DaV Milano: un casual dining rivolto ai giovani

Uno spazio destinato a uffici con terrazza esterna si è trasformato in ristorante. Il DaV Milano del tristellato ristorante Da Vittorio, della famiglia Cerea rappresenta un nuovo format, un casual dining rivolto a una clientela giovane.

DaV Milano: un casual dining rivolto ai giovani
La reception

La location si trova al primo piano della Torre Allianz nel complesso Citylife di Milano – l’ormai noto ex quartiere fieristico della città, trasformato in un quartiere di grattacieli e residenze circondate da un grande parco – e porta la firma di Andrea Maffei Architects, tra gli studi più rinomati della città.

Dopo la laurea in architettura, Andrea Maffei si trasferito a Tokyo, dove ha militato a lungo nello studio di Arata Isozaki, diventandone associato e responsabile dei progetti italiani. A Milano ha fondato l’omonimo studio Andrea Maffei Architects, mantenendo sempre vivi i contatti con il celebtre architetto giapponese, con cui ha progettato anche la Torre Allianz, in cui si trova il DvA Milano.

Lo spazio

DaV Milano: un casual dining rivolto ai giovani
La boiserie e la grande vetrata sulla terrazza

La pianta del locale, di 530 metri quadrati, prevede due nuclei divisi al centro da uno largo e lungo spazio a forma rettangolare, completamente vetrato, che si affaccia sulla terrazza.

Sul lato nord è ubicata la cucina del ristorante, in quello sud la zona reception, mentre la parte centrale ospita il ristorante vero e proprio, che può accogliere fino a sessanta coperti. In ogni area sono state preferite le medesime finiture e gli stessi materiali, scelta dettata dalla volontà di non creare separazioni tra una zona e l’altra, per ‘seguire’ il cliente fino al tavolo.

Leggi anche Boiserie: 30 esempi

Il concept

DaV Milano: un casual dining rivolto ai giovani
La sala ristorante

Alla base della proposta e del concept di casual dining informale, già sperimentata con DaV Mare a Portofino, c’è il piacere di stare insieme, il vivere un’esperienza gustando piatti semplici, ma sempre di alta qualità con prezzi ridotti, rispetto al ristorante stellato.

Per accentuare il concetto di condivisione, è stato pensato il CondiviDaV, una ‘rivisitazione’ divertente di antipasto a base di verdura, carne e pesce, sotto forma di assaggi e finger food serviti al centro del tavolo, da condividere.

La boiserie

DaV Milano: un casual dining rivolto ai giovani
La boiserie

Una lunga boiserie in legno, realizzata su disegno e composta da elementi piramidali assemblati in vario modo, fa da sfondo alla sala principale ed è l’elemento caratterizzante del locale con un impattante effetto visivo. Anche le porte dei bagni e le ante dei cavedi tecnici, seguono il gioco geometrico della boiserie, in modo da ‘perdersi’ nel suo schematismo formale, accentuato dalle luci radenti provenienti dall’alto, che giochi di creano ombre e riflessi.

Il rivestimento dei pavimenti e delle pareti non rivestite con la boiserie, è in grès Pietra piasentina grigio chiaro.

DaV Milano: un casual dining rivolto ai giovani
Il bancone centrale

Il soffitto, il cui disegno a listelli di legno scuro segue il passo degli infissi della facciata, è ispezionabile, per poter accedere agli impianti agevolmente e permetterne la manutenzione necessaria. Anche i pannelli fonoassorbenti, definiti da una serie di listelli trasversali e inclinati, sono removibili per assicurarne una facile ispezionabilità e il loro numero è raddoppiato dove sono posizionati i faretti orientabili a luce puntuale diretta sui tavoli.

Si è optato per un’illuminazione concentrata sulle pareti e sui tavoli e sul cibo accolgono, a cui è rivolta particolare attenzione, ottenendo un’ambientazione soft.

DaV Milano: un casual dining rivolto ai giovani
La sala ristorante e la cucina a vista

Quanto all’arredo, lo studio di architettura ha optato per le poltroncine imbottite Foyer di Calligaris, disegnate da Edi & Paolo Ciani, con base in legno a quattro e i tavoli Cocktail di Connubia, sia per l’interno, sia per l’esterno.
I banconi sono arredati con gli sgabelli imbottiti con base in metallo Oleandro, disegnati da Archirivolto, sempre per Calligaris.

American bar, bancone per antipasti

DaV Milano: un casual dining rivolto ai giovani
L’american bar

Se uno dei punti forti del DaV Milano è l’arte dell’aperitivo, non poteva mancare la zona dedicata ai drink e agli alcolici con la tradizionale parete a specchio e il bancone stile american bar.

DaV Milano: un casual dining rivolto ai giovani
Il bancone interno

Agli antipasti è dedicato un bancone ah hoc mentre, alla pizza, un box vetrato, in cui i cuochi possono stupire la clientela mentre preparano le pietanze e – ‘creano’ – i piatti. In contrasto col calore del legno e per riprendere il colore della pavimentazione, i banconi sono rivestiti in pietra Thala grigio chiaro plissettato.

La terrazza

DaV Milano: un casual dining rivolto ai giovani
La terrazza

L’ampia terrazza esterna di 600 metri quadrati affaccia sulla piazza e sul verde circostante ed è attrezzata, al centro, con un altro bancone per i cocktail e gli antipasti con lo stesso rivestimento in pietra di quelli interni.

I tavoli e le sediePanarea disegnate da cmp design per Pedrali -, che possono ospitare fino a ottanta coperti, sono disposti attorno al bancone, seguendo l’andamento dei grandi vasi attrezzati a verde, disposti sulla terrazza. Durante il periodo estivo, gli spazi outdoor sono coperti da grandi tende avvolgibili.

DaV Milano: un casual dining rivolto ai giovani
La terrazza e il verde

La sommatoria di tutte le scelte progettuali, di materiali e di prodotto effettuale per il DvA Milano, ha prodotto un locale elegante e caratterizzato da uno stile contemporaneo e metropolitano.

DvA Milano: foto e immagini