Divano pulito ed igienizzato? Ecco come fare


Come pulire il divano di casa e rimuovere ogni tipo di macchia. La guida specifica per i diversi modelli: pelle, alcantara, nabuk, stoffa, microfibra, velluto.

soggiorno-verde-divano


Sistemare il soggiorno di casa può rivelarsi un’impresa, in particolare quando la presenza di mobili ed arredi ingombranti e pesanti richiede l’aiuto di qualcuno per spostare, senza trascinare, determinati elementi che compongono la sala.

Pulire il divano richiede però un’attenzione diversa, poichè la bellezza della seduta è determinata in primis dal rivestimento che si è scelto, la cui cura potrebbe essere addirittura maniacale.

Invitare gli amici e presentarsi con un divano ingiallito, con striature e scolorato, non è certo un bel biglietto da visita, nemmeno se si è bohemien nell’animo.

Andiamo allora ad osservare ed imparare le strategie per mantenere in ordine il nostro caro divano, a seconda della tipologia di rivestimento.


Come pulire il divano in stoffa

color-aragosta-divano

Recuperiamo i seguenti prodotti che ci serviranno per creare la miscela adatta:


Leggi anche: Come eliminare peli di cane e gatto dal divano e vivere felici

  • 1 litro d’acqua
  • 1 bicchiere di aceto bianco
  • 5 gocce di olio essenziale di eucalipto.

Quindi seguire il procedimento indicato:

  1. Creare il composto con i 3 elementi indicati
  2. Inserirlo in uno spruzzatore
  3. Spruzzare il mix sulla superficie
  4. Strofinare con un panno morbido in microfibra, avendo cura di braccioli e alla spalliera.

In caso di aloni e macchie, da evitare assolutamente i prodotti aggressivi, mentre rimane consigliato il sapone di Marsiglia, un vero toccasana per le pulizie domestiche.

Strofinare la superficie interessata con un pezzetto appena inumidito e lasciare agire per circa mezz’ora. Poi, sciacquare con un panno umido e la macchia sarà sparita.

Come pulire il divano in velluto

divano-maculato-moderno

Recuperiamo innanzitutto materiali ed oggetti per la pulizia:

  • 1 spazzola con setole morbide
  • aceto bianco
  • detersivo liquido per i piatti
  • 1 panno

Procedimento

  1. Spazzolare il divano per rimuovere dapprima briciole e residui di polvere.
  2. Prendete un contenitore e, in parti uguali, mescolate aceto bianco e acqua tiepida.
  3. Bagnare la spazzola nel mix.
  4. Strofinare il divano seguendo il verso del pelo.
  5. Attendere per qualche ora
  6. Tamponare in maniera delicata il tessuto
  7. In una bacinella versare qualche goccia di detersivo per i piatti, agitando fino ad ottenere della schiuma.
  8. Immergere un un panno morbido e passarlo su eventuali macchie ed aloni.
  9. Asciugate con un phon, tenendolo a circa 15 cm di distanza.
  10. Aggiungere del talco alla lavanda per regalargli un delicato profumo di fresco.

Come pulire divano in microfibra

divano-frigento

Più semplice intervenire sui divani in microfibra, ecco come fare.

  1. Rimuovere la polvere e residui di sporco con l’aspirapolvere usando una setola morbida.
  2. Creare una miscela con 1 litro di acqua calda e 1 bicchiere e mezzo di aceto di vino.
  3. Passare sulla superficie un panno inumidito nella mix creato.
  4. Per lasciare anche un buon sapore, aggiungere un goccio di sapone di Marsiglia naturale.

Come pulire divano in pelle

divano-Graal

Il primo consiglio è quello di effettuare una pulizia accurata almeno 2/3 volte l’anno, affinchè la pelle possa essere mantenuta sempre in perfetta forma.

Nel caso ci si affidi a prodotti che si trovano in commercio, meglio testarli prima su una piccola parte del divano, per verificare l’effetto finale.

Concetti base

  • utilizzare solo un panno soffice
  • per eliminare polvere o residui usare l’aspirapolvere, in maniera delicata, meglio se fare l’operazione con la spazzola apposita in dotazione
  • mai strofinare per evitare di creare graffi
  • per rimuovere la muffa, usare una soluzione con acqua calda e poco alcool, e provvedere ad asciugare con cura
  • gran parte delle macchie possono essere rimosse con acqua tiepida e sapone di Marsiglia liquido
  • evitare gli sgrassatori più comuni in commercio
  • spargere del bicarbonato, lasciandolo agire per 20 minuti e poi rimuoverlo con l’aspirapolvere è una delle cose più semplici da fare
  • per lucidare la pelle, si può usare cera d’api in piccole quantità

Come pulire divano in pelle rosso, marrone, nero

maisons-du-monde-divano-pelle

La formazione di polvere è il primo grosso problema da affrontare, dato che forma fastidiosi residui negli angoli e fessure.

Dotati di aspirapolvere con bocchetta, potete passare l’intera superficie, per poi rimuovere gli ulteriori residui con un panno umido e detergente apposito per la pelle.

Per restituire la morbidezza e lucidità alla pelle, un trucco è quello di passare sulla superficie una minima quantità di burro di karitè o crema idratante delicata. Dopo aver lasciato agire, rimuovere l’eccesso con un panno asciutto.

Come pulire divano in pelle bianco, beige

decorazioni-natalizie-divano-abbellire

  1. Passare l’aspirapolvere con cura.
  2. Detergere il rivestimento con un panno inumidito in acqua e pochissimo sapone liquido delicato o sapone di Marsiglia.
  3. Rimuovere le tracce di sapone con una spugna morbida appena inumidita in acqua.
  4. Se la pelle è ingiallita, provare a sbiancarla spruzzando uno smacchiatore spray per poi passare un panno bagnato in acqua calda e ben strizzato, prima per detergere e poi per risciacquare.

Come togliere le macchie di penna, pennarello, inchiostro

Si tratta dei nemici più ostili e che vanno affrontati immediatamente una volta verificatosi il danno.

  1. Tamponare la macchia con una spugna asciutta
  2. Rimuovere la macchia con un apposito smacchiatore per inchiostro
  3. Eliminata la traccia, passare un dischetto di cotone imbevuto in latte detergente per far tornare la pelle morbida.

Come togliere le macchie di vino, caffè, coca cola

  1. Occorre agire immediatamente, prima che la macchia asciughi, tamponando con una spugna od un foglio di carta da cucina.
  2. Detergere l’alone rimasto con acqua calda e sapone liquido di Marsiglia
  3. Lasciare asciugare

Come pulire il divano in nabuk

divano-nabuk

Il nabuk è un tipo di tipo di pellame bovino molto pregiato; come per ottenere gli oggetti in pelle di camoscio, il materiale viene prima sabbiato in maniera da ottenere quel piacevole effetto vellutato.

Data la pregevolezza, è anche più facile fare danni se si effettuano operazioni di pulizia avendo poca dimestichezza. Ecco le semplici precauzioni da mantenere:

  • Per rimuovere la polvere usare solo un panno morbido o le apposite spazzole
  • Mai tamponare schiacciando la macchia, che finirà per penetrare maggiormente nel tessuto
  • Usare i prodotti per la pulizia della pelle scamosciata

Come pulire il divano in alcantara

divano-alcantara

Rivestimento molto delicato, sopratutto quando in casa la presenza di bambini ed animali domestici potrebbe metterlo a repentaglio, il divano in alcantara è una scelta di gran classe, la cui superficie richiede un trattamento speciale. Vediamo quale.

In lavatrice

Cuscini e divani sfoderabili possono essere messi in lavatrice senza farsi troppo problemi, avendo accortezza di scegliere una temperatura di 30 gradi associata ad un detersivo molto delicato.

Dopo aver terminato il lavaggio, passare leggermente una spazzola di setola sulla superficie e lasciare asciugare, senza però esporre direttamente alla luce del sole.

Lavaggio a secco

Passare un panno di cotone bagnato e strizzato sulla superficie. Non utilizzare panni stampati che potrebbero lasciare macchie di colore sulla superficie, facendo un danno eterno.

Per rimuovere la polvere in superficie, usare un tradizionale aspirapolvere da passare sulla superficie.

Rimuovere macchie particolari

In caso di presenza di macchie particolari, occorre prestare attenzione a come viene effettuata la pulizia.

  1. Sciogliere in acqua del sapone delicato che si usa per i panni.
  2. Intingere una spazzola con setole morbide, tipo quelle adatte per la pulizia delle scarpe, ed intingerla nella soluzione creata.
  3. Passare su tutta la superficie per evitare la formazione di aloni.
  4. Lasciar asciugare.
Davide Bernasconi
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger
  • Esperto di Arredo e design
  • Fonte Google News

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta