Angolo studio per bambini e ragazzi: come crearlo in 3 mosse!

Idee e consigli su come ricavare un perfetto angolo studio per i ragazzi di tutte le età.

angolo-studio-cameretta 21

La camera dei bambini è una camera dinamica, in continua evoluzione, che segue la crescita dei nostri piccoli e grandi “inquilini”. La particolarità di questa stanza ci impone, quindi, di doverla progettare con cura ma in maniera elastica così da essere capace di trasformarsi facilmente e rispondere ai nuovi bisogni dei ragazzi, passando da postazione per disegnare e liberare la loro creatività a postazione dove preparare un esame.

angolo-studio-cameretta 14

Il luogo dello studio è infatti molto importante per il corretto apprendimento delle varie materie che si troveranno ad affrontare durante i loro studi, dalle elementari fino alla maturità e, soprattutto in questo momento storico dove sempre più spesso si è costretti a ricorrere alla Dad (didattica a distanza), l’ambiente dedicato allo studio deve essere confortevole, tranquillo e ben strutturato.


Leggi anche: Lampade per la cameretta dei bambini

Scegliere il posto più adatto per scrivania ed accessori

Per creare un angolo studio nella cameretta dobbiamo renderla polifunzionale, dividendo correttamente lo spazio in aree funzionali per le attività di riposo, gioco e studio. La valutazione dello spazio a disposizione è, dunque, fondamentale fin da subito perché solo in base alla grandezza della stanza che si può decidere dove posizionare il nostro angolo studio.

In questo modo, creare lo spazio dedicato alla concentrazione e allo svolgimento dei compiti o per i momenti creativi dei nostri bambini sarà molto più semplice.

angolo-studio-cameretta 01

Il nostro ambiente deve prima di tutto prevedere l’inserimento di una scrivania e questo vuol dire che il primo passo consiste nello scegliere una postazione per creare il nostro angolo studio. Infatti ogni camera ha una struttura diversa: può essere di forma rettangolare o quadrata oppure prevedere una parete trasversale, e questo deve orientarci nella scelta del posto migliore dove posizionare la scrivania, elemento fondamentale.

Per una camera standard, il punto migliore dove posizionare la scrivania è aderente alla parete e vicino ad una finestra così da sfruttare al massimo la luce naturale. Il consiglio è quello di non metterla esattamente di fronte alla finestra, ma vicino così da evitare le distrazioni del “mondo esterno”!

angolo-studio-cameretta 11

Per le stanze non troppo grandi le soluzioni ideali sono quelle salvaspazio come ad esempio le strutture a ponte che, unendo in un unico blocco letto ed armadio, occupano una sola parete lasciando spazio per posizionare sulla parete opposta la scrivania per la postazione studio.

Altra soluzione salvaspazio è offerta dalla cameretta a soppalco che sviluppandosi in altezza ci permette di guadagnare un grande spazio sotto al letto dove poter posizionare il nostro angolo studio che sarà perfettamente funzionale anche per dividere correttamente la zona giorno-studio da quella notte.


Potrebbe interessarti: Come ricavare una stanza dall’ingresso

angolo-studio-cameretta 10

Come scegliere scrivania e sedie: misure e caratteristiche

Dopo aver trovato il punto giusto dove collocare il nostro angolo studio è fondamentale scegliere con cura la vera protagonista: la scrivania con la relativa seduta.

angolo-studio-cameretta 09


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Le misure sono tante e variano anche in base all’età degli studenti, ma in ogni caso devono seguire la forma della nostra stanza e lo spazio che abbiamo a disposizione. In genere una scrivania standard ha una profondità di 60 cm ma può spaziare tra i 45, il minimo per mettere un pc o scrivere comodamente su un quaderno, e gli 80 cm che invece garantiscono un agevole spazio di manovra. Per la lunghezza le misure oscillano tra i 90 cm fino ai 2 metri o più se pensiamo di mettere un unico piano diviso a metà per due ragazzi in modo che ognuno abbia il suo spazio privato.

Anche l’altezza varia in base al bisogno e alla fase di crescita del bambino, se infatti ci occorre una scrivania per un bambino di 6 anni l’altezza giusta parte dai 70 cm e cresce al crescere del bambino.

Il tocco in più: per questi primi anni di studio l’idea ottimale è quella di scegliere una scrivania regolabile così che si possa adattare alle fasi di crescita del bambino.

Per la scelta della scrivania possiamo valutare diverse opzioni, tra cui il classico scrittoio, sicuramente più lineare e di design ma che ha il difetto di avere poco spazio per riporre il materiale; oppure optare per una scrivania con un blocco unico per cassetti e scaffali, visivamente più impattante ma certamente più pratica.

angolo-studio-cameretta 17

Altro elemento fondamentale per rendere perfetto il nostro angolo studio è la seduta, parole d’ordine: sostegno e comodità.  La sedia è infatti molto importante per consentire una corretta postura ed evitare problemi al collo e alla schiena, ma deve essere contemporaneamente comoda, dovendoci passare molto tempo.

Il primo aspetto da valutare è necessariamente correlato all’altezza del piano lavoro, infatti la sedia deve essere inferiore di almeno 30 cm rispetto alla scrivania. Meglio dunque scegliere una sedie ergonomica e regolabile sia nell’altezza che nell’inclinazione delle schienale.

angolo-studio-cameretta 18

Complementi, luci e colori

Dopo aver posizionato scrivania e sedia dobbiamo concentrarci su tutti i mobili di supporto per riporre il materiale da studio: libri, quaderni e cancelleria. Se abbiamo scelto una scrivania con blocco unico i cassetti saranno già integrati nel blocco e quindi occorrerà solo aggiungere delle mensole o una libreria per riporre i libri. In questo caso le mensole sono più adatte perché non appesantiscono la parete ed è possibile posizionarle a diverse altezze.

angolo-studio-cameretta 02

Se invece abbiamo scelto solo uno scrittoio con la relativa seduta allora dovremo dotarci di una cassettiera e di alcuni ripiani. Possiamo anche optare per l’inserimento della scrivania tra due colonne di scaffalature, così da creare un vero e proprio angolo adatto alla concentrazione.

Il tocco in più: scegliere una cassettiera con le ruote per poterla facilmente spostare.

I colori sono utilissimi per circoscrivere il nostro angolo studio, donandogli carattere, particolarità e risalto e rendendolo al contempo il più stimolante possibile. Con il celeste possiamo trasmettere calma e confort, è un ottimo colore per calmare l’ansia e rendere i nostri bimbi più creativi. Il giallo è un colore energico e vivace, capace di stimolare pensieri positivi e di eliminare lo stress. Il verde, infine, è un colore brillante che richiama la natura e favorisce la concentrazione ed elimina l’agitazione.

angolo-studio-cameretta

Se invece non vogliamo scegliere una parete totalmente a contrasto possiamo optare per una soluzione animata utilizzando la carta da parati: per i più piccoli è divertente ed istruttiva una carta da parati raffigurante un mappamondo o le diverse specie di animali.

Il tocco in più: creare uno spazio creativo accanto alla scrivania o sulla parete dove è appoggiata, scegliendo una pittura-lavagna.

angolo-studio-cameretta 12

Infine per la luce, abbiamo già detto che l’opzione migliore è quella di sfruttare la luce naturale, ma se così non fosse è utile scegliere delle lampade da tavolo con intensità regolabile per seguire al meglio il cambio di luce naturale della stanza.

Angolo studio in cameretta: foto e immagini

Sfogliando la nostra gallery potrai trovare tante idee per creare il perfetto angolo studio per i tuoi figli!