Spostarsi a due ruote

Bici e monopattini a trazione elettrica: le proposte del momento per spostarsi su due ruote in città.

Spostarsi a due ruote
KFP Argento by Pininfarina

Sono la miglior risposta per una mobilità urbana sostenibile e rientrano in un discorso di micro mobilità cittadina, non necessariamente “lenta”, con la quale si cercherà di rispondere nell’immediato futuro a tutti i problemi di traffico e spostamento. Gli esempi includono le migliori e-bike, monopattini elettrici, pensati anche a misura di bambino, e innovativi veicoli per le consegne studiati per rendere più sostenibile la logistica nei centri urbani.

Spostarsi a due ruote
THOK MIG Powder Blue

Bici elettriche

Spostarsi a due ruote
Frontier, Vent

L’obiettivo di Vent era di creare una bici made in Italy (in Valsassina) che rappresentasse il trait d’union tra una classica bici da corsa e una mountain bike. Frontier, unisce design e artigianalità: ogni esemplare è, infatti, unico poiché realizzato a mano dalle maestranze che la saldano ed assemblano rendendola esclusiva a partire dalle saldature. Si presta ad utilizzi diversi che vanno dalle lunghe distanze su strade bianche fino al pavé cittadino.

Leggi anche Casa su due ruote

Nata come bici a pedalata assistita, si trasforma in una classica bici muscolare estremamente leggera, grazie alla semplice sostituzione della ruota posteriore motorizzata con una ruota convenzionale, oltre all’estrazione della batteria dal proprio alloggiamento.

Spostarsi a due ruote
THOK MIG Powder Blue

MIG di Thok è adatta ai neofiti delle bici elettriche così come ai biker esperti, abituati a versioni più muscolari. Da tempo un must per il suo genere ora è disponibile in una nuova versione dal colore “Powder Blue” grazie a una nuova livrea (in soli cento pezzi, non replicabile e ordinabile sul sito del brand) firmata da Aldo Drudi, il designer dei caschi di Valentino Rossi.

Caratterizzata da baricentro basso e un telaio progettato per assicurare comfort di guida, elevata trazione in salita e agilità in discesa.

Accessori per bici

Spostarsi a due ruote
Kit ripara bici, Kikkerland

È l’accessorio ideale per chi va in bici, utile soprattutto in città. Lucetta, design Pizzolorusso, di Palomar ha vinto numerosi premi di design ed è costituita da due piccole luci magnetiche dell’autonomia di 40 ore, facili da attaccare alla bici e garantite per rimanere in posizione anche sulle strade più accidentate.

Attraverso degli adattatori si possono utilizzare anche su bici in materiali non ferrosi. Con un clic si può selezionare a piacere un raggio fisso, una luce lampeggiante o veloce.

Spostarsi a due ruote
Lucetta, Palomar
Spostarsi a due ruote
Lucetta, Palomar

Intelligente come il kit di Kikkerland per riparazioni istantanee da portare sempre con sé (con brugole, colla, kit per la riparazione delle toppe).

Spostarsi a due ruote

Monopattini per tutti

Spostarsi a due ruote
ALeXT, Lamborghini Platum

Il monopattino elettrico ALeXT di Platum – nuova azienda votata alla mobilità elettrica urbana con cuore nella Motor Valley italiana – fa parte di un progetto sulla micro mobilità urbana condiviso con Lamborghini. Il modello in questione regge molto bene i diversi livelli di velocità risultando molto silenzioso con una manutenzione minima.

Le sue ruote senza camera d’aria non presentano rischio di foratura. Tra gli altri plus, gli indicatori di direzione integrati nel manubrio per una guida in tutta sicurezza.

Spostarsi a due ruote
AL e-Mobility

Tra gli altri accessori che fanno parte della linea AL e-Mobility, la borsa rigida appositamente per monopattini sempre personalizzata Automobili Lamborghini caratterizzata dalla finitura in fibra di carbonio e una linea riflettente che correndo lungo il bordo aumenta la visibilità.

Spostarsi a due ruote
KFP Argento by Pininfarina

Grintoso e ipertecnologico è anche KFP Argento by Pininfarina, il primo di una famiglia di prodotti ideati per la mobilità urbana comprensiva di monopattini, biciclette e bici pieghevoli, tutti elettrici. Il telaio in alluminio ha una pedana studiata per valorizzare le fluttuazioni del corpo di chi l’utilizza, con sospensioni nascoste, progettato specificamente per supportare tre differenti modalità di guida: lenta-eco, normale e sport, più veloce, disponibile con la versione con e senza frecce.

Il design, dinamico ed elegante, è pensato con particolare attenzione alla funzionalità e alla trasportabilità oltre che alla dinamicità su strada in sicurezza.

Spostarsi a due ruote
Dino, Italtrike

Dino, disegnato per Italtrike da Alain Pineau con la collaborazione di Samuele Bovino è un monopattino impilabile per riporlo agevolmente dopo l’uso, studiato appositamente per una fascia di età dai 2 ai 4 anni.

Agevola lo sviluppo motorio e l’apprendimento di nuove esperienze di equilibrio e di gioco garantendo un appoggio stabile e sicuro con un’ampia pedana, un manubrio fisso e tre ruote rivestite di gomma per aumentare l’aderenza senza segnare le superfici. Per sterzare si deve solo spostare, in modo intuitivo, il peso del corpo a destra o a sinistra (il freno sulla ruota posteriore dà un ulteriore strumento di controllo).

La parte meccanica è protetta in modo che il bambino non possa accedervi, interamente in materiale plastico riciclabile, senza viti né bulloni.

Consegne in città

Spostarsi a due ruote
Sum X, One Less Van

Il veicolo per consegne Sum X (Sum, sustainable urban mobilty) progettato da Diego Brunello e Carlo Maria Formenton per One Less Van, facilita sia il trasporto di persone a mobilità limitata che le consegne in città o i piccoli traslochi fino a 400 kg.

Il telaio, composto di tre parti fondamentali – la motrice anteriore, il pianale che può essere dimensionato secondo esigenza e l’asse posteriore – è interamente realizzato in materiali ultraleggeri (Carbonio e kevlar/carbonio) e pesa solo 46 kili. Ispirato ai veicoli commerciali del settore automotive può essere personalizzato con alcuni pratici optional come il parabrezza e il box refrigerato.

Spostarsi a due ruote

Spostarsi a due ruote: foto e immagini