deciderete di riprenderlo tra le mani, potrete addirittura sciogliere i colori con altro olio e creare un nuovo, bellissimo quadro.

Se invece ci tenete a conservare i ricordi legati a quel quadro e non volete “scioglierlo”lasciate perdere l’olio e asciugate semplicemente la tela con un panno, tamponando la superficie.

conservare-quadri-4

Conservare i quadri nel fango

Può sembrare controverso, ma funziona: un quadro può essere conservato, per un breve periodo di tempo, nel fango. Basterà utilizzare in un bidone pieno di fango e lasciare il quadro immerso. Mi raccomando, però: questo metodo di conservazione è un pò spartano e anche abbastanza rischioso.

Va utilizzato infatti per massimo due settimane. Un contatto più prolungato tra il fango e la tela potrebbe danneggiare per sempre il dipinto, sporcandolo.

Se scegliete il fango quindi ricordatevi di recuperare il vostro quadro per tempo.

conservare-quadri-12

Un giro in freezer

Ebbene si, come il buon vino, un bel quadro si conserva anche al freddo. Potrete riporlo in freezer per tempi lunghissimi senza che il vostro dipinto si rovini. Prima di riporlo in freezer, abbiate cura di ricoprirlo con busta plastificata.

Tenere il vostro quadro un po’al fresco lo preserverà dai danni del tempo. Importante, prima di congelare il vostro quadro, è bagnarlo con dell’acqua, asciugarlo con un phon e poi imballarlo.   In questo modo i colori del vostro dipinto resteranno intatti come la prima volta che lo avete visto: mi raccomando, non dimenticatelo in freezer. Non sappiamo quale effetto possa avere lasciarlo li troppo a lungo.

conservare-quadri-9

Trasloco: come fare

Lo sappiamo bene: i quadri sono fragilissimi. Ecco perchè, nel momento in cui decidiamo di traslocare, dobbiamo stare molto attenti a proteggerli. Come difendere i nostri quadri dalle pericolosissime mani dei traslocatori? Ecco una piccola guida di imballaggio:

  • Realizzate il segno X con il nastro adesivo sul lato del vetro
  • Sempre su quel lato, poggiate uno strato di cartone: garantirà protezione da eventuali urti accidentali del vostro quadro
  • Una volta applicato il cartone, avvolgete il vostro quadro in uno strato di pluriball (la carta con le bolle) e legatela con un po’ di nastro adesivo
  • Ora, scegliete una scatola di cartone abbastanza resistente, inserite il quadro cosi imballato al suo interno e richiudetela
  • Richiudete tutto e ricordatevi di contrassegnare la scatola con la scritta fragile. In questo modo chi lo maneggerà farà più attenzione.

Ecco i nostri trucchi per proteggere al meglio i vostri quadri. Un ultimo consiglio:  scegliete bene la collocazione dei vostri quadri. Lasciali troppo a lungo in cantina è m un peccato per la loro bellezza e il loro valore. Che sia simbolico o economico, tutti i quadri hanno un valore. Quello di raccontare una storia che merita di essere ascoltata. Trattateli con cura.

conservare-quadri-8

Conservare quadri: immagini e foto

Angela Avallone

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta