Come pulire i mobili laccati: i 9 consigli da seguire


Come avere sempre i mobili laccati puliti e splendenti. I consigli fondamentali per trattare bene l’arredo di casa, per conservarlo più a lungo e con metodi naturali e semplici da seguire.

camera-letto-laccata


I mobili laccati sono una forma moderna per arredare casa con una superficie che conserva il calore del legno ed al tempo stesso, consente di allestire un appartamento in base al proprio stile di design preferito.

Con il tempo però, sia se si tratti di mobili laccati lucidi od opachi, il rischio di vederli ingiallire e sfiorire, è il caso di dire, è molto elevato.

mobile-legno-laccato

Per conservare per il maggior tempo possibile nella forma e colore migliore, è richiesta il rispetto di una procedura corretta e che non danneggi la superficie.

Ecco un decalogo semplice e facile da seguire, per mantenere e conservare più a lungo i mobili laccati di casa.


Pulire subito

angolo-studio-laccato

Nel caso dobbiate attuare un intervento immediato, dovuto al versamento di un bicchiere di vino, una fetta di carne che stavate tagliando in cucina piuttosto che ad uno schizzo d’olio, il consiglio è di pulire con la massima rapidità.

Lasciare che la macchia possa agire sulla superficie anche solo per qualche minuto rischierebbe di rovinare il piano del mobile.

Usare un panno morbido

panno-microfibra

Rimuovere la polvere in eccesso o le piccole macchie di sporco richiede l’uso di un panno elettrostatico morbido e che non rilasci pelucchi di pelo, ulteriore avversario per le superfici laccate.

Mai usare spugne abrasive che potrebbero danneggiare in maniera seria la grana della laccatura.

Un panno in pelle di daino, purchè originale, od in microfibra saranno perfetti per le vostre operazioni di pulizia.

Usare alcol con parsimonia

camera-letto-matrimoniale-laccata

Correntemente si ritiene che la forza sgrassante dei detergenti a base di alcol o con il prodotto naturale consenta di ripulire in maniera rapida. Attenzione però, nel caso di superfici laccate che non gradiscono un uso intenso dell’alcol. 

Meglio provvedere a diluirlo in acqua tiepida, solo qualora dobbiate pulire e rimettere a nuovo superfici laccate lucide. Per i mobili opachi, invece l’alcol è assolutamente bandito poichè potrebbe lasciare aloni.

Sapone di Marsiglia

sapone-marsiglia

Prodotto naturale al 100% e rispettoso della Natura, il sapone di Marsiglia si conferma fra i detergenti più adatti anche per la pulizia dei mobili laccati.

Sarà sufficiente diluire alcune scaglie in una bacinella di acqua tiepida e poi, dopo averlo imbevuto, passare il panno sulle superfici per farle tornare lucide.

Macchie persistenti: no problem

cucina-laccata

Potrebbe capitare che, anche dopo aver effettuato una prima pulizia, macchie e sporco abbiano resistito al trattamento. Ciò significa che lo sporco non era stato eliminato del tutto oppure che l’acqua è molto calcarea.

Verificando che il panno non contenga tracce di detergente, in tal caso meglio usarne un altro, ripassare con il detergente sulla superficie, senza però sfregare pensando di risolvere la situazione in maniera aggressiva.

Non strofinare

pulire-tappeto-smacchiare

Ricordarsi che, come la pelle, passare anche un panno leggero sul laccato richiede pazienza e non attività di sfregamento: finireste per lasciare le impronte del vostro passaggio.

Eseguire la pulizia sempre in maniera delicata.

Asciugare subito

parete-attrezzata-laccata

Dopo aver passato il panno imbevuto del prodotto più adatto, è bene procedere con le operazioni di risciacquo ed asciugatura in maniera rapida, avendo cura di usare un panno asciutto e non dunque lo stesso appena utilizzato.

Evitare dunque l’asciugatura all’aria che sarebbe soltanto una maniera da parte vostra di risparmiare fatica.

Lucentezza con prodotti naturali

parete-attrezzata-laccata-soggiorno

La bellezza di vedere un mobile risplendere al termine delle operazioni di pulizia da sempre una grande soddisfazione. Per regalare un tocco di lucentezza in più, la strada da seguire è quella di creare un composto con prodotti naturali.

Bagnare la spugna, pulita, in un pò d’olio e poi subito nella farina. Passare poi il panno sull’intera superficie ed eliminare il composto ed i suoi residui con un panno asciutto.

Se poi desiderate anche un profumo gradevole, invece dell’olio di oliva potrete usare qualche goccia di olio profumato.

Non appoggiare oggetti pesanti ed appuntiti

cucina-laccata-rosso

Un consiglio finale e che, all’apparenza, non riguarda le operazioni di pulizia degli arredi laccati, è quello di evitare di posare sulle superfici oggetti caldi, pesanti e dalle linee appuntite.

In questa maniera si eviteranno aloni, graffi ed eventuali bruciature sul delicato rivestimento.

Davide Bernasconi
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger
  • Esperto di Arredo e design

Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta