Soggiorno pareti color blu elettrico: spunti sorprendenti

Tiziana Morganti
  • Dott. in Storia Moderna

Come dare al proprio soggiorno un tocco innovativo senza eccedere troppo rischiando un effetto poco elegante o stancante? La risposta viene dal colore blu elettrico che, in questo caso, è utilizzato sulle pareti della stanza in abbinamento con un arredo sempre molto studiato per esaltare la luminosità e la profondità di una nuance tutt’altro che scontata.

Soggiorno pareti color blu elettrico

Solitamente per definire l’atmosfera di ambienti dedicati al risposo o alla conversazione si preferisce utilizzare delle nuance morbide o delicate, la cui natura induce ad una naturale rilassatezza. Una sorta di regola di base che, però, non vale per tutti. Molti, infatti, sono quelli che, nella vita di tutti i giorni come nel design della propria abitazione, preferiscono di gran lunga delle tinte accese, pronte a richiamare una vitalità quasi instancabile.

Il rischio, però, è che questi colori così decisi e forti possano stancare otticamente, soprattutto se utilizzati per le pareti di un soggiorno. Per evitare questo pericolo, dunque, è bene ponderare bene la propria scelta e, magari, far cadere la preferenza su di una nuance brillante in grado, però, di trasmettere anche tranquillità.

Una caratteristica che è tipica della gamma cromatica del blu e, quindi, anche della sua variante in elettrico. Ovviamente si tratta di un colore molto forte che non lascia certo spazio a diverse interpretazion, ma che può variare molto nei diversi sottotoni cromatici e, soprattutto, nella scelta di una versione opaca.

In questo modo, dunque, la tinta blu elettrico può vestire alla perfezione un soggiorno, adattandosi anche ai diversi stili di design. Prima di approfondire questa parte, però, vediamo con esattezza cosa s’intende quando si parla di blu elettrico. Il colore in questione si avvicina molto al così detto ciano e simboleggia un lampo, il bagliore dell’aria.

Per quanto riguarda la denominazione, invece, questo risale al 1884 e veniva utilizzata per riferirsi a qualsiasi nuance di blu particolarmente accesa. Questo vuol dire, dunque, che si tratta di una tinta in uso già da molto tempo e che, in passato, ha trovato spazio nei rivestimenti o sui decori per pareti dei salotti più eleganti.

Perché, però, risalti al massimo è bene abbinarla sempre ad un arredo che si fonda alla perfezione con un ambiente così deciso. In questo caso vuol dire prestare particolarmente attenzione sia alla forma che alle nuance del design scelto. Il tutto per creare un colpo d’occhio veramente armonioso per un soggiorno in cui si desideri intrattenersi e rilassarsi ogni giorno.

1. Blu elettrico e boiserie bianco

Soggiorno pareti color blu elettrico

Le nuance più accese  come il blu elettrico sicuramente riescono ad attrarre facilmente lo sguardo di molti ma, al tempo stesso, fanno un po’ timore, soprattutto se utilizzate sulle parati di un soggiorno. Per mitigare questa paura di eccedere, però, è possibile utilizzare la tinta in modo tale da gestire al meglio il suo potenziale e gli eventuali rischi. Per chi, dunque, sta pensando di osare ma non troppo, una scelta ideale potrebbe essere l’abbinamento con il bianco.

Ma come far condividere lo stesso spazio a questi due colori per creare un insieme armonico e non scontato? In questo caso l’utilizzo della boiserie rappresenta l’escamotage migliore. Così, infatti, non solo viene suddiviso con ordine lo spazio della parete ma, al tempo stesso, si crea un effetto elegante e molto attuale, soprattutto se il blu elettrico è declinato in una tinta opaca e meno strillata, più vicina a un carta da zucchero intenso.

Gestendo in questo modo il rapporto tra blu elettrico e bianco, dunque, si va a creare un ambiente molto luminoso e leggero, nonostante l’utilizzo di un colore dalla forte personalità. Un risultato che può essere accentuato grazie all’inserimento di un divano dal rivestimenti grigio chiaro o ghiaccio e da pavimentazioni in marmo riscaldate, magari, da un tappeto che richiami la nuance scelta per le pareti.

2. Blu elettrico e bronzo

Soggiorno pareti color blu elettrico

Chi ha una personalità eccentrica volta a stupire gli altri anche grazie a scelte di arredo fortemente personalizzate, non avrà sicuramente timore di utilizzare per le pareti del proprio salotto la versione più accesa e brillante di blu elettrico con una nota virante verso il turchese intenso. Ma come far risaltare al massimo una tinta che riporta verso l’intensità del mare? Uno degli abbinamenti più efficaci è senza dubbio con il bronzo.

Una nuance, questa, che si consiglia di utilizzare soprattutto per quanto riguarda i compendi di arredo come i punti luce o i tavolini da caffè. Grazie anche alla presenza di una seduta in un brillante ocra e a dei cuscini scelti strategicamente per riprodurre le nuance dominanti dell’ambiente, si ottiene un effetto finale fortemente vitale ma anche di gran gusto.

L’arma segreta di questo insieme, infatti, è nel giusto dosaggio dei punti di colore e luci, all’interno del quale il divano va quasi a fondersi con le pareti grazie ad un rivestimento in velluto blu che, contribuisce a spegnere la forza della tinta scelta per le pareti. Una chiara dimostrazione, dunque, di quanto il blu elettrico possa rappresentare una scelta valida anche per il soggiorn, purché fatto dialogare con uno stile assolutamente non casuale per forme e colori.

3. Blu elettrico e legno

Soggiorno pareti color blu elettrico

In questa ricerca di armonia non poteva mancare certo l’inevitabile rapporto della tinta blu elettrico con il legno. In questo caso si tratta di un binomio perfetto in grado di vestire agevolmente soprattutto un soggiorno dallo stile classico che, però, non ne vuole sapere di essere scontato. E’bene specificare che l’elemento naturale del legno deve essere utilizzato nella sua versione più chiara per non andare ad appesantire la nuance delle pareti e, così, rischiare di chiudere eccessivamente l’ambiente.

Una leggerezza che, ad esempio, dovrebbe essere duplicata anche nella scelta di un parquet quanto più naturale per la pavimentazione e per dei compendi d’arredo con strutture lineari, poco articolate ed essenziali.

In questo modo, dunque, lo spazio  può essere occupato agevolmente da un divano e delle sedute importanti, il cui rivestimento riprenda la tinta blu delle pareti ma in un sottotono più caldo e, soprattutto, opaco. Ad incorniciare il tutto, poi, si consiglia di scegliere sempre dei tendaggi chiari e molto leggeri per permettere alla luce di passare e far brillare nel migliore dei modi il colore scelto.

Soggiorno pareti blu elettrico: foto e immagini

Quando si parla di blu elettrico probabilmente non si pensa mai alle pareti di un soggiorno. Nonostante questo, una nuance così accesa potrebbe essere una scelta al tempo stello forte e di grande stile. Scopriamo le potenzialità di questo colore attraverso le immagini della galleria.