Divisorio modulare: come sceglierlo, materiali, stili e colori

Un divisorio modulare consente di giocare con gli spazi e di ottimizzarli. Ecco una guida per accompagnarti nella scelta del divisorio modulare, i colori, gli stili e tendenze del design di interni. Ecco le nostre proposte.

Divisorio-modulare4

Open space, monolocali, stanze ampie e ambienti vasti richiedono, spesso, di essere modulati per trarre il massimo e ottimizzare arredamento e disposizione. Le soluzioni che è possibile adottare sono molteplici, vanno dalle pareti divisorie, alle strutture in cartongesso fino ad arrivare all’utilizzo di divisori modulari.

Vogliamo concentrarci su quest’ultima opzione, che presenta notevoli vantaggi. In primo luogo si tratta di soluzioni reversibili, che è possibile montare e smontare, spostare ed eliminare in pochi passaggi, in quanto non richiedono interventi strutturali. In secondo luogo questa tipologia di modello è adatta a tutte le tasche, si adatta alla perfezione ad ogni ambiente e stile e diventa una parte funzionale dell’arredamento, in quanto può essere rappresentato da elementi combinati, che da un lato vanno a separare gli ambienti e dall’altro possono fungere da scaffali, librerie e molto altro. Entriamo nello specifico.


Leggi anche: Idee per arredare ed organizzare un Open Space

Divisorio-modulare3

Divisori modulari da interno

Una casa in stile country, una stile scandinavo e una in stile moderno o futuristico, e così via per tutti gli altri stili, presentano notevoli ed evidenti differenze dettate in primis dai materiali utilizzati. Una volta stabilito lo stile predominante della tua casa, puoi attingere a uno dei tanti materiali disponibili, e con i quali vengono realizzate le pareti divisorie modulari.

Le principali categorie dei materiali sono:

  • legno
  • metalli
  • plastica
  • pietra.

Analizzandoli uno ad uno, scopriamo le principali attitudini e peculiarità di ogni tipo di divisorio modulare.

modulo-divisorio

Divisori modulari in legno

Quelli in legno possono essere formati da semplici pannelli, lisci e regolari, che spesso troviamo a dividere zone negli uffici. Questi stessi pannelli è possibile sfruttarli quando la casa è piccola e non consente l’inserimento di ingombri. Tuttavia, il legno è il materiale per eccellenza quando si parla di arredamento, e puoi utilizzare dei divisori moduli, prefabbricati o realizzati su misura, che rappresentino al tempo stesso un separè e un mobile, come i moduli per contenere oggetti, libri e chi più ne ha più ne metta.

Si tratta di soluzioni perfette per case calde, accoglienti e, in particolar modo, per dividere due zone del salotto o della camera da letto. Un ultimo consiglio: scegli i divisori modulari in legno chiaro per una casa dai toni nordici o minimalisti, uno in legno scuro o naturale per una casa classica o rustica.


Potrebbe interessarti: Soggiorno con cucina a vista

Divisorio-modulare1

Divisori modulari in metallo

Meno diffusi, ma altrettanto belli e funzionali i divisori modulari in metallo. Sottili e snelli, trasformano la tua casa in un posto esotico, dalle evidenti caratteristiche orientali. I metalli utilizzati per dare vita ai divisori modulari utilizzati nel campo dell’arredamento sono l’ottone, il rame e l’alluminio.

Lucidi, splendenti, traforati o a pannelli pieni, questa soluzione è particolarmente adatta alle case ideate in stile moderno o futuristico, o anche in stile orientale. Questa è la soluzione perfetta se vuoi dividere lo spazio dell’ingresso Open Space dal resto dell’ambiente.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Divisorio-modulare9

Divisori modulari in plastica

I materiali plastici, economici e duttili, sono molto utilizzati negli ambienti di lavoro, negli uffici e negli studi professionali. Questo materiale, infatti, richiede una semplice prassi di pulizia e manutenzione, resiste agli urti ed è leggero, caratteristica che lo rende facile da spostare in ogni occasione.

Esistono, comunque, delle varianti che rispondono ai canoni del perfetto design di interni: originalità, lusso e creatività. E così, anche le pareti divisorie in plastica possono arricchire la tua casa, moderna e attenta alle tendenze dell’ultimo minuto.

Divisorio-modulare10

Divisori modulari in pietra

Tra i vari modelli che abbiamo visto, i divisori modulari in pietra sono i meno diffusi e utilizzati, perché sono quelli che, tra tutti, hanno un valore di mercato più elevato e perché la loro massa li rende meno pratici da spostare.

Esistono, però, dei contesti in cui sono perfetti. Immagina un casolare di campagna o un cottage, dotati di grandissime stanze che diventano molto poco funzionali. Puoi dividere lo spazio grazie ai divisori modulari in pietra, che aiutano a mantenere il calore della casa, si sposano all’atmosfera e creano il giusto ambiente.

Le pietre più diffuse sono l’ardesia, il tufo, il marmo o anche composizioni di rocce e ciottoli marini e di fiume.

Divisorio-modulare8

Divisori modulari da esterno

Abbiamo parlato dei vari modelli di divisori modulari. Esiste un ultima soluzione, adatta agli spazi esterni, quindi terrazzi o giardini. Se hai l’esigenza di separare due o più zone del tuo spazio esterno l’una dall’altra, o di creare un limite con i vicini puoi optare per una soluzione di questo tipo. In genere, i divisori modulari sono fatti in legno o plastica, e sono trattati per resistere all’intemperie. Alcuni sono dotati anche di comodi portavasi.

Divisorio-modulare5

Divisori modulari: immagini e foto

Foto di idee, proposte, dettagli e soluzioni tutte diverse tra loro, che mostrano l’abile utilizzo dei divisori modulari. Puoi trovare spunti per ogni esigenza, stile e desiderio.

 

Clelia Ragosta
  • Lingua e letteratura svedese
  • Autore specializzato in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, novità ed occasioni riguardo il mondo del design. Aggiornati dal primo sito in Italia in tema di design.