Ristrutturare un vecchio camino

Se avete la necessità o semplicemente il desiderio di ristrutturare un vecchio camino, ecco qui per voi le indicazioni e le istruzioni per procedere al meglio senza commettere errori.

Ristrutturare-un-vecchio-camino-07

Esistono diverse ragioni per cui poter o dover ristrutturare un camino. Si passa dalle motivazioni pratiche alle motivazioni estetiche e, in base alle vostre esigenze e alle vostre necessità, anche la ristrutturazione sarà diversa. Una volta appurato ciò che vi serve, guardatevi intorno.

Rimodernare un camino dovrà ovviamente rispondere a delle essenziali questioni pratiche ma per quanto possibile potete anche cercare di coordinare tutto in modo che sia visivamente gradevole al massimo. Scopriamo insieme qual è il giusto procedimento per non sbagliare. Ecco a voi trucchetti e indicazioni ma anche suggerimenti e istruzioni per ristrutturare un vecchio camino da tutti i punti di vista.


Leggi anche: Soggiorno con camino

Ristrutturare-un-vecchio-camino-05

Ristrutturare un vecchio camino in disuso

I camini più moderni potrebbero non andare bene con le vecchie canne fumarie e questo potrebbe compromettere l’intero sistema di riscaldamento rendendo il camino un elemento inutile. In questo caso è necessario ricorrere al risanamento. Si parla di questa procedura anche per problemi di tiraggio, struttura della canna fumaria non più abbastanza resistente o presenza di condense all’interno della stessa; potrebbe anche essere necessario per cambiare il combustibile.

Tutto ciò servirà ad adattare la vecchia struttura ai camini più moderni senza avere nessun problema. Con questo procedimento, infatti, si andranno a sostituire tutti i vecchi materiali con innovazioni più adatte e adeguate. Tra le sostanze più usate troviamo le resine, la ceramica refrattaria e l’acciaio inox. Per quanto riguarda la canna fumaria, invece, si procederà togliendo le eventuali sezioni eccessive o comunque riproporzionandola rispetto alla bocca del focolare. Lo scarso isolamento è un altro problema che potrebbe essere risolto con l’occasione.

Ristrutturare-un-vecchio-camino-01

Ristrutturare un vecchio camino in cattivo stato

Se il tempo e l’utilizzo ha usurato il vostro vecchio camino che però risulta funzionare ancora abbastanza bene, la soluzione è rimodernarlo con rivestimenti di vari materiali. Una delle prime opzioni è renderlo più moderno sostituendo l’alimentazione a fuoco con l’alimentazione a pellet. Questa sarà una decisione da prendere anche in base alle caratteristiche della vostra fonte perché i termocamini, rispetto ai camini aperti, sono più facili da rimodernare almeno sotto questo punto di vista.

Esistono poi diversi combustibili tra cui scegliere: potete infatti optare, ad esempio, anche per il bioetanolo. Inoltre, se il vostro camino è rovinato ma le sue condizioni sono ancora abbastanza buone, potete procedere con un nuovo rivestimento per rimodernare tutta l’atmosfera. Ne esistono davvero tantissimi modelli che possono ovviamente essere scelti in base al resto dell’arredamento della stanza ma anche di tutta la casa. Che l’ambiente sia classico, moderno, rustico o country chic, troverete sicuramente ciò che fa per voi.


Potrebbe interessarti: Addobbi natalizi per camini idee e foto

Oltre che in base al design, è possibile scegliere un rivestimento tenendo conto del tipo di focolare, del prefabbricato e dell’inserto, ad angolo oppure a parete. La decisione si rivelerà difficile proprio perché la scelta è ampia ma facendo attenzione ai piccoli dettagli e ai pochi e semplici accorgimenti, si troverà il giusto compromesso. Ad esempio il cartongesso è uno dei materiali più usati per i rivestimenti di un vecchio camino. Questo perché, essendo molto flessibile, permette di creare le forme più diverse e può essere colorato in vari modi. Anche l’effetto finale potrà rispondere alle vostre esigenze: se liscio o ruvido, sarete voi a deciderlo.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Ristrutturare-un-vecchio-camino-02

Tutti i modelli e le varie tipologie

In commercio esistono tantissimi modelli di camino quindi prima di pensare alla sua ristrutturazione e al prezzo della stessa bisogna decidere a cosa si vuole puntare. Ad esempio, il caminetto aperto è sicuramente quello più scenografico anche se dal punto di vista del calore potrebbe non essere tra i migliori; per sistemare quest’ultimo punto potete invece optare per un caminetto aperto ventilato.

Il caminetto chiuso invece coperto da un vetro grazie a una struttura in ghisa oppure in acciaio; come per la soluzione precedente, anche qui esiste l’opzione del caminetto chiuso ventilato. Come anticipato, in commercio è disponibile anche il termocamino che funziona in modo semplice: il calore riscalda un fluido che a sua volta riscalda dei radiatori.

Ristrutturare-un-vecchio-camino-09

I costi e tutte le spese

Ristrutturare un camino non è un’operazione semplicissima quindi sarebbe preferibile rivolgersi a chi di dovere. Gli esperti del settore valuteranno innanzitutto lo stato del camino e poi il suo modello e la sua tipologia. I costi della ristrutturazione, quindi, varieranno in base a diversi elementi.

Inoltre, se ovviamente si tratta solo di rimodernare un vecchio camino il prezzo sarà più economico rispetto a un vero e proprio risanamento. In ogni caso, prendendo le decisioni giuste e affidandosi agli esperti, il lavoro sarà fatto in modo professionale e ne varrà sicuramente la pena.

Ristrutturare-un-vecchio-camino-06

Ristrutturare un vecchio camino: immagini e foto

Tutte le istruzioni e le indicazioni per ristrutturare un vecchio camino sono illustrate nella nostra galleria fotografica, sfogliatela per saperne di più!

Gaia Giovannone
  • Diploma di maturità scientifica
  • Diploma in scrittura creativa (Scuola Holden)
  • Giornalista pubblicista
  • Autore specializzato in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica