Cappotto sismico: cos’è, vantaggi, agevolazioni fiscali

Il cappotto sismico è un innovativo sistema di rivestimento delle facciate degli edifici che consente di coniugare sicurezza sismica e risparmio energetico. Cos’è, quali benefici apporta e quali vantaggi ha? E gli svantaggi? Quali sono le agevolazioni fiscali di cui è possibile usufruire? 

cappotto-anti-sisimico-copertina-2

Quando si ha a che fare con ristrutturazioni o nuove costruzioni non si può non parlare del cappotto.

Con il termine cappotto si intende il sistema di isolamento termico che permette, tramite la posa di un rivestimento sulle superfici dell’edificio, di migliorarne le prestazioni termiche e di fatto energetiche.

Il cappotto è realizzato solitamente con materiali diversi a seconda delle esigenze e dello scopo che ha causato l’intervento. Con il passare degli anni e con l’avvento di tecnologie sempre più avanzate, si è fatto in modo di costruire un cappotto che favorisse sì il risparmio energetico e isolasse termicamente l’immobile ma che fosse anche sicuro in termini di anti sismicità.

Per questo motivo, oggigiorno, la scelta di intervenire sul cappotto non è solo dettata solo dalla volontà di isolare termicamente l’edificio. Infatti, grazie all’impiego di specifici materiali si può adeguare l’immobile coniugando efficienza energetica e sicurezza sismica.

In questo caso, dunque, si parla di cappotto sismico.

Ecco tutto quello che devi sapere in merito al cappotto sismico: che cos’è, benefici e di quali agevolazioni fiscali puoi beneficiare.

cappotto-anti-sisimico-2

Cappotto sismico: che cos’è?

cappotto-anti-sisimico-2Il cappotto sismico è una tecnologia moderna progettata e realizzata per aumentare la sicurezza degli edifici esistenti, in maniera di resistere agli eventi sismici e allo stesso tempo migliorando l’efficienza energetica.

Dunque, si tratta di un cappotto rinforzato che permette di consolidare strutturalmente un edificio senza tuttavia intervenire all’interno.

In sostanza, viene creato un rivestimento esterno all’edificio che rispetta appieno le normative in termini di anti-sismicità. Questo involucro viene ancorato alla struttura esistente così il cappotto non smette di adempiere al suo compito originale di coibentare l’edificio ma avviene un’operazione sincrona da cui ne derivano ben tre vantaggi.

Cappotto sismico: come si realizza?

cappotto-anti-sisimico-5Come viene realizzato un cappotto sismico? Come anticipato, esso è composto da uno strato esterno posto sull’edificio realizzato con calcestruzzo armato gettato in opera e da uno strato isolante che può variare a seconda delle esigenze. Come un normale cappotto termino, anche quello sismico può essere rifinito con intonaco.

Prima di progettare un cappotto anti sismico è bene stabilire con precisione vari aspetti tra cui le dimensioni, il posizionamento dei vari ancoraggi nonché ovviamente i materiali isolanti da utilizzare.

Proprio per questo è necessario che la sua realizzazione venga effettuata da professionisti della termodinamica, progettisti ed esperti di sicurezza sismica.

Cappotto sismico: benefici e vantaggi

cappotto-anti-sisimico-4I benefici e i vantaggi apportati da un cappotto sismico sono ovviamente riconducibili alle sue funzioni. Infatti:

  • permette di migliorare le prestazioni energetiche dell’immobile con un risparmio di oltre 20%
  • risolve i ponti termici in modo efficace perché è un rivestimento che si applica su tutte le superfici esterne
  • mette in sicurezza l’edificio esistente intervenendo per aumentare la resistenza alle sollecitazioni orizzontali e verticali facendosi carico degli sforzi
  • è un’ottima soluzione per quegli edifici realizzati prima della ideazione dei criteri anti sismici e del risparmio energetico
  • la posa non comporta controindicazioni che comunque deve essere sottoposta a valutazione considerando anche i costi dell’intervento, del materiale, della manodopera e progettuali.

 

Cappotto sismico: svantaggi

cappotto-anti-sisimico-6Per completezza segnaliamo anche alcuni svantaggi di un sistema costruttivo di questo genere. In realtà, possiamo dire che lo svantaggio è unico e riguarda il prezzo: infatti, al momento è ancora molto alto e quasi duplicato rispetto a quello di un semplice cappotto termico anche perché al costo del materiale e della posa base va aggiunto:

  • progettazione
  • installazione dei ponteggi
  • iter burocratico
  • direzione dei lavori
  • coordinamento della sicurezza sia in fase di progetto che di esecuzione.

Cappotto sismico e agevolazioni fiscali

cappotto-anti-sisimico-7Ma veniamo a uno dei temi caldi che riguarda il cappotto anti sismico e cioè le agevolazioni fiscali previste dallo stato. Infatti, forse il vantaggio dal quale avere maggiore beneficio nell’impiantare questa nuova tecnologia è senza subbio la possibilità di accedere ad alcuni incentivi previsti dai famosi Ecobonus e Sismabonus racchiusi nell’attualissimo Superbonus 110% per la riqualificazione energetica e sismica degli edifici.

Rientrano, infatti, nel Sismabonus gli interventi di miglioramento sismico per cui sale al 110% anche l’aliquota della detrazione delle spese in zona sismica 1, 2 e 3 per:

  • lavori di messa in sicurezza delle parti strutturali degli edifici
  • lavori che abbassano la classe di rischio
  • lavori per cui l’immobile passa a una classe di rischio due volte più bassa di quella di partenza.

Per saperne molto di più, ecco la guida completa di FAQ e soluzioni ai problemi più comuni: