Miniscrivanie per il tuo angolo studio

Tiziana Morganti
  • Dott. in Storia Moderna

Organizzare nella proprio salotto o in camera da letto un angolo studio dedicato al lavoro è una necessità essenziale. Spesso, però, non si ha a disposizione lo spazio necessario. Per questo motivo è fondamentale affidarsi alle miniscrivanie, capaci perfino di rendersi invisibili dopo il loro utilizzo.

Miniscrivanie per il tuo angolo studio

Avere un angolo della casa riservato al lavoro è sempre stato importante, soprattutto per i liberi professionisti che non hanno una sede esterna dove svolgere la propria attività. Negli ultimi due anni, poi, è diventata una vera e propria necessità, visto che in molti hanno sperimentato le difficoltà organizzative dello smart working a causa della pandemia. Così, tra figli in DAD e una casa sempre troppo rumorosa, creare un angolo riservato dove potersi concentrare, è diventata una priorità.

Certo, l’ideale sarebbe poter arredare una stanza a studio personale con tanto di scaffali, libreria e scrivania dalle grandi proporzioni dove poter posizionare computer e documenti. Cosa fare, però, se lo spazio a disposizione non permette questo piccolo grande lusso?


Leggi anche: 10 idee creative per abbellire l’angolo studio

La risposta a questa domanda viene proprio dal design che, senza perdere di vista le necessità estetiche, cerca di offrire delle soluzioni valide dal punto di vista pratico e organizzativo a chi non dispone di un appartamento dalla grande metratura. Per poter organizzare il proprio angolo studio, dunque, è sufficiente affidarsi ai modelli di miniscrivanie progettati per poter sfruttare anche un semplice spazio angolare e, all’occorrenza, scomparire senza lasciare traccia della propria esistenza.

Se non credete sia possibile trovare delle soluzioni capace di fondere il senso estetico e la praticità, guardiamo come organizzare un perfetto ed efficiente angolo studio grazie alle miniscrivanie.

1. Miniscrivanie per angolo studio: scrittoio da muro

Miniscrivanie per il tuo angolo studio

Iniziamo questo viaggio nel poco conosciuto mondo delle miniscrivanie con una soluzione interessante e dalla grande praticità, soprattutto per chi si trova a gestire uno spazio veramente ristretto come, ad esempio, un monolocale. Si tratta di una sorta di scrittoio da muro che, grazie alle sue proporzioni essenziali non crea alcun ingombro nel momento in cui non viene utilizzato.

Ovviamente è una soluzione dalla natura minimal che richiede una perfetta organizzazione degli strumenti utili per il lavoro.

Questo contenitore ha una profondità limitata che, comunque, permette di avere al suo interno una mensola e un portaoggetti. Uno spazio, però, che, con molta probabilità, potrebbe non essere sufficiente. Per questo motivo è possibile abbinare una cassettiera con delle rotelle. In questo modo, infatti, diventa facile spostarla o nasconderla dopo aver terminato la propria attività.


Potrebbe interessarti: Angolo studio per bambini e ragazzi: come crearlo in 3 mosse!

2. Miniscrivanie per angolo studio: il cubo

Miniscrivanie per il tuo angolo studio

Già da tempo le soluzioni di design dedicate a gestire nel migliore dei modi spazi limitati si sono concentrati sullo spazio notte, creando dei posti letto dalle proporzioni veramente minimal. Il riferimento è a degli elementi di arredo che, dietro la struttura di un semplice puff, nascondono un letto per ospiti.

Oggi, però, questo tipo di progettazione viene applicata anche alle miniscrivanie. Come? Semplicemente mettendo sul mercato un cubo che, utilizzando due lati mobili, crea un piccolo angolo studio per il proprio lavoro.

Basta sollevare la parte superiore per creare un piano d’appoggio ideale per il proprio computer, mentre all’interno della struttura è possibile posizionare addirittura una stampante. Il vantaggio di questa soluzione è che, una volta chiusa, riesce a fondersi perfettamente in qualsiasi tipo di arredamento moderno.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Anzi, può avere una doppia vita, venendo utilizzato come piano d’appoggio o piccolo tavolino su cui posizionare una lampada. Ed ecco che, con l’acquisto di un compendio d’arredo veramente minimal è possibile avere uno studio portatile in qualsiasi angolo della casa. Una soluzione che potrebbe essere particolarmente utile soprattutto in una casa al mare o in campagna, come ufficio di emergenza.

3. Miniscrivanie per angolo studio: soluzione angolare

Miniscrivanie per il tuo angolo studio

Spesso può capitare che in una stanza l’unico spazio disponibile sia angolare e questo potrebbe creare degli effettivi problemi nella gestione di un mini studio. La situazione, però, può essere risolta agevolmente utilizzando una miniscrivania dal taglio triangolare, capace di sfruttare pienamente l’angolo, anche se non in grandi proporzioni. In questo caso, pero, è consigliabile posizionare la  miniscrivania vicino ad un punto di luce naturale per rendere il lavoro più piacevole, nonostante ci si trovi rivolti verso un muro.

La capacità visiva, poi, può essere ulteriormente migliorata aggiungendo una lampada a muro direzionabile per non creare fastidiose rifrazioni sullo schermo del computer. Rispetto alle altre soluzioni prese in considerazione fino a questo punto, però, la scrivania dal taglio triangolare va a comporre uno spazio fisso.

Per questo motivo si suggerisce di prestare molta attenzione ad armonizzare questo mini studio con lo stile generale della stanza.

4. Miniscrivanie per angolo studio: legno e ferro

Miniscrivanie per il tuo angolo studio

Nel caso in cui il soggiorno offra uno spazio sufficientemente ampio su cui poter agire, è possibile inserire un elemento più  grande rispetto a quelli considerati fino a questo momento, anche se sempre di dimensioni limitate. Il modello perfetto, in questo caso, presenta una struttura divisa tra un piano di appoggio piuttosto profondo ed una piccola libreria che si estende in altezza con una sola mensola.

Un secondo ripiano, invece, è posizionato al di sotto della scrivania.

Grazie a questo tipo di soluzione, si ha a disposizione uno spazio maggiore per organizzare tutti gli elementi essenziali per il proprio lavoro senza appesantire lo spazio occupato. A garantire leggerezza, infatti, è l’utilizzo di due materiali che si sposano bene, ad esempio, con lo stile industriale.

Nell’incontro tra il legno dei ripiani e il ferro dello scheletro, si crea un design elegante e raffinato nella sua modernità che può essere mostrato senza produrre nessun effetto negativo sullo stile del proprio salotto.

Miniscrivanie per angolo studio: foto e immagini

Se avete l’esigenza di organizzare uno studio per svolgere il vostro lavoro da casa ma non avete uno spazio sufficientemente ampio, lasciatevi ispirare dalle soluzioni di miniscrivanie proposte nelle galleria.