Guida alla scelta del copriwater

Sapete come scegliere il copriwater? Se la risposta è no, ecco una guida alla scelta del copriwater giusto e tutte le informazioni che vi occorre sapere: a che cosa serve, ogni quanto sostituirlo, come scegliere il modello adatto al vostro bagno, quali sono i materiali su cui puntare ed anche quanto costa. 

guida-alla-scelta-del-copriwater-7

Cerchiamo di scoprire tutto quello che c’è da sapere sul copriwater, in particolare a che cosa serve, quanto può durare ed il suo costo. Inoltre, ci concentreremo su quali sono le caratteristiche ideali per scegliere dei modelli resistenti e duraturi.

Tutte queste informazioni saranno una vera e propria guida alla scelta del copriwater che è non è così facile come potrebbe sembrare.

guida-alla-scelta-del-copriwater-15


Leggi anche: Guida all’acquisto e alla scelta di un robot aspirapolvere

A cosa serve un copriwater

Guida alla scelta del copriwater

Bisogna riconoscere che in quasi tutti i bagni c’è un copriwater, ma non è poi così raro non trovarlo, ad esempio nei bagni di servizio. A questo punto sorgono spontanee delle domande: è davvero necessario? A cosa serve un copriwater? Cerchiamo di fare chiarezza.

Secondo alcuni, il copriwater serve semplicemente per una questione puramente estetica. Questo in parte è vero perché in quanto contribuisce ad abbellire il bagno ed i sanitari in particolare.

Tuttavia, quello che molti trascurano è il fatto che il copriwater ha anche una sua utilità. Infatti, è importante per avere una seduta del wc più confortevole. Di conseguenza possiamo affermare che non è necessario, ma conviene averlo.

Come scegliere il copriwater giusto

guida-alla-scelta-del-copriwater-12

Oggi i sanitari hanno forme e dimensioni diverse. Possiamo trovare i wc ovali, quelli più squadrati e non mancano anche quelli leggermente più piccoli.

Ciò significa che non esiste un solo tipo di copriwater, ma ne servirà uno specifico per ogni modello. Quindi, la prima cosa da sapere prima di acquistarne uno è di non puntare sui copriwater universali perché in realtà potrebbero non andare bene.

Piuttosto, informatevi sulla marca e sul modello del vostro wc e cercate un copriwater compatibile. Fate sempre attenzione alle misure, poi scegliete dei materiali di qualità e cercate la tonalità che più si addice al vostro bagno.


Potrebbe interessarti: Come scegliere il tappeto per la cameretta

Come prendere le misure per il copriwater

guida-alla-scelta-del-copriwater-16

Considerando che i wc non sono tutti uguali, per essere veramente sicuri che il copriwater sia quello giusto, bisogna prendere per bene le misure.

Per prima cosa dovete misurare la larghezza del vostro wc. Ricordate di alzare sempre la tavoletta per essere quanto più precisi possibile nella misurazione.

Poi tocca alla lunghezza. Noterete che ci sono dei fori all’estremità che servono proprio per agganciare il copriwater. Misurate partendo da quelli ed arrivate fino alla fine del wc. Infine, è importante anche misurare la distanza proprio tra questi due fori.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Quali sono i materiali migliori per il copriwater

guida-alla-scelta-del-copriwater-5

 

Il copriwater può essere realizzato in diversi materiali. Andiamo a vedere quali e quali sono i loro punti di forza e le loro debolezze.

  • Plastica: è molto economica, ma non molto resistente quindi potrebbe rompersi facilmente. Inoltre, tende ad ingiallire con il passare del tempo.
  • Duroplast: si tratta di una plastica termoindurente polimerica, una buona alternativa a quella normale e molto più resistente. Si presenta molto lucida.
  • Legno: viene sempre trattato per resistere al tempo, all’umidità e all’usura. Spesso in questi casi il rivestimento esterno viene fatto in poliestere.

Per quanto riguarda le cerniere, invece, si possono trovare dei seguenti materiali:

  • Ottone: è un materiale resistente che non si corrode facilmente. Viene usato soprattutto per i copriwater più classici.
  • Zama: uno dei materiali migliori, molto resistente ma non eccessivamente costoso.
  • Plastica: è economica, molto leggera e versatile. Risulta però più fragile.
  • Acciaio inox: è il materiale su cui puntare per essere sicuri che le cerniere resistano quanto più a lungo possibile.

Ogni quanto sostituire il copriwater

guida-alla-scelta-del-copriwater-19

Il copriwater è sicuramente molto soggetto ad usura. Infatti, in casa la tavoletta del wc si alza e si abbassa di continuo, spesso subisce degli urti ed i materiali utilizzati per la pulizia a lungo andare potrebbero danneggiarlo.

Ciò significa che il copriwater prima o poi deve essere sostituito. Non è facile però stabilire un tempo preciso poiché dipende dall’uso che ne fate ed anche dalla qualità dei materiali cui è fatto.

Per evitare di doverlo sostituire troppo spesso il nostro consiglio è quello di puntare da subito su un modello resistente e di una certa qualità.

Quanto costa un copriwater

guida-alla-scelta-del-copriwater-18

In genere un copriwater non è eccessivamente costoso. Spendendo circa 20/30 euro riuscite ad assicurarvi un ottimo modello, in grado di resistere a lungo.

Chi, invece, vuole risparmiare, può trovare anche dei copriwater intorno ai 10 euro. Deve però tenere conto che solitamente sono in plastica e nel giro di non molto tempo probabilmente andranno sostituiti.

Infine, chi cerca un copriwater di lusso, sicuramente resistente ma anche particolare esteticamente, può arrivare a spendere anche 60 euro.

Guida alla scelta del copriwater: immagini e foto

Se siete alla ricerca di un copriwater, non esitate a dare uno sguardo alle immagini della seguente galleria. Tra le foto avrete modo di osservare diversi modelli.

Federica De Blasio
  • Titolo di studio: Laurea magistrale in lingue e letterature moderne
  • Autore specializzato in Arredamento
Suggerisci una modifica