Caro energia: 5 consigli per risparmiare davvero

Shock energetico, rincari e bollette salatissime: quali strategie adottare per ridurre le spese delle utenze domestiche? Ecco 5 soluzioni antispreco per risparmiare davvero su acqua, luce e gas.

Caro energia: 5 consigli per risparmiare davvero
Bollette

L’impennata dei prezzi dell’energia è una delle cause dei preoccupanti degli attuali rincari, che continuano a pesare sulle tasche dei contribuenti. Con le bollette energetiche arrivate a sfiorare prezzi folli, non resta altro da fare se non tagliare gli sprechi e le cattive abitudini.

Potrà sembrare scontato, ma acquistare una nuova consapevolezza energetica, adottando sane abitudini e un approccio più green verso i consumi, può contribuire ad alleggerire il budget mensile familiare e a gravare meno sul portafogli. E, non ultimo, a beneficiarne sarà soprattutto l’ambiente.

Ecco 5 consigli utili che dovresti adottare ora per risparmiare davvero sulle utenze domestiche.

Caro energia: 5 consigli per risparmiare davvero
risparmio

1. Acquista lampadine con tecnologia a LED

Caro energia: 5 consigli per risparmiare davvero
lampada led

Scegliere lampadine a risparmio energetico è il modo più intelligente per risparmiare elettricità. Quelle fluorescenti, tuttavia, contengono tracce di mercurio e sono difficili da smaltire. Le lampade con tecnologia a LED, invece, non sono tossiche per la salute umana e rappresentano una valida soluzione per illuminare l’abitazione senza impattare sull’ambiente.

Le lampadine LED sono sicuramente più costose, ma ti fanno risparmiare fino al 90% dell’energia. Durano molto più delle tradizionali lampadine (la durata media è di 20.000 ore) e fanno molta più luce. Sapevi che le lampadine tradizionali sfruttano solo il 5% della loro energia per produrre luce? Il resto, infatti, svanisce sotto forma di calore.

Questo non accade con il LED che, in un’ottica di risparmio energetico, conviene molto di più. Per non affrontare una spesa troppo cara, però, potresti dapprima sostituire le lampadine degli ambienti più frequentati, e poi passare al LED anche nelle altre stanze di casa.

Ricorda, però, che a fine vita le lampadine LED restano rifiuti RAEE: quindi andranno comunque smaltite nei centri di riciclo per rifiuti specializzati.

2. Non lasciare i dispositivi in stand-by

Caro energia: 5 consigli per risparmiare davvero
telecomando tv

Quel puntino luminoso sulla TV spenta indica che lo schermo sta consumando energia. Lo stesso vale per tutti i dispositivi che hanno la presa inserita nella corrente e sembrano spenti. Apparentemente spenti perché, seppur in dosi minime, continuano a consumare energia 24 ore su 24.

E quell’energia elettrica consumata a vuoto finirà direttamente sulla prossima bolletta della luce. Lasciare i dispositivi elettrici in stand-by costa caro. In una media annua lo stand-by può arrivare a raggiungere 150 €, soldi che puoi risparmiare semplicemente staccando la presa della corrente.

Ma se la pigrizia o la sbadataggine sono il tuo forte, puoi adottare lo stratagemma della ciabatta multipresa, che ti consente di spegnere in un solo gesto tutti i dispositivi lasciati in stand-by.

Potrebbe interessarti Luci led cosa sono come funzionano

3. Acquista elettrodomestici ad alta efficienza energetica

Caro energia: 5 consigli per risparmiare davvero
Classi energetiche

Il frigorifero è uno degli elettrodomestici più energivori di casa, proprio perché è in uso tutto l’anno. Se poi è anche piuttosto datato, o appartenente a una classe energetica sotto la A, sappi che per poter lavorare efficientemente consumerà ancora più energia del necessario.

In un momento di forte crisi energetica come quello che stiamo vivendo, sostituire il frigorifero con uno ad alta efficienza energetica sarà un investimento che darà i suoi frutti sul lungo termine. Con un modello di ultima generazione, infatti, potrai arrivare a risparmiare fino a 500 € all’anno di elettricità.

4. Fai un buon uso della lavatrice e della lavastoviglie

Caro energia: 5 consigli per risparmiare davvero
Lavastoviglie

C’è chi pensa che usare la lavatrice e la lavastoviglie scegliendo lavaggi rapidi sia un modo per ottimizzare i consumi e ridurre le spese. In realtà è l’esatto contrario: lavaggi più lunghi e con basse temperature garantiscono efficienza e risparmio.

La modalità eco della lavastoviglie e la lavatrice impostata su temperature inferiori ai 60 gradi ti consentiranno di risparmiare sia acqua che elettricità, garantendoti comunque ottime prestazioni.

Ma puoi fare di più. Un uso parsimonioso di questi elettrodomestici di casa è l’unico modo per dare un taglio alle bollette energetiche. Quindi, scegli di usarli per meno tempo, evita il prelavaggio e assicurati di utilizzarli solo ed esclusivamente a pieno carico.

5. Stendi il bucato al sole

Caro energia: 5 consigli per risparmiare davvero
Panni stesi

L’asciugatrice è un altro elettrodomestico molto dispendioso dal punto di vista energetico e il suo impatto sull’ambiente lascia delle tracce indelebili; è stato calcolato che, utilizzare assiduamente l’asciugatrice per un anno intero, significa rilasciare 385 chilogrammi di CO² nell’atmosfera.

Un modo per azzerare le emissioni inquinanti e per risparmiare 200 € di elettricità in un solo anno è stendere il bucato al sole. In inverno questo non è sempre attuabile, soprattutto per coloro che vivono in città o in quelle aree montane dal clima molto rigido.

Tuttavia, attendere una giornata di sole per fare il bucato ha i suoi vantaggi. Anzitutto, si dimezza l’uso della lavatrice, da utilizzare (come accennato prima) solo a pieno carico. In più, la luce diretta del sole ha effetti sbiancanti e igienizzanti sul bucato, che acquisterà anche un aspetto migliore e più brillante.

Come risparmiare sulle bollette: immagini e foto

Per risparmiare davvero sulle bollette energetiche è necessario mettere in pratica una serie di accorgimenti, che aiutano anche a impattare meno sull’ambiente. Sfoglia la gallery per scoprire altri preziosi consigli antispreco.