Come proteggere il tetto dalla grandine: soluzioni, costi, permessi

Alessandro Mancuso
  • Autore specializzato in Design

I danni provocati dalla grandine al tetto di casa a volte possono risultare rilevanti, ecco quali soluzioni adottare per garantire un’idonea protezione, i costi e gli eventuali permessi.

Come proteggere il tetto dalla grandine: soluzioni, costi, permessi

I danni causati dalla grandine possono causare la rottura delle tegole sul tetto o pesanti ammaccature. Purtroppo in un periodo in cui i fenomeni atmosferici violenti sono molto più frequenti rispetto al passato, diventa basilare adottare le giuste contromisure.

I chicchi di grandine a volte possono raggiungere le dimensioni perfino di una palla da baseball, appare evidente che a fronte di simili eventi, qualsiasi copertura normale per tetti difficilmente resterà intatta.

In questo nostro articolo scopriamo come proteggere il tetto dalla grandine, le possibili soluzioni, i costi da sostenere e gli eventuali permessi.

Grandine cos’è

Come proteggere il tetto dalla grandine: soluzioni, costi, permessi

La grandine possiamo definirla come un imprevedibile evento meteorologico più o meno intenso.

Nello specifico, i chicchi di grandine non sono altro che grandi gocce di pioggia ghiacciate. Possono assumere alcune volte le dimensioni di piccoli sassi, anche se sempre più frequentemente perfino raggiungere quelle di una palla da biliardo.

Leggi anche Tetto prefabbricato

La maggiore durezza dei granuli di ghiaccio rappresenta inoltre una delle principali cause di danni rilevanti ai tetti degli edifici.

Grandine e danni al tetto: correlazioni

Come proteggere il tetto dalla grandine: soluzioni, costi, permessi

Da quanto descritto finora, appare evidente la correlazione esistente tra la grandine ed i danni al tetto delle abitazioni.

A seguito di una forte grandinata, si possono presentare ammaccature sulle tegole, danneggiamenti alle grondaie e altri eventi controproducenti, come ad esempio i rami degli alberi caduti sulla copertura di casa.

Una volta finito il violento evento atmosferico, è sufficiente una perlustrazione del tetto, per individuare l’entità dei danni. Se mancano dei pezzi alle tegole, si è di fronte ad un’importante lesione della copertura.

Un altro segnale di problemi seri dopo una grandinata, notare una perdita al soffitto proveniente dal tetto.

Una volta riscontrati gli eventuali danni, bisogna intervenire subito, poiché le tegole rovinate provocano infiltrazioni, rovinano il soffitto e causano a loro volta un lungo elenco di problematiche, dalla formazione di muffa al deperimento delle stesse pareti che minacciano l’integrità della struttura. Ecco perché, in questi casi, è necessario agire tempestivamente e far controllare il tetto da professionisti.

Proteggere il tetto dalla grandine: soluzioni

Come proteggere il tetto dalla grandine: soluzioni, costi, permessi

Se il tetto non è protetto in modo appropriato, significa esporre la propria casa alle intemperie e alle conseguenze prodotte da eventi atmosferici sempre più violenti.

Se la zona in cui abitate è soggetta di frequente a questa tipologia di fenomeni, una valida soluzione potrebbe essere impiegare delle membrane sintetiche.

Si tratta di coperture che presentano un’elevata capacità nel resistere all’impatto della grandine. Risultano un sistema efficace per l’impermeabilizzazione dei tetti, soprattutto nella tipologia delle membrane in TPO. Si mettono in risalto per mantenere nel tempo le caratteristiche originarie, oltre che resistere bene alla grandine, a condizione di usare spessori minimi almeno pari a 1,5 mm.

Un’altra valida soluzione è fare uso di una rete metallica a pannelli da installare sopra la copertura. Può rappresentare una valida idea per la protezione dei lucernari sui tetti. Realizzate in diversi materiali, si presentano come una struttura a pannelli di metallo, studiata appositamente per contrastare le grandinate più intense.

Infine si potrebbero montare delle tegole in pietra naturale, sinonimo di resistenza e durata nel tempo, in risalto anche per il basso costo ambientale.

Protezione tetto grandine: costi

Come proteggere il tetto dalla grandine: soluzioni, costi, permessi

I costi per proteggere il tetto dalla grandine variano a seconda delle dimensioni della copertura, del tipo di materiali utilizzati nonché dalla struttura dell’abitazione. Per tale motivo è difficile fare una stima delle spese che si andrà a sostenere. A tal fine è utile rivolgersi a professionisti. Sarà necessario infatti un sopralluogo di tecnici che, una volta valutati i fattori in precedenza indicati, saranno in grado di fornire un preventivo dei costi da affrontare. Tanto per dare un’idea, si parte dagli 800/1000 euro per la copertura di lucernari fino a 10.000 euro (ed oltre) per i lavori di ampiezza più estesa.

Permessi necessari

Come proteggere il tetto dalla grandine: soluzioni, costi, permessi

Se l’abitazione di proprietà è indipendente e non comunicante con altri edifici, non serve alcun permesso speciale per l’installazione di sistemi di protezione del tetto. Diverso il discorso in caso di appartamento in condominio. In questo caso è necessario consultare il regolamento condominiale e rivolgersi all’amministratore, per conoscere l’iter da seguire per verificare la fattibilità dell’opera ed eventualmente ottenere le autorizzazioni necessarie per tali tipologie di interventi.

Consigli base per proteggere il tetto dalla grandine

Come proteggere il tetto dalla grandine: soluzioni, costi, permessi

È fondamentale agire in maniera preventiva per assicurare un’efficace protezione del tetto. Una buona soluzione è rivolgersi ad una ditta specializzata che, dopo aver verificato lo stato della copertura, proporrà quali materiali (resistenti e impermeabilizzanti) sono più idonei da montare.

Occorre comunque considerare che è difficile prevedere i potenziali danni derivanti da una grandinata. Bisognerebbe considerare la dimensione del chicco di ghiaccio, la velocità di caduta, il livello di durezza, la forma e l’orientamento della traiettoria durante la discesa.

Premesso ciò, è importante prevenire, come ad esempio tagliare i rami che sporgono dagli alberi vicini, evitando così che possano cadere sul tetto durante una bufera. Annualmente andrebbe anche eseguito un check up della copertura di casa, in modo da individuare in anticipo eventuali danni alla struttura.