Cosa fare prima di mettere i vestiti in lavatrice

Acchiappa-colore, detersivo liquido, detersivo in polvere, i bianchi, i colorati, i delicati. Fare il bucato può essere piacevole quanto, in certi casi, una scocciatura. A mano e soprattutto in lavatrice, prima di lavare i vestiti, occorre eseguire delle operazioni preliminari, che sono importanti per assicurarsi il massimo dell’igiene, dell’ordine, della pulizia.

Cosa fare prima di mettere i vestiti in lavatrice

Occuparsi del bucato è, soprattutto per chi non lo ha mai fatto, complicato, non tanto per l’operazione in sé, quanto per tutto quello che c’è da mettere in pratica, affinché il lavaggio dei vestiti risulti impeccabile. Così, per tutti coloro i quali sono poco abituati a lavare in lavatrice i propri capi di vestiario, esiste un vademecum da seguire alla lettera per evitare di sbagliare e, soprattutto, lavare accuratamente tutti i capi d’abbigliamento.

Non tutti sanno che prima di mettere in lavatrice i vestiti, occorre prendere in considerazione un lavoro attento e meticoloso, da attuare soprattutto sui panni sporchi. Perciò, se si pensa che prima di utilizzare la lavatrice sia necessario soltanto inserire nel cestello gli abiti sporchi, evidentemente, si sbaglia di grosso.

L’utilizzo di un buon detersivo, il semplice fatto di svuotare le tasche di un pantalone, di girare al rovescio magliette, camicie, giubbotti, giacche e così via sono solo alcuni dei punti salienti di un bucato perfetto, ben eseguito e in linea con esigenze di pulizia più disparate.

Cosa fare prima di mettere i vestiti in lavatrice: controllo dei vestiti

Mobile-bagno-porta-lavatrice

Lavare i capi in lavatrice, si sa, talvolta può essere più semplice rispetto al procedere mediante il bucato a mano. Tutto questo non sempre corrisponde al vero, soprattutto se si ha a che fare con dei capi d’abbigliamento delicati, che necessitano di un’attenzione maggiore prima di essere riposti nel cestello.

Tuttavia, molto dipende dalla fibra tessile da trattare non solo durante il lavaggio, ma soprattutto nella fase di pre-lavaggio, di fondamentale importanza per raggiungere alla grande gli obiettivi prefissati.

Prima di decidere quali capi di vestiario lavare oppure no, bisogna controllarli uno per uno. Se qualche maglietta o camicia avesse un bottone scucito o, più semplicemente, dovesse mostrare dei segni di cedimento nella fibra, è bene intervenire quanto prima possibile, rimettendo apposto il tessuto con apposito intervento di cucitura. Allo stesso modo, tutti i capi d’abbigliamento vanno divisi, sia per tipologia di fibra, sia per colore, modalità di lavaggio indicata sull’etichetta, e così via.

Ad ogni modo, le operazioni da compiere prima di mettere i vestiti in lavatrice sono diversi. Tra questi si sottolineano:

  • controllo dei vestiti sporchi
  • girare al rovescio tutto ciò che entri nel cestello per un nuovo lavaggio
  • occuparsi del pre-lavaggio, soprattutto quando i capi d’abbigliamento presentano una o più macchie ostinate.

Divisione per colori: bianchi, neri, colorati

Cosa fare prima di mettere i vestiti in lavatrice

Ultimata per bene la fase di preparazione dei vestiti da dover riporre in lavatrice, è indispensabile occuparsi della loro divisione, sia per fibra tessile che per colore. Pur di evitare di incappare in qualche inconveniente di troppo, o semplicemente per fare in modo che il bucato risulti perfetto, è opportuno munirsi di tanta pazienza e dividere tutto ciò che si ha necessità di igienizzare.

I capi in cotone vanno abbinati ad altri capi in cotone. Per tutti quelli in lana vale lo stesso discorso, e così via.

A prescindere dalla divisione per fibra tessile che può essere più o meno differenziata anche a seconda della stagione precisa in cui si effettua il bucato, va bene anche prestare attenzione al colore degli stessi. Risulterà ovvio che il lavaggio di abiti scuri va fatto integrando all’interno del cestello dei vestiti che abbiano più o meno la stessa tonalità di colore.

Così facendo, si allontana il rischio che i vestiti possano perdere il loro colore originario, scambiarsi, decolorarsi, consumarsi a causa di un lavaggio poco accurato e troppo aggressivo. A tutto, però, esiste una soluzione reale e concreta, che consente di raggiungere l’obiettivo finale con il minimo sforzo.

Bucato in lavatrice: opzioni di lavaggio

Cosa fare prima di mettere i vestiti in lavatrice

Il bucato eseguito in lavatrice è sicuramente molto più sbrigativo in confronto a quello effettuato a mano, con l’uso di sapone, detersivi, ammorbidenti appositi. Nel caso in cui si decida di utilizzare la lavatrice per igienizzare i propri capi d’abbigliamento è di fondamentale importanza conoscere bene le logiche contemplate dal proprio elettrodomestico.

Può essere efficace impostare un’opzione di lavaggio che sappia come disinfettare i vestiti, trattandoli nella migliore maniera durante la fase di lavaggio. Tra i programmi da poter impostare nel mentre si utilizza l’elettrodomestico, si ricordano:

  • opzione 30 gradi, ottima per un lavaggio accurato ma non troppo aggressivo
  • a freddo, ideale per il quotidiano
  • a caldo, in caso di macchie eccessivamente ostinate
  • temperatura oltre 40 gradi, da mettere in pratica soltanto in caso di vestiti eccessivamente sporchi.

Camicie, magliette, pantaloni, biancheria, ma anche tovaglie, tovagliette, panni, strofinacci e altri tessili a uso domestico saranno presto puliti, ordinati a dovere e ben disinfettati rispetto alla situazione di partenza.

Cosa fare prima di mettere i vestiti in lavatrice: immagini e foto