Come scegliere una caldaia a gasolio

Alessandro Mancuso
  • Autore - Programmatore

La caldaia a gasolio come soluzione alternativa per riscaldare gli ambienti: funzionamento, tipologie, vantaggi e svantaggi, manutenzione, prezzi e incentivi.

Come scegliere una caldaia a gasolio

Riscaldare gli ambienti e produrre acqua calda con la caldaia a gasolio, una soluzione alternativa rispetto ai più tradizionali sistemi.

A differenza di altre tipologie, si basa sull’utilizzo di combustibili liquidi, caratterizzandosi per consumi piuttosto contenuti e, grazie agli ultimi ritrovati tecnologici, maggiormente ecologici.

Scopriamo in questo nostro articolo come funziona, le tipologie, i pro e contro, i costi e gli incentivi, ovvero tutte quelle informazioni utili per comprendere come scegliere una caldaia a gasolio.

Caldaia a gasolio come funziona

Come scegliere una caldaia a gasolio

La caldaia a gasolio si presenta esteriormente con una copertura al cui interno è inserita la camera di combustione, realizzata generalmente in ghisa o acciaio, oltre a un bruciatore.

Il suo funzionamento è piuttosto semplice. Un’apposita pompa asporta il combustibile contenuto in una cisterna dedicata e, grazie al bruciatore presente nella camera, procede a riscaldare l’acqua nella quantità necessaria per soddisfare i fabbisogni energetici dell’abitazione.

L’acqua riscaldata viene poi fatta confluire nei radiatori o nella rete a pavimento.

Caldaia a gasolio tipologie

Come scegliere una caldaia a gasolio

La caldaia a gasolio è una tipologia diffusa soprattutto nelle aree con clima particolarmente freddo, vuoi anche perché il gas metano non è presente. Un impianto in grado di integrarsi in modo ottimale con differenti sistemi di riscaldamento (come i pannelli solari).

Tra le tipologie più diffuse in commercio segnaliamo la caldaia a gasolio a condensazione ed a bassa temperatura.

Le caldaie a gasolio a condensazione si mettono in risalto per un miglior rendimento, anche se più costose. Tra le peculiarità, la produzione di acqua calda ad una temperatura di 40°. Le caldaie a gasolio a bassa temperatura viceversa offrono una resa inferiore ma prevedono un esborso minore al momento dell’acquisto. Queste ultime sono in grado di produrre acqua a 90°C.

Occorre inoltre fare un’ulteriore distinguo tra le tecnologie di combustione adottate per le caldaie a gasolio: a camera aperta o chiusa.

La caldaia a camera aperta ricorre ad una canna fumaria per la fuoriuscita dei gas mentre preleva l’aria direttamente dall’interno del locale. In quest’ultimo caso ricambiare costantemente l’aria è praticamente d’obbligo. La tipologia a camera chiusa non necessita di canna fumaria e funziona a due circuiti, uno per l’ingresso dell’aria e l’altro per l’espulsione del gas.

Caldaia a gasolio: caratteristiche, vantaggi e svantaggi

Come scegliere una caldaia a gasolio

La caldaia a gasolio era un sistema di riscaldamento diffuso soprattutto nel corso degli anni Settanta. Con l’avvento del gas metano è stata accantonata ma, anche a seguito dell’innovazione tecnologica e alla crisi energetica in atto, si è registrata una rivalutazione in positivo.

Scegliere questo tipo di impianto necessita di un grande serbatoio, dunque diventa essenziale preventivare il giusto spazio prima di procedere all’installazione (interrata o esterna).

A differenza del passato in cui erano molto inquinanti, le emissioni nocive degli ultimi modelli sono state notevolmente ridotte. Essenziale è comunque disporre di un tubo di scarico dei fumi e garantire sempre una buona ventilazione, aspetti basilari per motivi di sicurezza.

Soprattutto se abbinata ad altri metodi ecosostenibili, come i pannelli solari o una pompa di calore, permette di ridurre il prezzo del gasolio, schizzato alle stelle di recente a seguito della crisi energetica. Ecco perché prima di scegliere questa soluzione per riscaldare casa, è opportuno farsi due conti a tavolino, rivolgendosi ad un installatore di fiducia.

Tra gli aspetti negativi di tale tipologia di impianti, i già citati alti costi del combustibile.

Caldaia a gasolio manutenzione

Come scegliere una caldaia a gasolio

Sono previsti una serie di controlli da attuare periodicamente per la manutenzione della caldaia a gasolio. Tra le operazioni da compiere con una certa frequenza, sfiatare regolarmente i termosifoni. Può essere eseguita anche in fai da te, vista la semplicità, non serve chiamare alcun tecnico.

Molto importante è anche cambiare il filtro regolarmente, utile per evitare problemi alle tubature. Occorre infatti sottolineare come il gasolio sia un combustibile liquido contenente impurità. A tal riguardo, rivolgersi ad un tecnico specializzato in caso di problematiche nel funzionamento dell’impianto.

Una verifica del serbatoio va fatta annualmente e un più approfondito controllo interno è consigliato con cadenza triennale. Ogni due anni bisogna rilevare il rendimento di combustione dell’impianto. Si tratta di tempistiche che ovviamente possono variare in base all’utilizzo, più o meno intenso, della caldaia a gasolio.

Caldaia a gasolio prezzi e incentivi

Come scegliere una caldaia a gasolio

I prezzi di una caldaia a gasolio sono compresi da circa 800€ per i modelli basici fino a toccare 1.900€ per quelli più all’avanguardia.

Solitamente le spese d’installazione sono comprese nel costo totale, in alcuni casi potrebbero però essere aggiunti successivamente: meglio informarsi prima.

Tra i vantaggi offerti dalla normativa vigente, la possibilità di approfittare dell’ecobonus, potendo così abbattere i costi fino al 65%. Si tratta di un’agevolazione che può essere richiesta entro il 31 dicembre 2022, per quanto concerne le spese per la sostituzione della vecchia caldaia con una nuova. Le detrazioni sono ammesse sino al 65% se le nuove caldaie risultano munite di sistemi di termoregolazione o evolute dal punto di vista domotico. Il bonus caldaia scende al 50%, in caso di sostituzione di impianti con nuovi sistemi a condensazione di classe A o superiore.

Per saperne di più, invitiamo a rivolgersi al proprio consulente di fiducia.

Ricordiamo infine che l’installazione di una caldaia a gasolio deve essere sempre eseguita da parte di tecnici professionisti abilitati. Se si dispone però di impianti obsoleti, invitiamo a valutare la sostituzione della caldaia a gasolio a favore di altre modalità di riscaldamento, come per esempio un sistema a pellet (valutando preventivamente i costi delle materie prime).