Cucina bianca e verde, uno stile senza tempo

Elegante e di carattere, la cucina bianca e verde è di grande tendenza e si presta a tantissime varianti sul tema. Importante è scegliere con attenzione la giusta nuance da abbinare. 

Particolare di cucina bianca e verde.
Photo by Christopher Lee

Si dice che il verde sia il colore della speranza. Sarà perché, grazie alle sue note più brillanti, infonde un naturale senso di vitalità. Una nuance che, oltretutto, risulta perfetta per determinati ambienti più famigliari. Una cucina verde e bianca, ad esempio, garantisce immediatamente un effetto arioso e luminoso.

Queste due tonalità, infatti, funzionano alla perfezione insieme. La profondità del verde, infatti, va a stemperare la potenziale freddezza del bianco. Quest’ultimo, poi, conferisce luce quando la tinta si fa troppo scura. Insomma una perfetta sintonia cromatica che può solamente dare vita ad una cucina veramente particolare. Oltre a questo, poi, si tratta di una soluzione che si adatta alla perfezione sia al gusto moderno che a quello più tradizionale. Importante è considerare con attenzione i diversi toni scelti, in modo che si abbinino alla perfezione alla luce naturale e al modo in cui illumina l’ambiente.

Fatto questo, dunque, è possibile muoversi in modo assolutamente trasversale dal verde salvia al bianco brillante, passando per il mela fino ad un guscio d’uovo o panna. A questo punto non rimane che capire con esattezza come abbinarli per rendere la propria cucina particolare e accogliente grazie alla simbiosi tra il bianco e il verde.

Particolare del lavabo in marmo bianco in una cucina verde.
Photo by Mary McNeill-Knowles

1. Scegliere il verde giusto

Particolare di una cucina in verde mela
Photo by Mendelson Group

Quando si decide di scegliere una tinta forte, determinante e caratterizzante è sempre bene metterla in relazione con un non colore che tende ad illuminare e donare leggerezza. Per questo motivo l’abbinamento tra bianco e verde risulta perfetto sulla carta. Per ottenere, però, una cucina in grado di durare nel tempo dal punto di vista del design senza stancare, è importante andare a valutare con attenzione la nuance da inserire. In questo senso esiste una gamma di verde piuttosto ampio all’interno della quale muoversi agevolmente, andando a creare una sorta di connessione anche con l’esterno.

Tra tutti i più particolari sono il felce, il verde primaverile o lo scuro lunatico. Un’opzione diversa e più divertente, invece, può essere il verde mela caramellata. Si tratta, essenzialmente, di una tinta senza tempo in gradi di abbinarsi a qualsisia stile e di dare, comunque, un tocco di personalità grazie all’acidità contenuta al suo interno.

Ma come inserirlo in una cucina nel modo giusto? Importante è distribuirlo con intelligenza su di un elemento come, ad esempio, il corpo di un’isola. L’ambiente intorno, poi, deve essere calibrato su una maggioranza di bianco sporco con alcuni elementi decorativi che richiamano la nuance verde scelta.

2. Come usare due toni di verde e il bianco

particolare di una cucina realizzata con due toni di verde e il bianco
Photo by Paint & Paper Library

Siete rimasti affascinati dalla combinazione di colori per la cucina verde e bianco, ma volete utilizzare più di una nuance di colore? Si tratta di un desiderio assolutamente realizzabile prorio grazie alla presenza della tinta più chiara. La bellezza di usare il bianco, in abbinamento con un colore, è proprio nella possibilità di essere flessibile con le altre scelte.

Potrebbe interessarti Rinnovare la cucina: idee da copiare

Un’opzione ideale, in questo senso, dunque, potrebbe essere quella di lavorare sul verde acqua e il salvia. Il primo rimanda un’idea di freschezza, mentre il secondo  riporta il tutto verso una certa profondità. Si tratta di due tonalità che, nonostante quanto si possa pensare a prima vista, hanno un tono simile.

Questo vuol dire che nessuna delle due risulta essere più brillante dell’altra. Il bianco, da parte sua, funge da spartiacque, andando a creare una necessaria interruzione ottica per impedire un effetto appiattente e poco risaltante. Ovviamente, in questo caso, ha anche la funzione di aggiungere brillantezza a tutto l’insieme

3. Tre sfumature di verde e bianco

Una cucina realizzata su tre sfumature di verde e il bianco.
Photo by Paint & Paper Library

Per i più temerari, quelli che desiderano ottenere un effetto davvero unico per la propria cucina, è possibile andare ad abbinare ben tre sfumature di verde con il bianco. In questo caso, però, è fondamentale muoversi con maggiore attenzione, scegliendo il giusto equilibrio. Un abbinamento perfetto potrebbe essere tra una nuance verde e profonda con un tono più pallido sui mobili.

Il tutto è arricchito da una carta da parati che si pone esattamente al tono centrale di tutte le diverse tonalità. In questo caso, poi, il bianco s’inserisce come un tocco di luminosità sul bancone e, ovviamente, sul soffitto. In questo modo si va a creare una sorta di pausa visiva cui può contribuire, ad esempio, anche il legno dai toni scuri che conferisce morbidezza al tutto.

4. Il bianco che esalta il verde

Una cucina con predominanza di bianco.
Photo by Little Greene

Per creare la perfetta cucina bianca e verde fino a questo momento l’attenzione è stata puntata esclusivamente sulla scelta del colore dominante o, comunque, più evidente. Nonostante questo, però, anche il bianco ha un valore molto importante. A seconda che si scelga brillante, caldo, sporco od opaco, questo andrà ad esaltare in modo completamente diverso il verde abbinato.

In effetti il bianco è una scelta classica per la cucina e funziona alla perfezione da solo, Nonostante questo può rivelarsi migliore se utilizzato in uno schema bicolore. In questo caso una scelta perfetta sarebbe quella più brillante. Così, infatti, si vanno a creare contrasti nitidi che rinfrescano e ravvivano i verdi terrosi.

Se, poi, la propria cucina lotta con la luce naturale ma si desidera ancora applicare uno schema verde e bianco, allora è perfetto per un insieme che viri di più verso il secondo. In questo caso, infatti, si suggerisce di lasciare il colore solamente in alcuni elementi decorativi oppure su di una parete. Una soluzione potrebbe essere rappresentata dall’uso di una carta da parati adatta all’ambiente e caratterizzata da una fantasia leggera.

Cucina bianca e verde; foto e immagini

Utilizzare un colore deciso per una cucina può mettere paura ma il verde e il bianco rappresentano una combinazione perfetta. Lasciatevi conquistare dalle immagini in galleria.