Fuorisalone 2021 Bocci: la nuova lampada a sospensione 100

In occasione del Fuorisalone 2021 Bocci presenta la nuova lampada a sospensione “100”.

Fuorisalone 2021 Bocci

Durante la Milano Design Week 2021 lo studio canadese di design Bocci (Bocci.com) presenta una nuova lampada a sospensione: 100. Il pezzo porta più artisti del vetro a lavorare con lo studio Bocci in un atto che diviene performativo. Le bolle di vetro fuso vengono preparate singolarmente, quindi rilavorate insieme per produrre nuove ed inedite forme di vetro ad incastro imprevedibili.

Il pezzo è stato inserito in un ambiente intimo all’interno dell’appartamento milanese del fondatore della galleria Carwan Nicolas Bellavance-Lecompte insieme ad una selezione curata di oggetti disegnati da Omer Arbel, Creative Direttore e co-fondatore di Bocci.


Leggi anche: Milano Bedding catalogo 2020: i modelli di tendenza

“Per 100 abbiamo sviluppato un metodo unico per creare forme affascinanti, abbiamo realizzato una complessità interessante, che rimane nascosta all’interno del volume” ci racconta il fondatore Omer Arbel. “In realtà abbiamo sviluppato questo metodo per utilizzarlo su altre forme e prodotti per molti anni, tagliando regolarmente i nostri prototipi per sapere cosa stava avvenendo all’interno. Allora ci è venuto in mente che l’atto di tagliare stesso può essere parte del lavoro, non solo un mero esercizio di apprendimento. Per 100, abbiamo usato una sega diamantata per tagliare le strisce dalle miscele di bolle dopo che si sono raffreddate, esponendo poi le parti geometriche più affascinanti.”

Fuorisalone 2021 Bocci

“100 è un’esplorazione del concetto di collisione nell’esposizione. La combinazione di lavorazione a caldo e lavorazione a freddo richiede in egual misura infatti intuizione ed abilità. È come se l’artista avesse una visione a raggi X per vedere l’interno del volume, costruirlo nella propria immaginazione in tempo reale, per scoprire quando effettuare il taglio. Inoltre per esporre la geometria interna, gli artisti devono tagliare le bolle da diversi angolazioni, per far sì che non si perda l’equilibrio sospeso del pezzo, tenendo presente che la bolla centrale deve rimanere intatta, in quanto diventa il diffusore della sorgente luminosa” ci ha spiegato Jay Macdonell, maestro vetraio di Bocci.


Potrebbe interessarti: Lampade a sospensione per ufficio: idee e spunti

Omer Arbel aveva già esposto alla Carwan Gallery di St Moritz e a quella di Monaco, il progetto 113, dei vasi frutto della sua personale esplorazione del rame e del vetro, oggetti unici che sono stati selezionati anche per una mostra alla galleria Carwan di Atene. Ora in occasione del Fuorisalone, questi speciali vasi sperimentali saranno presentati per la prima volta anche a Milano.

Accanto a 100, Bocci espone anche 44, una lampada scultorea in cui il gruppo di pendenti sono il risultato di un versamento di alluminio fuso in un grande contenitore riempito con moduli di sabbia rocciosa impregnati di resina. La sua matericità, il modo in cui fluisce nello spazio e rifrange la luce lo rendono un oggetto davvero unico al mondo.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Fuorisalone 2021 Bocci

Ogni singolo prodotto Bocci è fatto a mano. Ognuno viene soffiato, colato, intagliato, lucidato, confezionato e spedito direttamente dalla sede di Vancouver. Proprio per questo non esistono due prodotti Bocci identici; ogni pezzo ha una sua caratteristica irregolare che lo rendono unico, a sottolineare il lavoro dell’azienda nella ricerca e nell’evoluzione creativa. Bocci ha anche progettato 14, una lampada che è diventata un classico e che rimane un punto fermo del design e un bestseller dell’azienda.

Caterina Di Iorgi
  • Laurea in Filosofia
  • Giornalista pubblicista
  • Specializzazione in Architettura & Design
Suggerisci una modifica