Arredare casa in stile anni 20: quando il vintage trionfa

Linee pulite, colori intensi e carte da parati dalle fantasie geometriche. Questi sono solo alcuni delle caratteristiche per un perfetto stile anni venti che si divide tra il Bauhaus e l’Art Deco. Due stili che hanno caratterizzato un intero decennio e non solo.

Arredare casa in stile anni 20

Se quando sentite un charleston non riuscite a stare fermi o sognate ogni singolo costume realizzato per Il grande Gatsby di Baz Luhrmann, allora in voi batte il cuore di una flapper girl o di un giovane frequentatore di speakeasy. Qualunque sia il caso, comunque, siete sicuramente dei sostenitori dello stile anni venti che, dalla moda al design, hanno segnato una netta linea di demarcazione tra la cultura del passato e quella del futuro.

Con la prima guerra mondiale ormai alle spalle, infatti, il mondo riprende a vivere ma molte cose sono cambiate. Le donne, ad esempio, dopo aver sostituito in molti campi la presenza maschile impegnata al fronte, hanno compreso il loro potenziale e non ne vogliono proprio sapere di tornare sui loro passi.


Leggi anche: Carta da parati moderna: come vestire con stile le pareti

Il mondo post bellico ormai non esiste più. Le giovani ragazze si sono liberate dei corsetti, di biancheria ingombrante ed hanno accorciato le gonne. Allo stesso tempo hanno dato un taglio netto ai loro capelli per un look chic ma disimpegnato, che viene chiamato alla garconne.

Allo stesso tempo anche il design vive la sua personale rivoluzione. Anzi, gli anni venti sono il decennio in cui lo stile si trasforma in studio e interpretazione di un nuovo concetto di vita. Questo vuol dire che si impongono nuove linee, materiali diversi e rivestimenti alternativi.

Se tutto questo, dunque, stimola la vostra fantasia siete pronti per arredare la vostra casa in perfetto stile twenties. E non dovete per forza chiamarvi Francis Scott e Zelda Fitzgerald.  Cosa fare, però, per non commettere errori o esagerare con la sovrapposizione di colori, fantasie e arredi? Vediamo insieme i passi da compiere  per una perfetta casa in stile anni venti.

1. Casa in stile anni venti: Bauhaus e Art Decò

Arredare casa in stile anni 20

Per ottenere una perfetta ambientazione in stile anni venti nella propria casa bisogna, prima di tutto, fare una scelta di campo tra lo stile Bauhaus e l’Art Decò. Si tratta dei due maggiori movimenti culturali che hanno influenzato l’architettura e l’interior design. Nel primo caso ci troviamo di fronte ad uno stile che privilegia, nella progettazione degli arredi, forme dalle linee pulite e geometriche. Secondo questo design, infatti, l’estetica può e deve essere anche funzionale.

Per quanto riguarda i materiali usati, poi, si tratta di elementi poco utilizzati fino a quel periodo come legno, metallo, pietra, e vetro. A questo stile, poi, appartengono anche i rivestimenti in similpelle che, prima degli anni venti, non erano mai entrati nelle case signorili. Mettendo insieme tutti questi aspetti si ottiene un arredo dalle linee molto pulite dove il minimal già fa capolino.


Potrebbe interessarti: Carta da parati: le 10 tendenze cool del 2021

Per quanto riguarda l’Art Decò, invece, l’arredo si fa più rotondo, eliminando completamente qualsiasi presenza di angoli. Allo stesso tempo anche i colori diventano intensi. In una casa Art Decò, infatti, prevalgono il pavone, il rosa antico, il verde petrolio e tocchi di bronzo o oro anticato.

Per quanto riguarda i materiali, anche in questo caso il legno, il vetro e il metallo hanno il sopravvento. Mentre la modernità dei tempi si esprime soprattutto nei disegni geometrici che si alternano tra le linee degli specchi come nelle fantasie eclettiche delle carte da parati. Detto questo, proviamo a vedere come realizzare una casa anni venti utilizzando entrambi questi stili.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

2. Casa in stile anni venti: carta da parati e divano

Arredare casa in stile anni 20

Per quanto riguarda un ambiente volto alla convivialità come il salotto, l’Art Decò, probabilmente, è lo stile più adatto. I colori dei rivestimenti, come le fantasie geometriche delle carte da parati danno maggior calore e un senso di sofisticata eleganza. Per ottenere questo effetto, ad esempio, il consiglio è di giocare in modo particolare con il colore, utilizzando due nuance affini, come il verde più chiaro e il pavone dalle note più intense.

