Luke Edward Hall: il ragazzo prodigio dell’interior design

Il poliedrico e un po’ eccentrico artista designer inglese Luke Edward Hall è già uno dei protagonisti dell’interior design contemporaneo.

Luke Edward Hall
il designer Luke Edward Hall

È inequivocabilmente il dandy del design e la sua verve illustrativa (disegnare è la sua passione, quasi un istinto) connota da qualche anno, come un codice stilistico, tutto ciò che tocca: dalle ceramiche ai tessuti.

Poco più che trentenne, l’inglese Luke Edward Hall ora ha anche un futuro promettente di decoratore d’interni tanto da venire già descritto come “il ragazzo prodigio del mondo dell’interior design”. Il salto di scala risale a due anni fa con l’Hotel e bistrot Les Deux Gares di Parigi mentre sta completando un ristorante a Dubai e nel febbraio di quest’anno ha lanciato il suo progetto di moda Chateau Orlando dedicato all’abbigliamento (con una iniziale collezione di maglieria per uomo e donna) e agli accessori per la casa.

I suoi fan hanno già a disposizione ben due monografie per cogliere tutte le sfumature e “i segreti” del suo successo: The Art & Design of Luke Edward Hall, pubblicata da teNeues, e da questo mese il nuovo coffee book dall’evocativo titolo A kind of magic dell’editore americano Vendome.

Luke Edward Hall
A Kind of Magic

Luke Edward Hall: colori e decori per interni

Luke Edward Hall
Hotel Les deux gares, Parigi

Il primo grande progetto di art direction di Hall è un hotel a Parigi ricavato da un ex albergo ferroviario dei primi del Novecento tra la Gare du Nord e la Gare de l’Est. Il trattamento degli interni è all’insegna del mescolamento degli stili, come piace al designer che qui come altrove (si vedano le stanze del suo studio e del suo cottage) osa anche con accenti di colore, come nella boiserie verde menta della lobby e in alcuni pezzi d’arredo, rigorosamente su disegno, quali il divano blu a frange.

Tutte le quaranta stanze dell’albergo sono caratterizzate dalle testiere imbottite a righe, le applique bianche ravvivate con un motivo all’acquarello dello stesso Hall e la presenza di comodini d’antiquariato. Di fronte all’hotel sorge il Restaurant Café Les Deux Gares, decorato insieme all’artista francese Pauline Leyravaud che ha dipinto il soffitto con un effetto tartaruga. Anche qui spicca il rosso ciliegia del grande bancone, tra le sedie Thonet, applique Art Déco, panche in tessuti rigati e specchi decorati con motivi di finte cornici dipinte a mano.

Luke Edward Hall: tessuti da mixare

Luke Edward Hall
Return to Arcadia, Rubelli

Per la sua prima collezione di tessuti per arredamento con l’italiana Rubelli l’ispirazione, oltre che dalla passione per la mitologia e l’architettura, viene da un antico broccato settecentesco visto nell’archivio storico della Fondazione Rubelli, caratterizzato da nastri, cesti e una ricca decorazione floreale.

Return to Arcadia si compone di tredici tessuti di diverse varianti cromatiche per imbottiti, tende e cuscini. Ogni pezzo può vivere a sé ma anche nel mix poiché sovrapposizioni e dissonanze sono oramai un codice di stile condiviso.

Quando progetto gli interni, uno degli aspetti ai quali presto maggiore attenzione è il mix di tessuti. Questa idea è stata il punto di partenza per la mia collezione con Rubelli. La capsule include le tipologie di tessuti che preferisco: righe e floreali, geometrie, piccoli e grandi motivi. Sono particolarmente orgoglioso del fatto che ogni motivo ha preso vita da degli schizzi: ho disegnato a mano persino le righe, che poi sono state trasformate in formato digitale. Il risultato è una collezione dal carattere artigianale, piena di personalità e gioia

Luke Edward Hall: storie di porcellana

Luke Edward Hall
Il viaggio di Nettuno, Ginori 1735

Per il noto marchio italiano Ginori 1735 Hall ha disegnato i decori di tutte le porcellane delle collezioni Profumi Luchino e Il Viaggio di Nettuno.

La prima è la nuova collezione di profumazioni per la casa in cinque fragranze ispirate ad un viaggio immaginario attraverso i luoghi più amati dal nostro: Cotswolds, Marrakech, Rajasthan, Big Sur, Venezia. Tra realtà e fantasia nascono i disegni degli edifici immaginari che abbelliscono le candele profumate in porcellana, uno svuotatasche, un piatto, una piccola scatola con coperchio e i Souvenirs.

Il Viaggio di Nettuno è un servizio per la tavola evocativo di un altrettanto immaginario pranzo in compagnia da una terrazza affacciata su una spiaggia del Mediterraneo. I decori sui pezzi si popolano così di creature mitologiche e altri stravaganti disegni ispirati dalla mitologia greco-romana cara al designer.

 

Luke Edward Hall: la biografia

Luke Edward Hall
A kind of magic, Vendome

Luke Edward Hall dopo gli studi in fashion design alla Central Saint Martins di Londra e dopo aver lavorato per due anni in uno studio di design di architettura e di interni, ha fondato il suo studio nel 2015. Le sue commissioni spaziano dal mondo dell’arte e il design ai progetti di interior decoration.

Oltre a creare ceramiche, tessuti, mobili e accessori, negli ultimi tre anni ha collaborato con diverse aziende di moda come Burberry e importanti istituzioni come la casa d’aste Christie’s e la Royal Academy of Arts. Tra i suoi progetti recenti vi è persino un’etichetta di vino, in edizione limitata, friulane ricamate e gioielli. Dal marzo 2019 è editorialista del Financial Times dove in qualità di esperto risponde alle domande dei lettori su estetica, interior design e lifestyle.

Luke Edward Hall
A kind of magic, Vendome

Luke Edward Hall: foto e immagini

Gustiamoci il mondo sognante e “magico” del designer e illustratore Luke Edward Hall in questa gallery popolata di creature mitologiche e disegni ispirati dalla mitologia greco-romana riletta con gusto contemporaneo.