Dove mettere il pianoforte in casa


A coda o verticale, il pianoforte è uno strumento elegante e sobrio che può adattarsi e diventare un complemento d’arredo irrinunciabile per una casa raffinata.

Come-e-dove-sistemare-un-pianoforte-in-casa-1


Il pianoforte è uno strumento a corde. Queste vengono scosse dai martelletti che sono collegati alla tastiera. Ma non deve essere solo un meccanismo che produce suoni, anzi. Oltre a regalare delle melodie deliziose e avvolgenti, è un elemento che può arricchire la vostra casa, a seconda della posizione e funzione che gli attribuite.

Come-e-dove-sistemare-un-pianoforte-in-casa-19


Scegliere strumento adatto

Prima di ragionare su dove posizionare il nostro piano, sarà bene selezionare quale tipologia di strumento preferiamo.

Difatti, se coltiviamo a livello professionale questa passione o abbiamo molto spazio a disposizione, la sceltà dovrà ricadere necessariamente sul piano a coda.

Molto elegante, il pianoforte a coda ha un’ampiezza sonora molto più vasta, permettendogli, infatti, di essere impiegato anche nei concerti.

Questo, però, avrà bisogno di molto spazio, quindi se abitate in un appartamento piccolo dovrete rinunciare alla coda.


Leggi anche: Musica e design: 5 idee creative per riciclare gli strumenti musicali

Al contrario, il pianoforte verticale produce dei suoni più ovattati, il che lo rende estremamente comodo per chi abita in un appartamento con altre persone o in un condominio dalle regole severe per gli schiamazzi.

Inoltre, quello verticale occupa indubbiamente meno spazio, non avendo l’elegante ma ingombrante coda. Si può adattare tranquillamente ad una qualsiasi parete o incassarlo nel muro.

Come-e-dove-sistemare-un-pianoforte-in-casa-6

Trasporto pianoforte

Una volta scelto il piano, occorrerà trasportarlo a casa. A meno che non vogliate distruggerlo ancora prima di averlo suonato, è bene prendere contatti con una ditta esperta nel trasporto di mobili ed arredi particolari.

Queste, infatti, sanno come trasportare al meglio un pianoforte.

Inoltre, faranno attenzione ad altri fattori che potrebbero danneggiare il piano, come ad esempio la temperatura e l’umidità che si potrebbe infiltrare.

Dovremo tener conto di queste variabili anche noi, quando decideremo in che stanza metterlo, in modo tale da garantire una lunga conservazione dello strumento.

Come-e-dove-sistemare-un-pianoforte-in-casa-20

Androne delle scale

Nelle case a più piani, un elemento ovviamente necessario sono le scale che collegano i vari piani. Estremamente belle quelle a chiocciola, offrono abbastanza spazio per poter posizionare un pianoforte.

Nel loro androne, infatti, specialmente il pianoforte a coda si sposa armoniosamente con la rotondità delle scale.

Come-e-dove-sistemare-un-pianoforte-in-casa-12

Se invece non avete delle scale a chiocciola, il pianoforte può essere sistemato comodamente attaccato al muro nello spazio sottostante alle scale. In particolare, sarà il pianoforte verticale a fare una figura altolocata in questo spazio.

Come-e-dove-sistemare-un-pianoforte-in-casa-7

Sala musica con pianoforte

Il pianoforte può essere posizionato anche assieme ad altri strumenti. Ad esempio, potremmo aver adibito una zona musica in cantina – ovviamente facendo attenzione all’insonorizzazione e all’umidità che potrebbe filtrare, rovinando gli strumenti.

Per gli appassionati, infatti, assieme alle chitarre appese non può mancare un piano di accompagnamento.

Come-e-dove-sistemare-un-pianoforte-in-casa-21

Usare colori del pianoforte

Ovviamente, la scelta più elegante è quella di un pianoforte nero, classico e sobrio. In una stanza completamente bianca può rappresentare anche un bel contrasto con il resto dei colori.

Tuttavia, potete anche provare a comprarne uno un po’ diverso, come ad esempio di colore bianco, meno diffuso.

Se preferite osare ancora di più, scegliere il piano dai tasti colorati, con una vernice un po’ consumata dona un aspetto più bohemien alla casa.

Come-e-dove-sistemare-un-pianoforte-in-casa-5

Pianoforte riciclato

E se invece avete un vecchio strumento che non funziona più ma che non volete buttare perchè è un bel ricordo?

E’ arrivato il momento di riciclarlo!

Ad esempio, potreste utilizzarlo come ripiano dove posare libri, vasi con fiori o il servizio da té.

Se però queste idee vi sembrano poco originali, potreste optare per trasformare il pianoforte in una fontana per il vostro giardino o un portafiori.

Mantenendo la struttura originale del pianoforte, dai tasti potrebbe uscire dell’acqua fresca che annaffierà il vostro giardino, ovviamente affidandosi ad un esperto per fare un lavoro del genere.

Come-e-dove-sistemare-un-pianoforte-in-casa-14

Pianoforte vicino finestra

Leggere gli spariti piccoli e le minuscole note scritte sul pentagramma potrebbe essere difficile, quindi, c’è bisogno di un luogo illuminato.

Attenzione, quindi, a sistemare il piano in un posto ben illuminato: anche il centro della stanza sotto il lampadario potrebbe essere adatto.

Se, invece, disponete di una grande finestra, è quello il posto giusto dove mettere il pianoforte. Questo strumento, infatti, di qualsiasi colore lo sceglierete, risalterà con la luce naturale.

Come-e-dove-sistemare-un-pianoforte-in-casa-17

Accorgimenti finali

Prima di posizionare finalmente il vostro piano, quando prendete le misure per sistemarlo, ricordatevi due ultime cose.

Il pianoforte dovrà essere accompagnato da un sedile, quindi considerate anche questo quando misurate il posto dove volete sistemarlo.

Se, infatti, potete posizionarlo sotto il piano quando non lo utilizzate, sporgerà comunque un po’.

Infine, il piano porta con sé anche molti spartiti. Per non tenerli in maniera disordinate, controllate di avere abbastanza posto sulla libreria o soppesate l’idea di acquistare un cestino di vimini per posarli o un portariviste.

Come-e-dove-sistemare-un-pianoforte-in-casa-9

Come e dove sistemare un pianoforte in casa: foto e immagini

Per avere qualche altro spunto su come sistemare un pianoforte, ecco qualche altra idea nella galleria delle immagini.

Elena Morrone

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta