Cucina professionale in casa: 5 cose che non possono mancare

Dentro di voi batte il cuore di uno chef che desidera mettersi alla prova con delle preparazioni complesse ed originali? Bene, questo vuol dire che avete bisogno di una cucina professionale. Per realizzarla in casa, però, bisogna inserire almeno 5 elementi irrinunciabili. Scopriamo quali.

Cucina professionale in casa: 5 cose che non possono mancare

Se da anni non vi perdete nemmeno una puntata di Master Chef, vi cimentate in piatti degni di un professionista ed amate organizzare per i vostri amici delle cene sofisticate ed insolite, allora tra i vostri desideri segreti c’è sicuramente una cucina professionale. Come riuscire, però, a realizzarla all’interno degli spazi spesso ridotti di un ambiente casalingo? Il segreto è di individuare alcuni elementi essenziali ai quali proprio non è possibile rinunciare per una cucina da chef.

Perché, se c’è qualche cosa che abbiamo appreso tutti dalle numerose trasmissioni dedicate al food e alla cucina, è la necessità di avere a disposizione i giusti macchinari. Alla base di tutto, ovviamente, deve esserci il talento e una buona conoscenza dei diversi prodotti che vengono utilizzati ma, senza gli strumenti appropriati, in molti casi non è proprio possibile portare a termine alcune cotture.


Leggi anche: Cucina professionale in casa

Stabilito questo, però, da quali elementi una cucina professionale casalinga deve essere composta? Non potendo strutturare lo spazio a disposizione come se si fosse all’interno di un ristorante stellato, è fondamentale evidenziare almeno cinque elementi essenziali come l’uso dell’acciaio per i piani di lavoro, l’inserimento di un’isola centrale con i fuochi a gas e ad induzione, la colonna dedicata alla refrigerazione e quella attrezzata con diversi forni.

Per poi finire con uno degli strumenti più utili per un cuoco, anche se non professionista. Il riferimento è ad un buon set di coltelli che devono preferibilmente provenire dal Giappone. Ma andiamo a vedere nel dettaglio.

1. Cucina professionale in casa: l’acciaio

Cucina professionale in casa: 5 cose che non possono mancare

Il primo elemento che proprio non deve mancare in una cucina professionale, anche dall’ambientazione casalinga, è sicuramente l’acciaio. Si tratta di una caratteristica che regna praticamente sovrana all’interno degli spazi di un grande ristorante e questo dipende da un motivo specifico: l’igiene.

Le superfici in acciaio, infatti, non solo possono essere igienizzate e pulite con maggior facilità ma, oltretutto, non incidono in nessun modo sul sapore e la natura degli alimenti trattati e cucinati. Per questo motivo, dunque, molte lavorazioni possono essere effettuate direttamente sul piano senza timore di incorrere in nessun tipo di contaminazione, sia essa batterica o semplicemente legata al gusto.


Potrebbe interessarti: Rinnovare la cucina: idee da copiare

Oltre a questo, poi, una cucina caratterizzata dall’acciaio, resiste maggiormente agli urti e non teme in nessun modo umidità e acqua. Nonostante tanti pregi, però, anche questa soluzione presenta un elemento negativo. Si tratta dell’aspetto economico. Questo vuol dire, essenzialmente, che una cucina in acciaio richiede un maggior dispendio di denaro. Una difficoltà iniziale che, però, viene facilmente ammortizzata dalla durevolezza e la scarsa usura cui è sottoposto il materiale.

2. Cucina professionale in casa: isola centrale

Cucina professionale in casa: 5 cose che non possono mancare

La presenza di un’isola centrale è diventato un elemento spesso utilizzato nel design delle cucine moderne. In realtà, però, non tutti sanno che si tratta di una soluzione presa in prestito proprio dall’organizzazione dello spazio nei ristoranti. Qui, infatti, ha una funzione pratica.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Nell’isola, infatti, devono essere collocati i fuochi a gas accanto a quelli ad induzione. Nelle cucine più attrezzate, poi, è presente anche una piastra per grigliare gli alimenti. In sostanza, dunque, si tratta di uno spazio funzionale che riassume al suo interno gran parte delle fasi di cottura a fuoco senza dover correre da un lato all’altro della cucina.

Per coloro che desiderano avere a disposizione la stessa professionalità di un ristorante, dunque, alcuni brand di design offrono anche la possibilità di costruire un piano lavoro secondo le esigenze personali.

Questo vuol dire, in sostanza, che accanto a diverse tipologie di fuochi, può essere inserito il grill e la friggitrice ad immersione. Nel caso, però, non si abbia a disposizione un grande metratura, non c’è da disperare. Sul mercato è possibile trovare delle soluzioni compatte, in modo tale da garantire professionalità anche alle cucine più piccole.

3. Cucina professionale in casa: colonna attrezzata cottura

Cucina professionale in casa: 5 cose che non possono mancare

Continuando a prendere in considerazione i vari aspetti della cottura, una cucina casalinga dalle ambizioni professionali non può evitare di avere una colonna attrezzata in cui inserire due forni, un forno a microonde e un abbattitore. In modo particolare, focalizziamo l’attenzione su quest’ultimo elemento.

L’abbattitore, infatti, solo da pochi anni ha fatto la sua entrata nella vita culinaria di una famiglia. In molti, probabilmente, l’hanno vista utilizzare per la prima volta durante gli ormai famosi cooking show della televisione, scoprendo di non poterne fare a meno.

O, almeno, della sua essenzialità  nel caso si desideri preparare determinati piatti. Per chi non lo sapesse, infatti, questo macchinario, serve per abbattere gli alimenti, ossia uccidere eventuali batteri grazie al freddo per poi consumarli anche crudi. Questo vuol dire che, se si vuole preparare un piatto di sushi o una tartarre, non è nemmeno possibile immaginare di portare a tavola questi due piatti senza prima aver abbattuto con sicurezza il pesce e lo carne utilizzata.

4. Cucina professionale in casa: colonna di refrigerazione

Cucina professionale in casa: 5 cose che non possono mancare

Un aspetto essenziale all’interno di una cucina, soprattutto se si vuole ottenere un risultato particolarmente performante e ad alta qualità, è la conservazione e la refrigerazione. Questo vuol dire che uno spazio non può considerarsi professionale senza una colonna in cui inserire più di un frigorifero.

In alternativa è possibile utilizzare un solo elemento di grandi proporzioni in cui, però, lo spazio non serve ad ammassare scorte indistintamente ma a suddividerle nei vari ripiani a seconda della temperatura e del tipo di conservazione cui necessitano.

A parte, poi, dovrebbe essere inserito uno spazio dedicato al congelamento. Per definire fin nei particolari una cucina professionale, poi, si potrebbe anche inserire una cantina a vista, sempre refrigerata, dove conservare il vino migliore da abbinare ad ogni pietanza. D’altronde, un cuoco che si rispetti non può non far bere bene i loro ospiti.

5.Cucina professionale in casa: set di coltelli

Cucina professionale in casa: 5 cose che non possono mancare

Terminiamo con uno strumento che è già presente sui piani di lavoro di molte cucine ma che pochi utilizzano nel modo migliore. Si tratta del set di coltelli che, per chi ha delle ambizioni professionali anche all’interno del proprio spazio casalingo, non possono che essere di provenienza giapponese.

Questi, infatti, sono particolarmente apprezzati per la precisione del taglio, anche se sul mercato sono presenti delle valide alternative in ceramica o acciaio inox.

Ma perché avere diverse tipologie di lama? Ogni alimento ha una consistenza diversa e, per essere lavorato nel migliore dei modi, necessità dello strumento adatto. Per disossare un pollo, ad esempio, si deve utilizzare un coltello diverso da quello usato per sfilettare il pesce. Ugualmente si può dire per la pulizia della verdure e la rifinitura della frutta. Insomma, non può esserci cucina professionale senza degli strumenti alla sua altezza.

Cucina professionale in casa: foto e immagini

Per chi desidera realizzare una cucina professionale nella propria casa ma ha timore di perdersi in particolari non necessari, le foto in galleria possono aiutare a capire i cinque elementi che non devono proprio mancare.