Come restaurare un lettino per neonati

Sei in attesa del tuo primo bebé e, un amico o un familiare, ha deciso di regalarti un lettino per neonati, che però ha bisogno di un restyling? Ecco alcuni consigli su come restaurare un lettino per neonati e trasformarlo in un rifugio sicuro e confortevole.

Come restaurare un lettino per neonati

Prepararsi per la nascita di un bambino, soprattutto se si tratta del primo figlio, significa anche acquistare un lettino per neonati.

Per molti neo genitori, tuttavia, un lettino nuovo per bebé spesso rappresenta una spesa importante e, difatti, frequentemente capita di incontrare sui social network richieste del tipo:

Cercasi lettino per neonati gratis o a poco prezzo.

Se però sei tra quei fortunati che hanno amici, o familiari, molto premurosi e con figli già grandi, è altamente probabile che potresti ricevere un lettino per neonati di seconda mano in regalo.

Dal momento che il lettino conterrà un carico molto prezioso, ovvero tuo figlio, prima di metterlo in funzione, è importante che tu lo controlli per sincerarti che sia sicuro e, soprattutto, che tu lo sottoponga a un restauro accurato.

Oggi quindi ti mostreremo, in sei passaggi, come restaurare un lettino per neonati e trasformarlo in un rifugio confortevole e sicuro per il tuo bebé.

Come restaurare un lettino per neonati

Come restaurare un lettino per neonati: i primi controlli da fare

Come restaurare un lettino per neonati

Se il lettino per neonati che ti hanno regalato è dipinto, il primo controllo da fare è verificare lo stato della vernice e, in particolare, se contenga o meno piombo.

Per rilevare la presenza di piombo, puoi acquistare un kit apposito, che viene venduto nei migliori negozi di bricolage. Per usarlo, segui le istruzioni che troverai nella confezione.

Se c’è del piombo nella vernice esistente, non puoi rimuoverlo e riutilizzarlo, perché sarà radicato in profondità nel legno.

La vernice stessa è pericolosa, non solo per i bambini,  ma anche per gli animali domestici. In questo caso, l’unica cosa che puoi fare è contattare il tuo Comune di domicilio per chiedere come smaltire il lettino in modo corretto.

Il secondo controllo che dovrai effettuare, è quello di vedere se, il lettino per neonati che ti hanno donato, soddisfa le linee guida di sicurezza vigenti attualmente in Italia.

Un lettino per neonati che era sicuro vent’anni fa, potrebbe non essere più considerato sicuro adesso, per una serie di ragioni (e tutte molto valide).

Per assicurarti che il lettino del tuo bebé sia sicuro, procurati una copia delle ultime linee guida sulla sicurezza e assicurati che il lettino sia conforme agli standard attuali o se, nel caso, si possa facilmente adattare per soddisfare i requisiti necessari.

Iniziare il ripristino del lettino: aggiungi più sbarre

Come restaurare un lettino per neonati

Un particolare importante, a cui dovrai prestare molta attenzione, è la distanza tra i montanti sul lato del lettino.

Se sono troppo larghi, il tuo bebé potrebbe finire con la testa incastrata tra di loro e, peggio ancora, soffocare.

Verifica quindi la distanza tra le sbarre, usando una lattina. Se riesce a passare in orizzontale, dovrai aggiungere più doghe quando ripristinerai il vecchio lettino.

Utilizza uno sverniciatore non tossico

Come restaurare un lettino per neonati

Prima di applicare la vernice nuova, dovrai rimuovere quella già esistente. Per farlo, utilizza un prodotto sverniciatore ecologico e, soprattutto, non tossico.

Dopo aver terminato di rimuovere la vernice, passa la carta vetrata su tutta la superficie del lettino per lisciarlo ed eliminare le schegge.

Da ultimo, ma non meno importante: controlla che non ci siano spigoli vivi, schegge che non sei riuscita a eliminare con il primo passaggio di carta vetrata o altre imperfezioni che possano ferire il tuo bambino.

Il consiglio in più: prima di usare lo sverniciatore, apri le finestre per arieggiare l’ambiente e utilizza dispositivi di protezione, come guanti, mascherine per il viso e occhiali protettivi.

Anche se lo sverniciatore è ecologico, di sicuro non vorrai correre il rischio di respirare qualcosa che non dovresti.

Ridipingere il lettino per neonati: come fare

Come restaurare un lettino per neonati

Oggi in commercio ci sono vernici sicure e atossiche realizzate appositamente per i mobili per bambini. Queste vernici, oltre a essere prive di piombo, non contengono sostanze chimiche dannose.

Puoi trovarle sia nei negozi di bricolage che nei ferramenta e, probabilmente, anche nei colori che corrisponderanno a quelli già presenti nella cameretta del tuo bebé. Prenditi il tempo necessario per cercarle.

Se il lettino presenta superfici intagliate, puoi spingere la vernice in queste aree difficili da raggiungere con uno straccio.

Controlla che la vernice sia completamente asciutta prima di iniziare a usare il lettino per neonati.

Sostituire il materasso: sì o no?

Come restaurare un lettino per neonati

È importante scegliere un materasso adatto per il lettino che hai appena restaurato, ma ricordati: non dev’essere un materasso vecchio e, men che meno, scadente.

Acquista un nuovo materasso che si adatti al telaio. Il materasso giusto dovrebbe urtare contro tutti i quattro lati, senza lasciare buchi, e dovrebbe essere dotato di lacci per tenerlo in posizione.

Ciò eviterà che il tuo bambino rimanga intrappolato tra il materasso e il lettino per neonati.

Restauro lettino neonati: ultimi consigli

Come restaurare un lettino per neonati

Per finire, verifica che l’hardware del lettino sia sicuro e in linea con le norme di sicurezza vigenti in Italia. Dopotutto non vuoi rischiare che le dita del tuo bebé rimangano intrappolate nell’hardware, quindi, anche in questo caso, meglio un controllo in più che uno in meno.

Dovresti anche installare una protezione da masticare intorno ai bordi superiori del lettino quando lo restauri. In questo modo impedirai al tuo bambino di mordere il legno e di farsi male.

Come restaurare un lettino per neonati: foto e immagini