Verniciare cancellata arrugginita: procedimento e guida

La cancellata d’ingresso alla tua abitazione mostra degli evidenti segni di ruggine? Certo, la cancellata è solitamente il biglietto da visita con il quale la tua proprietà si presenta, partiamo da tale considerazione per entrare nell’ottica dell’intervento

Verniciare cancellata arrugginita: procedimento e guida

Con questa guida, porremo in essere le fasi d’intervento per la nostra cancellata arrugginita. Capiremo quando intervenire, ma soprattutto come farlo. Sarebbe un peccato, d’altronde, lasciare che riversi in situazioni di poca o nessuna presentabilità. Ancor di più, alla luce del fatto che gli interventi da mettere in pratica, non sono molti, oltre ad essere altresì di realizzazione non complessa.

Vediamone di seguito le considerazioni e i passaggi fondamentali.

Verniciare cancellata arrugginita: gli obiettivi da raggiungere

Verniciare cancellata arrugginita: procedimento e guida

Oltre a quanto già accennato, è indispensabile tenere una corretta manutenzione di quelli che sono elementi estetici, di presentazione dell’abitazione, ma anche funzionali. Su quest’ultimo punto, elementi come il cancello domestico della propria villa, o del giardino attiguo all’abitazione, andranno usati con una frequenza più che giornaliera.

Le aperture e chiusure, in tal caso, si alternano diverse volte nell’arco della giornata. Ciò implica, sul piano estetico, la visione costante, anche rispetto ad ospiti, o a chiunque si trovi a passare dall’esterno, che si farà idee piuttosto distorte sul design di presentazione della vostra proprietà. La cancellata rappresenta infatti una sorta di “biglietto da visita” per la vostra abitazione.

Ora, che ad un certo punto, dopo un certo trascorso per il cancello, appaia la ruggine, è un episodio del tutto normale. Non significa che abbiate mal tenuto la proprietà. Semplicemente, con il trascorrere del tempo, le superfici metalliche possono essere soggette ad usura, che si manifesta, per l’appunto, con la ruggine. L’effetto è accentuato dall’operato degli agenti atmosferici, che non manca mai di manifestarsi.

Le superfici considerate si arrugginiranno, effetto dato dall’ossidazione, apportato dagli agenti stessi. Vediamo quali sono gli accorgimenti da porre in essere per un lavoro realizzato coi fiocchi. Non ti sarà difficile realizzare i detti interventi, specialmente se ami il fai da te.

Rimozione della ruggine superficiale dal cancello

Verniciare cancellata arrugginita: procedimento e guida

Il primo intervento da porre in essere è la rimozione dello strato di ruggine comparso su quella parte, o quelle date parti del tuo cancello. Quali sono i mezzi per farlo? In ciò abbiamo possibilità di scelta, potendo scegliere tra spazzola metallica, carta vetrata, lima, spazzole a tazza, ed infine, rulli abrasivi.

In merito alla spazzola metallica, essa è un complemento di fondamentale importanza, l’unico in grado d’inserirsi per rimuovere la ruggine nel design con presenza di pieghe, oltre che nelle zone ricurve.

La carta vetrata potrà essere utilizzata su tutto il resto della superficie, in evidenza. Si tratta di un sistema più che classico di rimozione per incrostazioni ostiche dalle superfici, qual è il caso della ruggine. Anche la lima lo è. In particolare, per allisciare superfici con parti ruvide di ogni tipo, anche molto solide. Possiamo scegliere tra una forma piatta, triangolare, o rotonda, per come meglio si addice alle nostre esigenze d’impugnatura.

Le spazzole a tazza costituiscono un accessorio che si mostra in tutta la sua completezza, nell’utilità apportata. Si appone sul trapano, elimina velocemente la ruggine, anche nelle angolazioni ed i punti più difficili.

Soltanto una piccola avvertenza, a proposito dell’ultimo mezzo citato: la rapida levigatura della ruggine comporterà la dispersione di polvere. Essa, al termine del trattamento, andrà opportunamente rimossa con un panno apposito, imbevuto di nitro, o benzina.

Per ultimo, abbiamo lasciato la soluzione dei rulli abrasivi. Si tratta di un accessorio classico per l’uso considerato, ma destinato a chi ha già una determinata manualità per il bricolage. Permetterà la levigatura di tutto un ampio strato di ruggine, in pochissimo tempo.

Rimozione degli ulteriori residui di ruggine

Verniciare cancellata arrugginita: procedimento e guida

Una volta rimosso lo strato, o gli strati superficiali di ruggine, applicheremo, sulla superficie interessata, delle finiture protettive. Parliamo, nello specifico, dell’antiruggine e del convertitore.

Senza dubbio, il più conosciuto è l’antiruggine. Esso si trova dappertutto, ed aiuta la rimozione di quelle incrostazioni di ruggine infiltrate al di sotto dello strato verniciato. Applichiamo il prodotto, pertanto, prima di procedere con la nuova verniciatura. E’ molto importante l’operazione anzidetta, poiché le incrostazioni al di sotto non vanno mai ignorate, altrimenti si favorirà una facile ossidazione anche del nuovo strato applicato.

La soluzione antiruggine è disponibile altresì in formato gel. Quest’ultimo è ad azione più rapida, dalla composizione chimica in grado di eliminare la ruggine per scioglimento.

L’altra soluzione citata, il convertitore, è un composto a base, in buona parte, acquosa. Andrebbe steso sulla superficie, con l’ausilio di un panno, o un pennello. Una volta fatto ciò, esso formerà una patina scura nella zona interessata, contestualmente all’asciugatura.

La fase della verniciatura: aspetti pratici

Verniciare cancellata arrugginita: procedimento e guida

Nella gran parte dei casi, il cancello colpito da ruggine sarà in ferro, che, non a caso, è il materiale che si trova più di frequente in elementi di questo tipo. Procediamo con un’ulteriore pulizia, stavolta in senso generale, che segue a quella specifica del trattamento antiruggine.

Utilizziamo, per tale operazione, del detersivo ad effetto sgrassante, diluito con acqua. Attenderemo anche qui l’asciugatura, che potrà essere velocizzata con l’aiuto di un panno asciugante. Puliamo anche, con la stessa soluzione, i punti più difficilmente raggiungibili, con l’ausilio di un pennello, stretto, come quello per pulire i termosifoni, il pennello a pipa.

Possiamo quindi cominciare l’operazione definitiva di verniciatura, sempre con l’accortezza d’utilizzare, il medesimo pennello a pipa, per quelle stesse difficili angolazioni, prima menzionate per la pulizia.

Opportuno poi posizionare dei fogli di giornale al di sotto dell’intera sezione occupata dal cancello, con l’accortezza di lasciare un ampio margine, onde evitare la posa a terra di schizzi di vernice. Al termine della verniciatura, lasciar asciugare la superficie del cancello. Trattandosi di ambiente esterno, saranno sufficienti alcune ore.

Posizionare, per sicurezza, un cartello dove si avvisa dell’operazione svolta, per far sì che nessuno vi posi accidentalmente la mano.

Verniciare cancellata arrugginita: foto e immagini

Non ti resta che sfogliare la nostra galleria per qualche spunto sul tema.