Il tocco di classe, oltre ad un divano in velluto pettinato, è dato soprattutto dai parati in cui è riprodotta una fantasia in cui viene ripetuto in modo stilizzato lo zampillio di una fontana. Un disegno che sembra riprodurre lo stile del grattacielo Chrysler e la famosa entrata dell’Empire State Building.

In quest’ambientazione così newyorkese d’altri tempi, il divano occupa una posizione importante con la sua forma lineare ma non spigolosa e i classici piedini che lo sollevano da terra. Per rendere più attuale l’insieme, si consiglia di utilizzare la carta da parati esclusivamente su di una parete. Preferibilmente quella alle spalle del divano.

3. Casa in stile anni venti: la specchiera

Arredare casa in stile anni 20

Per completare un perfetto salotto in Art Decò, però, non può assolutamente mancare una specchiera. Anche in questo caso il consiglio è di scegliere un modello che si rifà allo stile originale o che proviene direttamente dagli anni venti. Ma come si riconosce uno specchio anni venti in stile Art Decò? Molto semplicemente da un’architettura e da una linea che riproduco l’apertura di un ventaglio o, ancora più poeticamente, la lussuosa coda di un pavone.

In questo caso due soni i materiali fondamentali grazie ai quali ottenere un perfetto specchio retrò: il metallo, per la cornice, e il vetro che, in questo caso svolge un ruolo dominante. Il compito della specchiera, infatti, è anche quello di dare profondità all’ambiente e di impreziosirlo attraverso la rifrazione della luce sugli arredi e i rivestimenti.

4. Casa in stile anni venti: la poltrona

Arredare casa in stile anni 20

Se apprezzate maggiormente l’essenzialità delle forme, allora il Bauhaus potrebbe essere lo stile più adatto per arredare uno studio. Si tratta di un ambiente in cui è necessario accumunare comodità, funzionalità e, ovviamente, eleganza. In questo caso il design di una poltrona Bauhaus può rappresentare l’elemento essenziale grazie al quale definire il carattere dell’intero spazio.

Il riferimento è a un modello diventato ormai iconico, in cui viene reinterpretata la classica chaise longue.

In questo caso, però, le linee sono dichiaratamente geometriche ed essenziali, enfatizzate da un’accoppiata vincente tra una struttura di legno e un rivestimento in similpelle nero. Per completare un angolo lettura o di rilassamento particolarmente confortevole e di alto design, è consigliato abbinare una lampada da terra che riprenda lo stile Bauhaus con una struttura in acciaio ed un cappello dalle linee geometriche.

Tutto, ovviamente, declinato attraverso l’uso del metallo.

5. Casa in stile anni venti: letto e colori

Arredare casa in stile anni 20

Quando si progetta l’ambientazione di una camera da letto si cerca di riprodurre un’atmosfera calda e accogliente attraverso un connubio naturale tra forme e colori. In questo caso l’Art decò potrebbe essere di grande aiuto per ottenere uno spazio dove rilassarsi. Il primo aspetto da considerare è la presenza della carta da parati.

Tradizionalmente lo stile richiederebbe una copertura totale delle pareti a disposizioni, ma si può optare anche per una decorazione parziale. Essenziale, infatti, è ricoprire il lato dove poggiare una testiera del letto.

Questa, poi, può riprodurre una sequenza geometrica resa più lussuosa da una copertura in velluto. Ma quale fantasia scegliere per una carta da parati Art Decò? La scelta è varia.

È possibile, infatti, dirigersi verso fantasie floreali o geometriche. Per rendere l’insieme più armonioso, però, è consigliabile trovare almeno una nuance con cui abbinare arredi e complementi, tra cui copriletto e gli immancabili cuscini.

Come arredare una casa in stile anni venti: foto e immagini

Se le scenografie del film Il grande Gatsby hanno colpito la vostra fantasia e siete diventati degli appassionati dello stile anni venti, lasciatevi ispirare dalle  galleria di foto per scoprire come portare un pò di quella ruggente eleganza nelle vostre case.