Certificato di idoneità statica


Certificato di idoneità statica: definizione, quando serve, chi lo redige. Le verifiche sull’opera e differenze con la prova di collaudo statico. Costi.

tetto-prefabbricato-posa-cemento

Il certificato di idoneità statica è un particolare documento che, una volta redatto, garantisce la sicurezza della strutture di un fabbricato di qualunque tipologia, sia abitazione che edificio commerciale.

La sua importanza è fondamentale in quanto viene richiesto ai fini del rilascio dell’agibilità. Un altro uso importante è relativo alle domande di condono di abuso edilizio.


Certificato di idoneità statica: normativa

Il certificato di idoneità statica viene stilato ai sensi dei DD.MM. 15/05/1985 e 20/09/1985 ed è fondamentale per attestare  le condizioni di sicurezza delle strutture portanti di un fabbricato, secondo le norme in vigore al momento della costruzione.

L’importanza di questo documento è determinata dal fatto che, mediante il rilascio da parte del professionista, il Comune in cui è situato l’immobile è in grado di rilasciare il certificato di agibilità, necessario per poter abitare in un nuovo edificio quando non esiste o non è possibile reperire il certificato di collaudo statico.

tetto-prefabbricato-legno-montagna

L’assenza o la difficoltà ad avere questo certificato, che viene redatto ai sensi della Legge 1086/71, è una situazione che riguarda migliaia di persone, sparse su tutto il territorio italiano.

Certificato di idoneità statica: definizione

Il certificato di idoneità statica deve contenere alcuni elementi fondamentali, per accertare che il fabbricato sia idoneo.

Precisamente sono obbligatori i seguenti paragrafi:

  • descrizione dell’immobile;
  • acquisizioni preliminari;
  • caratterizzazione dei materiali;
  • prove di carico;
  • verifiche statiche;
  • dichiarazione di idoneità statiche.

Chi redige il certificato di idoneità statica

L’incarico di redigere il certificato di idoneità statica può essere affidato soltanto ad un professionista, architetto o ingegnere, a patto che sia iscritto al proprio ordine professionale.

A differenza del collaudo statico, non è richiesta l’iscrizione da almeno 10 anni presso l’albo professionale relativo.

In questo modo si semplifica di molto la possibilità di entrare in possesso del prezioso documento cartaceo: il consiglio base è di affidarsi sempre e comunque ad un professionista preparato che effettui i relativi e necessari sopralluoghi.

casa-notaio-compravendita

Certificato di idoneità statica: come si redige

Il tecnico incaricato dal proprietario per la redazione del documento dovrà effettuare alcune operazioni in sequenza, in modo da poter verificare in maniera accurata, che il fabbricato risponde ai requisiti minimi richiesti.

Nello specifico, il tecnico incaricato provvederà a:

  • studiare la geometria del fabbricato
  • informarsi sul periodo di costruzione e sugli interventi eseguiti
  • indagare sulle condizione del terreno dove sono posta le fondamenta
  • esaminare i materiali, valutando la resistenza

Alla fine di tutte queste indagine, svolte sempre nella maniera più accurata possibile, il professionista redigerà sotto la propria responsabilità il certificato, rendendo chiaro per iscritto che l’edificio non presenta vizi o difetti di costruzioni, non sono presenti lesioni o non sono possibili cedimenti che possano arrecare danno e pericolo.

Qualora vi sia anche il minimo rischio di un cedimento, sarà compito del professionista indicare i passi successivi, chiarendo quali interventi si rendono necessari per adeguare o rinforzare l’edificio.

tetto-prefabbricato-3

Certificato di idoneità statica e collaudo statico: differenze

Per chi è alle prese con una nuova costruzione, potrebbe ingenerare confusione il documento noto come certificato di idoneità statica con la pratica di collaudo statica.

In effetti le differenze sono notevoli. Innanzitutto il professionista abilitato ad effettuare la prova di collaudo statico deve essere iscritto nel suo albo professionale da almeno 10 anni, termine di tempo che invece non è previsto per il certificato di idoneità statica.

Inoltre, elementi decisamente importanti sono che:

  • la prova di collaudo statica è obbligatoria per tutti i fabbricati edificati successivamente al 1971, ovvero da quando è entrata in vigore la normativa in materia
  • viene eseguito in corso d’opera e dev’essere redatto da un tecnico che non ha preso parte alla costruzione

Il certificato di idoneità statica, entrato in vigore nel 1985, vide invece il suo maggior utilizzo in conseguenza del condono edilizio, venendo reso obbligatorio per sanare edifici e fabbricati costruiti in maniera abusiva.

Tale documento infatti, doveva essere allegato alle richieste di condono, qualora non fosse stato possibile entrare in possesso del certificato di collaudo statico.

cantiere-casa

Occorre pertanto chiarire e specificare che, secondo la procedura di Segnalazione Certificata di Agibilità, entrata in vigore con il Decreto legislativo 222/2016, l’unica pratica richiesta ed obbligatoria per poter ricevere l’agibilità, e pertanto l’abitabilità della costruzione, è la richiesta di collaudo statico, senza citare alternative possibili.

Dunque la funzione del certificato di idoneità statica rimane in vigore soltanto per quegli edifici costruiti in un periodo precedente al 1971.

Quanto costa il certificato di idoneità statica

Gli ordini professionali, in base al comune di appartenenza, hanno provveduto nel corso degli anni a stilare un tariffario aggiornato e che tiene conto delle dimensioni, dell’anzianità e della tipologia dell’edificio da verificare.

In maniera sommaria, si può indicare in circa €1500/2000 il costo dell’iter per ottenere il certificato di idoneità statica per una villetta bifamiliare in buono stato. Ecco perchè richiedere un preventivo a diversi professionisti è una modalità corretta per conoscere l’entità del costo finale.

Davide Bernasconi
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger

Google News

Vuoi essere aggiornato sulle ultime tendenze?

Accedi gratuitamente ai nostri video e guide sul fai da te, promozioni e sconti.

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta