Dissipatore di rifiuti alimentari InSinkErator: l’intervista a Anne Kaarlela

Dissipatore di rifiuti alimentari InSinkErator: abbiamo incontrato ed intervistato Anne Kaarlela, Marketing Communications and Customer Service Manager Europa di InSinkErator, la multinazionale americana che da oltre 80 anni semplifica la vita in cucina con i suoi miscelatori da cucina speciali e i dissipatori alimentari domestici.

Dissipatore di rifiuti alimentari InSinkErator

Per rendere ogni cucina smart, efficiente con stile, la gamma di prodotti InSinkErator offre anche un’elegante collezione di erogatori progettati per eliminare la necessità di un bollitore e sono disponibili in una vasta gamma di forme e finiture di tendenza. Il rubinetto top di gamma, il nuovo 4N1 Touch, eroga in modo istantaneo e sicuro, oltre all’acqua filtrata a temperatura ambiente o calda, acqua bollente (fino a 99º C.) da un unico apparecchio combinato.

Su quali valori si fondano l’identità e la filosofia produttiva di InSinkErator?

“Coniugare efficienza, design e sostenibilità. E’ questa la filosofia che InSinkErator ha portato avanti fin dalla sua creazione. Abbiamo passato gli ultimi 80 anni a studiare l’impatto del sistema per poter ottimizzare le risorse, gestire i residui alimentari evitando gli sprechi che sono presenti quotidianamente nelle nostre cucine, ma non abbiamo abbastanza tempo per pensarci. Si sente parlare della crisi delle discariche, di percolato, con termini scientifici complicati da comprendere. La maggior parte di noi non capisce quanto le nostre azioni possono avere un impatto – positivo o negativo, e che la differenza la facciamo creando un ambiente sano. Fin da quando abbiamo inventato il dissipatore alimentare domestico, la priorità è stata avere una cucina pulita, igienica, funzionale ed esteticamente elegante, per contribuire a ridurre la quantità di rifiuti e migliorare la vita di tutti.”


Leggi anche: Come smaltire i rifiuti edili in maniera corretta

In che modo si sta evolvendo, oggi, il settore della cucina, vista anche la pandemia di Covid-19, in cui ci ha fatto riscoprire l’importanza della casa durante il lockdown?

Dissipatore di rifiuti alimentari InSinkErator

“Il lockdown ci ha rivelato ciò che era ormai evidente: il luogo della cucina è il centro della casa per cui ogni aspetto è importante. Siamo stati obbligati a passarci molto tempo e abbiamo scoperto che alla fine cucinare insieme o per la famiglia, ci piace e che è meglio farlo con strumenti che siano pratici ma anche dal design bello.

A causa della pandemia di Covid-19, delle successive chiusure e prolungamenti di lock-down in ogni paese di tutto il mondo, le case dei consumatori sono diventate il loro rifugio sicuro, allo stesso modo è divenuto il loro ufficio, l’aula e il ristorante. Questo ha portato i consumatori a rivalutare le loro case per assicurarsi che soddisfino una gamma più ampia di esigenze, compreso il miglioramento della cucina per supportare l’aumento dell’attività della cucina stessa ed essere così più igienici. Di conseguenza, noi di InSinkErator abbiamo assistito a un’impennata nelle vendite dei nostri dissipatori alimentari domestici (tritarifiuti). Con l’aumento della domanda di igiene in cucina, prevediamo che questa tendenza continuerà, mentre ritorniamo e ci muoviamo nella “nuova normalità”.

Inoltre questo episodio, ne è un esempio significativo in cui le diverse raccolte di avanzi alimentari sono state posticipate in tutto il Regno Unito al culmine del primo blocco, per ridurre la pressione sulle risorse del consiglio locale. Questo, unito al clima più caldo, ha portato a sgradevoli odori di rifiuti alimentari che possono attirare insetti e parassiti indesiderati. Un tritarifiuti InSinkErator è la soluzione ideale per la gestione dei residui alimentari, soprattutto quando non è possibile il compostaggio domestico.”

Vi siete posti nuovi obiettivi in ottica green o nuove soluzioni eco-sostenibili?

Dissipatore di rifiuti alimentari InSinkErator

“Scarti e rifiuti alimentari, eliminati negli inceneritori o in discarica hanno un effetto ambientale estremamente negativo. La decomposizione dei rifiuti alimentari rilascia gas serra nocivi all’ambiente contribuendo cosi in modo dannoso al riscaldamento globale.


