Scaffali per il bagno: come scegliere, idee

Maria Chiara Barsanti
  • Dott. in Relazioni Internazionali

Idee e consigli per scegliere gli scaffali per il bagno più adatti alla propria casa. A parete o da terra, in diversi materiali, tanti utili suggerimenti per decidere al meglio.

Scaffali per il bagno: come scegliere, idee

E’ ormai idea condivisa che il bagno sia prima di tutto uno spazio accogliente e confortevole. Un tempo relegato a stanza in cui espletare alcune funzioni della quotidianità, oggi è un vero e proprio luogo di benessere, in cui concedersi una doccia rilassante a fine giornata, una sorta di SPA domestica seppur in miniatura.

Certo, è inutile nascondere che le dimensioni a disposizione facciano la differenza, ma al giorno d’oggi è possibile spaziare in un ventaglio di soluzioni piuttosto ampio quindi anche il livello di personalizzazione sarà pressoché infinito.

La prima scelta da effettuare riguarda il design: degli arredi, dei complementi e dei tessuti. Ogni elemento, nella forma e nel colore, dovrà rifarsi allo stesso stile in modo che tutto sia coordinato e rilasci l’impressione di un ambiente armonico e rilassante.

Geometrie lineari, palette di grigi e finiture cromate saranno perfetti in un bagno moderno; colori caldi, arredi in legno e linee morbide per un perfetto effetto SPA.

Scaffali per il bagno: come scegliere, idee

Tornando alla questione delle dimensioni, in un bagno oltre agli ingombri dei mobili bisognerà tener conto anche degli gli spazi di circolazione ovvero dell’apertura di ante, sportelli e cassetti.

Ecco che la scelta dello scaffale più adatto diventa anche dettata da esigenze e necessità. Per contenere tutto il necessario sfruttando al meglio i centimetri a disposizione saranno determinanti gli spazi.

Facciamo un esempio. In un bagno piccolo saranno preferibili scaffali poco profondi e se possibile sospesi. Se sono presenti angoli, nicchie, riseghe o dislivelli, ecco che appare la possibilità di sfruttarli con dispense e scaffali.

La presenza o meno di cassetti, indubbiamente utili per raccogliere anche in maniera confusionaria oggetti di uso quotidiano come accessori e cosmetici, dipende dall’opportunità effettiva di aprirli.

A volte si dimentica che per renderli accessibili è importante che siano situati all’incirca tra gli 80 e i 110 cm di altezza e che dispongano di uno spazio libero davanti grande almeno il doppio della loro profondità.

Lo stesso discorso, per restare in tema di dimensioni, può valere come indicazione per la scelta del lato di apertura della doccia.

Tornando alla scelta degli scaffali, c’è da dire che questi sono indubbiamente il mobile da bagno più adatto per avere tutto in ordine e perfettamente organizzato. Con vani a giorno, da parete, angolari o da terra: ecco tutto quello che c’è da sapere.

Diverse tipologie di scaffali

Scaffali per il bagno: come scegliere, idee

Gli scaffali situati in bagno sono solitamente composti da 3 o 4 ripiani. Spesso destinati ad accogliere la biancheria da bagno di ricambio, negli ambienti più grandi sono vere e proprie vetrine in cui esporre oggetti di design o piccole piante che abbelliscono l’intero ambiente.

Gli scaffali da terra si adattano di più ad un bagno grande poiché possono essere posizionati ovunque nella stanza senza badare troppo agli ingombri.

Al contrario, gli scaffali da parete (un esempio salvaspazio nella foto all’inizio di questo paragrafo) servono ad ottimizzare al meglio ogni centimetro sfruttando anche lo spazio verticale.

Necessitano di essere installati con viti e tasselli quindi se non si è molto pratici sarà meglio chiamare un professionista. Questa tipologia di scaffale trova la sua collocazione ideale accanto al lavabo in quanto spesso ha delle mensole strette che riescono ad accogliere solo oggetti di piccole dimensioni come gli spazzolini e/o i pennelli del trucco e i profumi.

La scelta più diffusa sono senza dubbio gli scaffali angolari. In commercio se ne trovano di dimensioni variabili e permettono di sfruttare ogni angolo vuoto della stanza. Possono essere da terra o da parete e possono collocarsi anche nella doccia.

La stessa collocazione spetta non di rado agli scaffali telescopici ovvero dotati di un’asta con diversi ripiani. Solitamente la loro installazione è piuttosto semplice. Nella maggior parte dei casi i ripiani sono di forma triangolare e sono perfetti per accogliere i detergenti e le creme.

La sua versione più tecnologica è integrata alla colonna della doccia ed è dotata anche di luci LED per cromoterapia.

Differenti materiali tra cui scegliere

Scaffali per il bagno: come scegliere, idee

La regola generale a cui tener fede è che dal momento in cui il bagno è una stanza molto umida, saranno da preferire mensole e scaffali progettati con materiali idonei.

Uno di questi è sicuramente il vetro, apprezzato per il design e per la luminosità che è in grado di donare. Si tratta di un prodotto piuttosto fragile ed anche sensibile al calcare, pertanto è sconsigliato nei bagni di uso frequente e utilizzati anche da anziani e bambini. Spesso si abbina al metallo.

Quest’ultimo è tra i materiali più resistenti, sebbene non proprio economici (parliamo dell’alluminio e dell’acciaio inox). Il metallo è durevole nel tempo, non teme la corrosione ma va lavato con cura onde evitare fastidiosi aloni e depositi di calcare.

Appartiene a questa categoria anche il ferro battuto, dall’animo più romantico e retrò. Le strutture in ferro battuto sono piuttosto pesanti, ecco perché nel caso di uno scaffale a parete sarà necessario scegliere bene i tasselli; nel caso di uno scaffale da terra si può stare ben sicuri della sua stabilità.

C’è poi il legno, tra i materiali più di moda al moderno poiché tipici dello stile svedese nonché in grado di conferire calore naturalmente. Anche questo è un materiale piuttosto delicato, sebbene non in apparenza, e non sarà facile da pulire.

Infine, la scelta più economica, ma anche più pratica: la plastica. Gli scaffali in plastica sono leggeri, per lo più in tinta unita, spesso bianchi o neri. Il fattore budget influisce anche in questo caso in quanto ne va della stabilità dell’intera struttura. Questo materiale è senza dubbio quello più presente in vendita nella grande distribuzione.

Scaffali per il bagno, come scegliere, idee: immagini e foto

Non perdere questa gallery fotografica con tante immagini da cui trarre ispirazione per scegliere lo scaffale per il bagno migliore.