Arredamento rustico chic: idee, spunti e foto

Colori tenui, tinte opache e materiali naturali. Questi sono solo alcuni degli elementi che caratterizzano questo design capace di adattarsi anche a un ambiente cittadino. Basta saper modulare proporzioni e linee.

Arredamento rustico chic; idee e suggerimenti (Aggiornamento)
Arredo rustico chic

Quando si parla di arredamento rustico chic il pensiero corre immediatamente ad un casale immerso nel verde della campagna Toscana o nelle vicinanze di un lago di montagna in Trentino. In realtà l’ubicazione geografica precisa non fa molto la differenza. Ciò che conta è che questo stile è abbinato sempre a una idea di ambientazione campestre o, comunque, non cittadina.

Ma chi lo ha detto che non è possibile caratterizzare anche un appartamento nel cuore di una grande città con questo tipo di design? Ovviamente nessuno. Perciò ora andremo a vedere quali sono gli elementi con i quali è possibile giocare per ricreare un effetto rustico chic senza cadere nell’effetto casa di campagna o baita di montagna.

Prima di procedere, però, vediamo cosa s’intende quando si parla di stile rustico chic. Ovviamente la fonte d’ispirazione proviene da ambientazioni naturali, strettamente legate con la terra. Per questo motivo a fare la differenza sono anche i materiali utilizzati. Un buon punto di partenza, ad esempio, potrebbe essere la presenza di alcuni elementi di legno, anche se non necessariamente scuro. Per quanto riguarda l’architettura, invece, un tocco importante viene dato da un camino o da una parete con rivestimento naturale.

Qualunque sia la scelta, però, è bene ricordare che il segreto di questo design nasce dal trovare la giusta proporzione e interpretazione senza rischiare di cadere nello shabby o nel country. Il fine, infatti, è andare a ricreare un ambiente accogliente e rilassante che porti nel suo interno delle note naturali.

Stabilito tutto questo, vediamo quali sono gli elementi con i quali agire o giocare per andare a ricreare il perfetto arredamento rustico chic.

1. Dal crema al bianco opaco, i colori del rustico chic

Arredamento rustico chic; idee e suggerimenti (Aggiornamento)
mansarda di montagna

Abbiamo già accennato a quelli che sono gli elementi essenziali per andare a ricreare questo stile di arredo. Tra i più importanti cui prestare particolare attenzione ci sono sicuramente le nuance da utilizzare per gestire tutto l’insieme. Questo vuol dire, sostanzialmente, declinarle sia per l’arredo sia nei rivestimenti della pavimentazione e delle pareti.

Se si vuole ottenere un effetto rustico chic, dunque, non si può assolutamente ovviare da una palette che rimanda a tinte naturali come il panna, il guscio d’uovo, fino ad arrivare al tortora. In questo modo, infatti, si cerca di entrare in sintonia con alcuni elementi più materici come il legno ma rimandando sempre un’idea di leggerezza e morbida luminosità.

In questo caso la scelta di puntare su delle tinte opache permette di costruire un’atmosfera rilassante che rimanda un’idea di protezione e sicurezza. Unica eccezione in questa regola quasi ferrea è rappresentata dall’utilizzo che grigio. Anche in questo caso, però, si consiglia di scegliere una sfumatura che si trovi esattamente a metà tra i toni troppo chiari e quelli più scuri.

Una scelta necessaria per non andare ad appesantire eccessivamente l’insieme e garantire sempre ariosità all’ambiente.

2. Il divano, un’oasi di comodità e calore

Arredamento rustico chic; idee e suggerimenti (Aggiornamento)
soggiorno rustico chic

Le sedute sono sempre gli elementi di arredo più importanti all’interno di un soggiorno. Nel caso dello stile rustico chic, però, il divano rappresenta proprio un arredo centrale. Intorno a lui, infatti, gira tutta la gestione e la collocazione degli altri elementi. Oltre a questo, poi, gli viene affidata anche l’impresa di realizzare con la sua sola presenza gran parte dello stile scelto.

Potrebbe interessarti Stile minimal chic arredamento

Stabilito questo, dunque, quali caratteristiche deve avere il perfetto sofà rustico chic? Iniziamo con il dire che gli elementi da prendere in considerazione sono essenzialmente due: dimensioni e nuance.

Per quanto riguarda la sua struttura, infatti, si consiglia di scegliere un modello a tre sedute, sempre che si abbia lo spazio adatto. Oltre a questo, poi, sono preferibili linee morbide ed avvolgenti caratterizzati da spalliere avvolgenti e cuscini ampi che la fanno da padrone. Altro aspetto da considerare, poi, è il colore. Come detto in precedenza la palette da seguire è piuttosto evidente e questo vale anche per il divano. In questo caso, però, si preferisce sempre far cadere la propria preferenza su di un modello bianco sporco, panna o, al massimo guscio d’uovo.

Fondamentale è che la tinta non risulti mai optical ma sempre opaca.

3. Il tavolo da caffè tra legno e pelle

Arredamento rustico chic; idee e suggerimenti (Aggiornamento)
camino in stile industriale

Un angolo conversazione non si può definire completo senza la presenza di un tavolino da caffè. Una regola, questa, che vale anche per lo stile rustico chic. In questo caso, però, la scelta è abbastanza semplice da portare a termine visto che si consiglia di preferire sempre modelli dalla struttura naturale.

In modo particolare stiamo parlando di tavolini realizzati in legno.

Stabilito questo, è possibile muoversi attraverso linee diverse e trattamenti del materiale che vanno da quelle più rifinite a quelle tendenzialmente rustiche. Molto dipende dal gusto personale. Importante, però, è che non si ceda mai alla tentazione di una resa della superficie troppo laccata o lucida.

Una soluzione interessante, poi, potrebbe essere quella in cui si affiancano due materiali diversi come il legno, perfetto per la struttura, alla pelle, che va a definire l’imbottitura della base.

4. L’immancabile tappeto

Arredamento rustico chic; idee e suggerimenti (Aggiornamento)
arredamento rustico con tappeto caldo in lana

Terminiamo con un tocco finale rappresentato niente meno che dal tappeto. Un compendio d’arredo irrinunciabile se si vuole rimandare un’idea di calore e confort per diversi ambienti della casa. Ovviamente non tutti i modelli sono perfetti per questi tipi di stile.

Da abolire, ad esempio, sono quelli troppo moderni caratterizzati da fantasie geometriche o da colori accesi. La scelta perfetta, invece, è data dalla tinta unita che può essere declinata con modalità diverse.

Un esempio valido potrebbero essere i tappeti in lana grossa, che sembrano riprodurre la trama di un copriletto, o quelli shaggy, grazie ai quali si ha l’illusione di essere in una casa dal sapore nordico. Oltre a queste opzioni, poi, è sempre possibile andare su un effetto shabbato o “stinto”, fino a cedere alla tentazione di un grande tappeto dai disegni tradizionali.

Importante è che ogni modello scelto venga declinato attraverso le nuance che, come abbiamo specificato all’inizio, compongono l’essenza dello stile rustico chic.

Arredamento rustico chic: foto e immagini

Se volete creare degli ambienti dal calore naturale ma, comunque, ricercati, la soluzione potrebbe essere un arredo rustico chic. Per scoprire gli elementi essenziali lasciatevi guidare dalle immagini in galleria.