Potrebbe interessarti: GF Interiors collezione 2021: intervista a Luca Guzzini

Modificare le proprie abitudini riguardo gli avanzi alimentari, può fare la differenza molto al di là della propria cucina. La riduzione della quantità di cibo acquistato è il fattore più importante. Finché il 55% degli acquisti di cibo resterà non pianificato, questo porterà a uno spreco sempre maggiore. La tentazione di risparmiare acquistando maggiori quantità di cibo, porta la famiglia ad acquistare più cibo di quanto ne abbia realmente bisogno o di quanto ne mangerà. Inoltre, si stima che almeno il 20% del rifiuto alimentare domestico sia causato da una mancata standardizzazione della data di scadenza: questo porta il consumatore a gettare il cibo prima che sia effettivamente scaduto. In quest’ottica, un dissipatore può certamente diminuire la quantità di rifiuti che finiscono quotidianamente in discarica o in inceneritore, migliorando cosi la pulizia e l’igiene in cucina oltre alla qualità di vita delle persone.”


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Dopo la pandemia e il lockdown, quali sono le sfide del futuro che dovranno affrontare le aziende che producono design?

Dissipatore di rifiuti alimentari InSinkErator

“Confermare che il design è creazione e che la sostenibilità è qualcosa per cui vale la pena lottare. Si dovrà risolvere il problema della mancanza delle materie prime e dovremo abituarci a produrre internamente alcuni elementi per non dipendere sempre dagli altri. Il dissipatore alimentare domestico (tritarifiuti), ad esempio, è nascosto sotto il lavello ma fa parte dell’arredamento in modo strutturale in quanto permette una diversa organizzazione della cucina. Il futuro poi deve continuare a riguardare la sostenibilità. Gli elettrodomestici che offrono vantaggi di risparmio energetico e riducono l’impatto sull’ambiente saranno in cima alla lista dei desideri dei consumatori. Chiediamo più che mai ai nostri elettrodomestici di essere conformi agli standard più elevati. I produttori stanno rispondendo e sviluppando nuove tecnologie innovative per soddisfare le esigenze del consumatore attento all’ambiente.

Il Regno Unito produce 15 milioni di tonnellate di residui alimentari all’anno, con sette milioni di tonnellate generate dalle famiglie, con conseguente enorme pressione sulle discariche. Si stima che una famiglia media di quattro persone sprechi circa 700 sterline di cibo ogni anno. Il 74% delle famiglie ha ammesso di buttare via il cibo a causa della mancanza di una lista della spesa adeguata, mentre il 24% ha dimenticato cosa c’è nel frigorifero. Inoltre, i rifiuti alimentari in decomposizione nelle discariche emettono 21 milioni di tonnellate di gas serra nell’atmosfera ogni anno, causando ulteriori danni all’ambiente.

InSinkErator è un sostenitore attivo nell’incoraggiare lo smaltimento dei rifiuti alimentari in modo sostenibile e consiglia il compostaggio ogni volta che è possibile. Dove questa opzione non è possibile, tuttavia, un tritarifiuti InSinkErator è l’alternativa ideale per evitare che gli avanzi alimentari finiscano in discarica.

Inoltre, a causa delle scioccanti statistiche ambientali, i consumatori sono sempre più alla ricerca di modi per diminuire i rifiuti di plastica in casa. Una ricerca condotta dalle Nazioni Unite ha evidenziato che le bottiglie di plastica per bere sono la seconda plastica monouso più comune nell’ambiente. Le bottiglie di plastica per bere, insieme agli involucri di cibo, alle cannucce di plastica e ai contenitori da asporto, sono prodotti di una cultura dell’usa e getta, dove la plastica è trattata come un materiale usa e getta, piuttosto che una risorsa preziosa.

