Come trasportare e proteggere le piante durante il trasloco

Come trasportare e proteggere le piante durante il trasloco. Stai pensando di trasferirti e vorresti portare con te le tue amiche verdi? Ecco alcuni consigli per farlo e per renderle felici durante il trasferimento e dopo l’arrivo nella nuova casa.

Come trasportare e proteggere le piante durante il trasloco

Sembra quasi fantascienza, eppure anche le nostre piante “sentono” quando è in atto un cambiamento importante, come ad esempio un trasloco.

Trasferirsi in un nuovo spazio abitativo è eccitante, ma può anche comportare molto stress, per te sì, ma anche per le tue amiche verdi, che potrebbero aver bisogno del tuo aiuto.

Il modo migliore per trasportare le piante è in auto e con te, in maniera che siano in posizione verticale e non siano lasciate a temperature elevate, ma questo non sempre è pratico.

Per quanto riguarda le ditte di traslochi, la maggior parte ha delle politiche molto precise per quanto concerne lo spostamento delle piante. Alcune non le accettano affatto, mentre altre potrebbero richiederti una dichiarazione di non responsabilità.

Se però non riesci proprio a rinunciare a portare con te le tue piante, e l’idea di farle finire nel compostaggio o, peggio, nella spazzatura, ti fa inorridire, ecco come trasportare e proteggere le piante durante il trasloco e farle arrivare nella nuova casa senza traumi.

Come trasportare e proteggere le piante durante il trasloco

Come preparare le piante per il trasloco: suggerimenti pratici

Come trasportare e proteggere le piante durante il trasloco

La prima cosa che dovrai fare, sarà assicurarti che le tue piante siano imballate in modo corretto, in maniera che tutte le loro parti, soprattutto le foglie che sono quella più vulnerabile, siano protette.

È possibile che, durante il trasloco, le tue piante si disidratino, quindi tieni a portata di mano una bottiglia di plastica per idratarle e nutrirle durante il viaggio.

E, nei giorni frenetici dell’imballaggio, del trasloco e del disimballaggio, dovrai controllare che non secchino. Innaffiale bene o, se possibile, mettile a bagno nel lavandino qualche giorno prima del trasferimento nella nuova casa.

Il consiglio delle nonne: avvolgi le foglie con carta da giornale, se necessario

Come trasportare e proteggere le piante durante il trasloco

Le esigenze di imballaggio possono variare in base al tipo di pianta d’appartamento che trasporti, ma in generale, la maggior parte delle piante comuni richiede l’uso di carta da giornale come parte dell’imballaggio.

Questo infatti, e le nostre nonne lo sapevano bene, garantisce alle nostre amiche verdi un trasporto sicuro e senza traumi.

La carta da giornale consente alle piante di respirare e protegge anche le loro foglie da potenziali rotture o danni.

Attenzione: le piante con il fogliame lungo e frondoso possono appiattirsi o schiacciarsi durante il trasloco, quindi il modo migliore per prepararle è avvolgerle delicatamente e in un giornale e fissare il tutto con nastro adesivo.

Se desideri garantire un trasporto ancora più agevole alle tue piante, mettile tutte, avvolte in fogli di carta da giornale, in una scatola alta con un coperchio robusto, e poi riempi gli spazi tra i vasi con altra carta da giornale per tenerli in piedi.

In questo modo creerai un ambiente sicuro e umido in cui si sentiranno a loro agio.

Piante grasse e cactus: meglio da sole che con le altre

Come trasportare e proteggere le piante durante il trasloco

Le piante grasse e i cactus dovresti metterli in una scatola separata con schiuma robusta, o carta da imballaggio, tra i vasi per mantenerli in posizione verticale.

Una volta arrivato nella nuova casa, dovresti aprire il coperchio il prima possibile e metterle sotto la luce diretta del sole per farle riprendere.

Essendo di natura spinosa, l’esterno delle piante grasse può essere pericoloso per le altre piante, se imballate insieme durante il trasloco.

Le loro spine, purtroppo, potrebbero lacerare le piante a foglia, quindi tienile in scatole diverse e lontane dalle altre!

Come ultima cosa (questo consiglio vale non solo per le piante grasse, ma per tutte) fodera la base delle tue amiche verdi con sacchetti di plastica, in maniera che il terriccio umido non marcisca e provochi una caduta disastrosa.

Come aiutare le piante a riprendersi dopo un trasloco

Come trasportare e proteggere le piante durante il trasloco

Le piante d’appartamento non sempre apprezzano lo shock provocato da un trasloco. Avranno bisogno di aiuto per adattarsi al nuovo ambiente e sentirsi più a loro agio (come te).

Appena puoi, apri tutti i coperchi delle scatole che contengono le piante, poi collocale subito nella posizione che piace loro di più.

Se necessario, rimuovi i fiori, in maniera che possano usare la loro energia per recuperare le forze e riprendersi dallo spostamento.

Rimuovi anche il fogliame imbrunito o danneggiato, poi nebulizza le tue piante con acqua a temperatura ambiente.

Non dimenticare di somministrare delle sostanze nutritive extra alle tue piante, soprattutto se hanno un aspetto malandato o cominciano ad appassire dopo il trasloco.

Da ultimo ma non meno importante, oltre a tenere d’occhio la luce e il calore presenti nella nuova casa, concedi alle tue piante del tempo per abituarsi ai nuovi spazi e non strapazzarle.

Sii paziente, perché nella maggior parte dei casi, ci vorranno alcune settimane perché le tue piante si adattino e si riprendano completamente.

Come trasportare e proteggere le piante durante il trasloco: foto e immagini