Bollette pazze: ad un italiano serviranno 30 giorni di stipendio per pagarle

Davide Bernasconi
  • Autore - Laurea in Economia e Commercio
06/09/2022

Caro bollette Italia: un mese di stipendio per pagare luce e gas, peggio di noi in Europa solo cechi e greci. I dati dell’Unione Europea.

Bollette pazze: ad un italiano serviranno 30 giorni di stipendio per pagarle

I prezzi dell’energia elettrica e del gas continuano a salire mentre gli stipendi rimangono fermi, sebbene lo spettro dell’inflazione a due cifre è dietro l’angolo. Ma quanti giorni di lavoro serviranno al lavoratore medio per pagare le bollette pazze dell’inverno 2022?

A dirlo è uno studio della Ces, la Confederazione europea dei sindacati, che ha messo sotto la lente d’ingrandimento prezzi e salari nell’Unione Europea. Ad un italiano saranno necessari 30 giorni di lavoro per poter incassare i soldi sufficienti per saldare il conto delle utenze. 

E a mettere ancora più di malumore il popolo italiano è scoprire che fra i paesi UE, soltanto Grecia e Repubblica Ceca vantano una situazione peggiore della nostra. I dati parlano chiaro: al momento saranno circa 9,5 milioni di lavoratori italiani dovranno usare la calcolatrice in modo accurato per non trovarsi sull’orlo della bancarotta e poter pagare le utenze domestiche.

Lo studio, specifica, è basato sui dati di luglio 2022, quando già l’aumento rispetto all’anno precedente era stato del 38% in tutta Europa.

Dati alla mano, lo stipendio medio netto di un lavoratore italiano ammonta a €24.849 prevedendo che le bollette di un anno intero ammontino a €2071, dunque un mese intero di stipendio volerà via per saldare il conto.

Guardando negli altri paesi europei, i cittadini della Germania, nonostante le rigide temperature invernali, avranno vita più semplice rispetto a noi, considerando che con gli stipendi medi annui più alti, avranno bisogno soltanto, si fa per dire, di 21 giorni di paga per pagare la spesa media stimata in €1.907. Leggermente peggiore la situazione in Spagna, Olanda e Belgio, che con 24 giorni si piazzano davanti a noi italiani.

Sul podio dei più fortunati, troviamo un poker inaspettato con Lituania (11 giorni), Lussemburgo (14) e il duo Austria-Polonia a pari merito con 17 giorni utili per pagare.

Classifica

  1. Lituania 11
  2. Lussemburgo 14
  3. Austria 17
  4. Polonia 17
  5. Lettonia 19
  6. Ungheria 19
  7. Francia 20
  8. Irlanda 20
  9. Bulgaria 21
  10. Germania 21
  11. Danimarca 21
  12. Romania 21
  13. Portogallo 22
  14. Slovenia 23
  15. Spagna 24
  16. Olanda 24
  17. Belgio 24
  18. Estonia 26
  19. Svezia 26
  20. Croazia 27
  21. Slovacchia 30
  22. Italia 30
  23. Repubblica Ceca 33
  24. Grecia 36

Note: previsione di primavera AMECO delle variazioni salari/stipendi 2022 rispetto al 2021 utilizzata per adeguare le retribuzioni.

AMECO è la banca dati macro – economica annuale della direzione generale della Commissione europea per gli affari economici e finanziari.

Nell’infografica di I-Dome, invece, potrete trovare un confronto (2021/2022), per capire quanto ci costerà usare un elettrodomestico ogni giorno se i prezzi continueranno a salire.

Bollette pazze: ad un italiano serviranno 30 giorni di stipendio per pagarle
Credits Infografica: I-Dome