Il continuo sviluppo di rubinetti specializzati faciliterà la riduzione dei rifiuti di plastica. Erogatore o miscelatori. Gli erogatori InSinkErator 4N1 Touch sono stati progettati per soddisfare l’aumento del consumo di acqua potabile filtrata. I consumatori con un miscelatore 4N1 Touch possono beneficiare di avere acqua filtrata istantanea prontamente disponibile nella propria casa, risparmiando spazio prezioso in cucina e riducendo la necessità di acquistare acqua in bottiglia; specialmente quando una varietà di bottiglie ricaricabili è ampiamente disponibile. Il 4N1 eroga anche in modo sicuro acqua calda filtrata e fumante, oltre alla normale acqua calda e fredda, eliminando la necessità di più rubinetti da cucina, bollitori e brocche o per il ricambio del filtro dell’acqua.

Inoltre, secondo l’Energy Saving Trust, il 40% utilizza il bollitore almeno quattro volte al giorno, e il 75% ammette di far bollire più acqua di quanta ne abbia bisogno; il che rappresenta una quantità significativa di acqua ed energia sprecata ogni anno. I proprietari di case possono risparmiare acqua, energia e tempo con un erogatore da cucina specializzato di InSinkErator.”

Quali invece saranno le tendenze su cui puntare?

“La qualità è sempre un valore di tendenza. Il nostro miscelatore 4N1 Touch, ad esempio, ha un’estetica ancora più elegante e la differenza la fa la cura del dettaglio. In ogni caso, la cucina sarà sempre più plastic free. Gli sviluppi nella funzionalità e nel design degli erogatori da cucina specializzati, hanno portato ad un maggiore interesse del consumatore nei benefici che questi prodotti offrono e, di conseguenza, il mercato sta crescendo vertiginosamente, diversificandosi di anno in anno.

Per migliorare la sua offerta di miscelatori da cucina specializzati, InSinkErator ha introdotto il NeoChiller che può essere collegato a una vasta gamma di rubinetti da cucina specializzati InSinkErator, compreso il 4N1 Touch, permettendo agli utenti di erogare acqua istantanea, filtrata e refrigerata tra i 3°C e i 10°C. Con una capacità di due litri, InSinkErator NeoChiller eroga fino a sette litri di acqua fredda all’ora. I consumatori con un NeoChiller InSinkErator possono trarre vantaggio dall’avere acqua istantanea, filtrata e refrigerata prontamente disponibile nella propria casa, eliminando la necessità di conservare l’acqua filtrata nel frigorifero, che occupa spazio prezioso.”

Come sarà la casa del futuro secondo InSinkErator?

“Connessa, green ed elegante ma soprattutto capace di farci passare più tempo sia da soli che in compagnia. Il design ha un ruolo fondamentale ma deve adattarsi alle esigenze del pianeta.”

Digitale, virtuale e la casa guidata dall’Intelligenza Artificiale sono già il nostro presente, come si evolveranno a suo avviso?

“Difficile fare ipotesi dato che molte cose sono già una realtà. Il controllo in remoto, le app, la realtà virtuale ma sono covinta che ci siano cose che non si possono digitalizzare. Il contatto umano, la personalizzazione dei prodotti e il saper mantenere uno stile di vita equilibrato.”

Ci racconta le novità del 2021?

Dissipatore di rifiuti alimentari InSinkErator

“Dopo una prima fase di sperimentazione con un prototipo, è entrato in catalogo il nuovo NeoChiller, NeoChiller è infatti l’innovativa unità che eroga all’istante acqua perfettamente refrigerata e filtrata senza sapori e odori a una temperatura tra 3 ° C e 10 ° C. Grazie al NeoChiller, si potrà ridurre il consumo di bottiglie di plastica che ogni anno inquinano i nostri mari e oceani. Secondo l’ultimo studio UNEP, circa 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono negli oceani dove si calcola che dagli anni ’50 ad oggi sia finita la metà di tutta la plastica prodotta in oltre 60 anni e, dove esistono diverse isole galleggianti enormi, come la Pacific Trash Vortex, un’isola di plastica grande varie volte l’Italia.

Andando oltre il progetto, invece abbiamo appena iniziato a collaborare con la celebre designer inglese Kelly Hoppen con la quale iniziamo una campagna di promozione in tutto il mondo per comunicare l’eccellenza dei nostri prodotti. In molte categorie di settore, in particolare l’oggetto del dissipatore alimentare domestico (tritarifiuti) deve divenire un must-gadget ecologico per la casa, l’ambiente e la persona.”

Caterina Di Iorgi
  • Laurea in Filosofia
  • Giornalista pubblicista
  • Specializzazione in Architettura & Design
Suggerisci una modifica