Come scegliere l’ombrellone per il terrazzo


Nell’ultimo periodo abbiamo avuto modo di apprezzare ancora di più terrazzi e giardini: la nostra oasi di relax all’aperto, dove “prendere aria” anche nei giorni più bui. Quando lo spazio è tanto, sarà importante creare zone d’ombra dove ripararsi dal calore estivo. Vediamo insieme come scegliere l’ombrellone giusto per il terrazzo.

ikea-ombrellone-baggoen-svartoe


Per unire la funzionalità di una barriera protettiva alla ricerca di un po’ di privacy sul vostro terrazzo in città, la scelta migliore è senza dubbio un grande ombrellone. Questo elemento d’arredo vi consentirà di dare stile e carattere ovunque scegliate di collocarlo.


Ombrellone e gazebo

Ombrellone e gazebo sono due strutture molto simili, entrambe disponibili in commercio sia fisse che mobili.

Per scegliere la soluzione più adatta a voi, la prima domanda da porsi è: quanto è grande la zona che volete riparare dal sole? Stabilito questo, dovrete valutare se cercare qualcosa di movibile, da spostare o chiudere all’occorrenza, oppure una soluzione stabile da tenere all’esterno per tutta la durata della stagione estiva.

Non dimentichiamo che gli ombrelloni da esterno sono anche una valida protezione dai raggi UV, che vi permetterà di ripararvi durante le ore più calde e mangiare comodamente all’esterno senza temere scottature o insolazioni.


Leggi anche: Arredo giardino Ikea

Tipologie di ombrelloni

Una prima distinzione da fare è la forma: gli ombrelloni da terrazzo possono essere rotondi, quadrati o rettangolari. Ne conseguono diversi meccanismi di apertura: manuale, a manovella o a doppia carrucola.

ikea-ombrellone-ramsoe

Un’altra differenza importante è data dalla tipologia di palo portante. Esistono ombrelloni con palo centrale, decentrato o a banana: non sempre è possibile installare un ombrellone con palo al centro, quindi a seconda dello spazio dove verrà collocato bisognerà scegliere una tra le tipologie elencate.

Contrariamente a quanto starai pensando, se hai poco spazio il tipo con supporto centrale è senza dubbio quello più adatto, magari di grandezza media e di forma rotonda o quadrata, che possa proiettare almeno l’ombra necessaria per un tavolo con un paio di sedute.

Le dimensioni standard più gettonate sono 3×3 oppure 3×4. Si tratta della grandezza minima per una capienza di 4 persone attorno ad un tavolo oppure due lettini prendisole e un tavolino.

Invece, quello con palo laterale risulta migliore nelle zone particolarmente ventose, proprio perché l’intera struttura è più predisposta alle folate di vento.

Una soluzione molto pratica e per certi versi salva spazio è il doppio ombrellone: si tratta di una struttura con un unico palo e due tendoni, che ti permetterà di ombreggiare più zone contemporaneamente, riducendo al minimo l’ingombro della base.

come-scegliere-ombrellone-terrazzo-7

Ovviamente la differenza la fanno anche i materiali: in alluminio o in legno non è solo una questione di gusti e di stile dell’arredo dell’intero il terrazzo, ma anche di funzionalità, in quanto un ombrellone da spostare spesso dovrà essere il più leggero possibile, viceversa in un ombrellone fisso si valuterà maggiormente la stabilità.

Gli ombrelloni in alluminio resistono meglio alle intemperie e non necessitano di particolare manutenzione, mentre quelli in legno, seppur più robusti, hanno bisogno di cure annuali che li tengano al riparo da muffe e agenti atmosferici.

Che sia tondo o quadrato, con palo in alluminio o in legno, è fondamentale che il tendono sia orientabile a seconda della direzione del sole, che come ben sappiamo muta nel corso della giornata.

ikea-seglaroe-ombrellone

Una vera chiccheria? L’ombrellone con nebulizzatore integrato che creerà una piacevole nuvola fresca per te e i tuoi ospiti. In alternativa, ad un ombrellone già acquistato, basterà aggiungere un kit per nebulizzazione (in vendita anche online).

Soluzioni alternative: vele ombreggianti, tendoni e pergole motorizzate

Se cercate una soluzione che sia facilmente modificabile durante la giornata, quello che fa al caso vostro sono le vele ombreggianti. Si tratta di una struttura che può essere agganciata e sganciata in modo pratico e veloce, direttamente alla facciata della casa o ai loro appositi pali.

In commercio ne troverete di diverse misure e colori, nonché di forma rettangolare o triangolare. Sono vivamente consigliate per i terrazzi di medie dimensioni per le loro dimensioni più contenute rispetto ad un classico ombrellone.

Se invece perdere luce solare durante tutta la giornata non rappresenta un problema per voi, si può pensare di installare dei tendoni: a seconda della fantasia scelta per il tessuto, potrete conferire uno stile definito al vostro terrazzo. Anche qui, si tratta comunque di una soluzione mobile, con traino manuale o automatico.

Qualche altra idea sulle tende da esterni qui.

Potendo salire un po’ con il budget, la scelta migliore è senza dubbio una pergola motorizzata, resistente al vento e all’acqua, crea immediatamente un ambiente attiguo alla casa, una sorta di naturale prolungamento.

Se ti piace quest’ultima idea, leggi qui per qualche idea in più su un pergolato motorizzato di design.

pergolato-mobile

Come scegliere l’ombrellone per il terrazzo: galleria fotografica

Nella scelta dell’ombrellone per il tuo terrazzo, cerca di coniugare sempre estetica e funzionalità.

Ricorda che l’obiettivo principale è stare bene, al riparo dal sole eccessivo.

Maria Chiara Barsanti

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta