Cantina frigo domestica: l’oggetto cult per gli amanti del vino

Cantina frigo per conservare al meglio i vini: suggerimenti e consigli per acquistare il modello più adatto per casa. Dove sistemarla, manutenzione. Foto.

cantina frigorifero

Avere una cantina in casa è il sogno di ogni amante e buon intenditore di vini: stappare una bottiglia ben conservata consente di gustare il sapore originale delle uve scelte, per una cena fra amici od anch quando, ad un incontro importante di lavoro, si porta un vino pregiato e si teme che una pessima conservazione possa essere nociva.

Inoltre, una visita guidata nei nostri sotterranei, si trasforma in un momento prestigioso ed un’occasione per mostrare ai nostri ospiti un ambiente della casa molto particolare.

cantina domestica

Non sempre si ha la possibilità e gli spazi per creare una cantina sotto casa e se non si dispone dell’ambiente adatto per realizzare una cantina vera e propria, si può sempre optare per l’acquisto di una cantina frigo.


Leggi anche: Come realizzare la cantina per vini: la guida completa

Questa tipologia solitamente sfrutta due zone per la perfetta conservazione dei vini, bianchi o rossi, novelli o d’annata, da pasto o da dessert, e degli champagne.

In commercio ne esistono di svariati tipi ed i prezzi sono diventati molto più accessibili ed alla portata di tutti.

Le cantine frigo permettono di gestire le temperature ottimali di conservazione, ma sono in grado di assicurare anche il tasso di umidità tale da non seccare i tappi in sughero ed evitare nel contempo la formazione di muffe,  con una forbice del tasso tra il 50% e l’80%.

cantina frigo

Cantine frigo: tipologie

Le cantine frigo che si trovano in commercio possono essere classificate in base alle caratteristiche principali, ovvero:

  • Capienza, ovvero il numero massimo di bottiglie che si possono sistemare al suo interno
  • Monozona o bizona, la presenza o meno di due zone con differenti temperature
  • Materiale degli interni: in legno o metallo
  • Incasso o da terra

Consumi energetici della cantina frigo

Il problema consumo energia elettrica non va affatto sottovalutato, in quanto la necessità di mantenere le condizioni ideali di temperatura interna, fa si che la cantina frigo sia un elettrodomestico ergivoro. Indicativamente, si può indicare in circa 300/350 euro annuali.


Potrebbe interessarti: Come organizzare la cantina

Come fare per limitare? Sicuramente sistemare la cantina in una zona dell’abitazione più fresca permette ai motori di faticare molto meno e dunque incidere molto meno nella bolletta energetica.

Cantina frigo domestica: vantaggi

Avere una collezione di vini pregiati non è certamente cosa per tutti i portafogli, eppure poter progettare l’acquisto di un modello per casa può essere un ottimo investimento, consentendo di mantenere nelle migliori condizioni le bottiglie acquistate nel corso degli anni, senza per forza dover procedere al suo consumo in tempi immediati.

Ecco brevemente quali sono i vantaggi che un tale elettrodomestico può assicurare:


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

  • protezione dalla luce
  • temperatura costante
  • umidità ideale
  • bottiglie in posizione orizzontale
  • si evita la contaminazione con altri odori e cibi.

Cantina frigo: prezzi

Concludiamo con l’affrontare il tema prezzi. In commercio si trovano cantine per tutti i gusti e le disponibilità finanziarie. Considerando come elemento di scelta principale, la quantità massima di bottiglie che si possono sistemare, un modello adatto per circa 20/22 bottiglie (singola temperatura) si può acquistare con circa €450.

Per un modello dalla capienza raddoppiata, quindi circa 40/45 bottiglie, il prezzo può salire a €680. Modelli decisamente più professionali, ideale per ristoranti o per veri amanti del vino, a doppia temperatura e adatti per circa 100 bottiglie, sono in vendita a partire da €1000.

Cantina frigo: foto e immagini

Filomena Spisso
  • Laureata in scienze politiche relazioni internazionali
  • Founder pianetadesign.it
Suggerisci una modifica