Riscaldamento a pavimento: come va installato?

In Italia sta diventando sempre più popolare il riscaldamento a pavimento soprattutto per l’elevato risparmio energetico, ma come va installato? Se stai cercando di installare un sistema per te o per conto di un cliente, ecco la guida per il riscaldamento a pavimento. 

Riscaldamento a pavimento: come va installato?
Riscaldamento a pavimento

Il riscaldamento a pavimento viene installato in un numero sempre maggiore di proprietà domestiche, sia nelle nuove costruzioni che come sistema retrofit. Il mercato offre una vasta gamma di sistemi elettrici e idrici adatti per l’installazione in ogni stanza della tua casa. Il riscaldatore ideale per la tua casa dipende da alcuni fattori chiave come se stai costruendo una nuova casa o ristrutturando la tua attuale proprietà, in che tipo di stanza stai installando il sistema, le dimensioni dello spazio riscaldato e la costruzione del sottopavimento e finitura del pavimento.

Il principale vantaggio dell’utilizzo di un sistema di riscaldamento a pavimento umido è il costo di esercizio rispetto ai termosifoni, ma è più difficile da installare e quindi può comportare costi iniziali più elevati. Quello elettrico, invece, è ideale per un’area più piccola, poiché sarà più facile da installare ma generalmente più costoso da gestire.

Una volta scelto il sistema adatto alle tue esigenze, non ti rimane che seguire la guida completa.

1. Sollevare il pavimento

Riscaldamento a pavimento: come va installato?
Sollevare il pavimento e pulire il sottopavimento

La prima cosa da fare per istallare il riscaldamento a pavimento è sollevare i pavimenti e assicurarti che il sottopavimento sia libero. Se il pavimento è installato con un sistema maschio-femmina, bisogna staccare i chiodi dalle assi del pavimento per rimuoverli.

Usa il sottopavimento per far leva sul piede di porco per il resto delle assi in modo da salvarle dai danni. Una volta che il sottopavimento risulta privo di detriti, non resta che limare o tagliare eventuali spigoli vivi nell’area in modo che non vi siano rischi di danni ai tubi una volta installati.

2. Montaggio dei collettori di distribuzione

Riscaldamento a pavimento: come va installato?
Montaggio dei collettori di distribuzione

Il secondo step riguarda la posa del pannello isolante. È importante assicurarsi che non ci siano grandi spazi vuoti in modo da posizionare l’isolante in modo ordinato e fissare con nastro adesivo le giunture per evitare che il massetto si insinui al di sotto. Se si installa un sistema a umido, il sistema di fissaggio dei tubi deve essere quindi montato sopra l’isolamento con un angolo di 90 gradi rispetto alla direzione in cui verranno posati i tubi.

Successivamente si installa il collettore, a cui verranno collegati i tubi. Il collettore deve essere montato su una parete che sia sufficientemente robusta da sostenerne il peso quando è collegato alle tubazioni dell’acqua. Posizionalo in una posizione centrale, a circa 1 metro da terra.

3. Posare i tubi dell’acqua o i tappetini riscaldanti elettrici

Riscaldamento a pavimento: come va installato?
Posa dei tubi dell’acqua

Dopo il montaggio del collettore, è necessario posare i tubi dell’acqua (nel sistema a umido). Assicurati che i tubi siano distribuiti uniformemente sull’intera area che desideri riscaldare. Lasciare una distanza di circa 200 mm tra ciascuna sezione della tubazione, che dovrebbe andare dal collettore al punto più lontano della stanza. Un idraulico qualificato dovrebbe completare il collegamento dell’impianto alla rete idrica.

I sistemi a secco prevedono la posa dei tappetini riscaldanti. In questo caso dovrai anche installare un sensore a pavimento per fornire una lettura della temperatura al tuo termostato; questo dovrebbe essere idealmente posizionato vicino alla parete su cui è installato il termostato. Un elettricista qualificato dovrebbe completare il collegamento dell’impianto alla rete elettrica.

4. Coprire l’impianto di riscaldamento con il massetto

Riscaldamento a pavimento: come va installato?
Coprire l’impianto di riscaldamento con il massetto

Sia i sistemi di riscaldamento a pavimento a umido che quelli a secco includono uno strato di massetto. Questo aiuta a mantenere il calore isolato, oltre a migliorare le prestazioni del sistema. Assicurati che l’isolamento sia piatto e che i tubi o le stuoie siano fissati saldamente.

Quindi, posare un massetto di sabbia e cemento di circa 75 mm di spessore sopra i tubi o le stuoie. Lasciare asciugare naturalmente il massetto prima di accendere l’impianto di riscaldamento, altrimenti potrebbe danneggiarsi.

5. Riscaldare il sistema lentamente

Riscaldamento a pavimento: come va installato?
Posa del pavimento

Prima di utilizzare l’impianto di riscaldamento, questo va testato accendendolo a basse temperature. Finché tutto è collegato correttamente e hai lasciato asciugare il massetto, non dovrebbero esserci problemi. Tuttavia, accendere immediatamente il sistema a pieno calore può causare danni, quindi dovrebbe essere aumentato lentamente la prima volta.

I vantaggi del riscaldamento a pavimento

Riscaldamento a pavimento: come va installato?
Vantaggi del riscaldamento a pavimento

I sistemi di riscaldamento a pavimento presentano numerosi vantaggi per le case e gli uffici. Sono comodi quando cammini a piedi nudi sul pavimento e liberano spazio nella stanza poiché non ci sono radiatori intorno a occupare spazio sulla parete. Grazie ai miglioramenti nelle tecnologie di riscaldamento, ad oggi risultano molto convenienti.

Sono un’ottima soluzione per le case con fonti di riscaldamento rinnovabili. I sistemi di riscaldamento a pavimento rendono molto più semplice il passaggio a case sostenibili.

Riscaldamento a pavimento: foto e immagini