Capitolato d’appalto: definizione, come si fa, quando serve

Il capitolato d’appalto è un documento utilizzato in edilizia. Definisce le regole nel rapporto tra impresa e committente. Parte integrante del contratto d’appalto vero e proprio, specifica le opere, i materiali, la modalità di esecuzione dei lavori, la spese da sostenere ed altri rilevanti dettagli tecnici.

capitolato-d-appalto-definizione-come-si-fa-quando-serve-1

In campo edile il Capitolato d’appalto è un documento indispensabile nella realizzazione di prestazioni e opere. Importante allegato del contratto d’appalto vero e proprio, viene utilizzato per delineare le specifiche tecniche, i costi dei singoli interventi, il tipo di materiali usati ed in generale descrivere i requisiti per una corretta esecuzione dei lavori.

Da una sua lettura è possibile comprendere tutte le caratteristiche dell’opera e le prestazioni che l’appaltatore si impegna a realizzare. Può riguardare l’erogazione di beni e servizi, divenendo così parte integrante del progetto esecutivo. Trova applicazione nei più svariati settori, dall’edilizia all’impiantistica.


Leggi anche: Edilizia anti smog: piastrelle bioattive e facciate green

Capitolato d’appalto definizione

capitolato-d-appalto-definizione-come-si-fa-quando-serve-2

Il capitolato d’appalto è il documento in cui vengono riportate le specifiche tecniche di prestazioni ed opere sulla base di quanto stabilito nel contratto. Contiene il dettaglio degli interventi, i materiali impiegati, le opere da realizzare ed in generale tutti i requisiti necessari per una corretta esecuzione dei lavori.

Tra le singole voci assume rilevanza anche il riferimento economico, essenziale per valutare gli interventi da sostenere. Solitamente è fornito di un distinto elenco dei prezzi, per avere un immediato riscontro dei costi. Disporre di tutta questa documentazione è essenziale nell’eventualità sopraggiungano vizi occulti, anche dopo la consegna dei lavori.

Il motivo per cui redigere il capitolato di appalto è stabilire con accuratezza tutti i dettagli tecnici di una prestazione, sia diretti alla realizzazione di un’opera che a un’erogazione di beni e servizi.

Capitolato di appalto come si fa

capitolato-d-appalto-definizione-come-si-fa-quando-serve-3

Come si fa il capitolato d’appalto? Solitamente si usano appositi modelli correlati a una determinata tipologia di intervento, con l’indicazione delle specifiche esecutive inerenti la prestazione.

Il Capitolato risulta formato da due parti. Nella prima sono riportati una serie di dati di carattere amministrativo: l’oggetto dell’appalto, le descrizione delle interventi, i termini per la consegna, le norme che disciplinano il rapporto contrattuale tra le parti (inclusi eventuali subappalti), il regolamento delle controversie. Nella seconda parte si entra più nel dettaglio tecnico, con riferimento alla tipologia di materiali e alla modalità di esecuzione dei lavori.


Potrebbe interessarti: 10 regole per arredare casa

Ricordiamo che nella fase antecedente alla sua redazione è opportuno realizzare il computo metrico e l’elenco dei prezzi dei materiali, altri due importanti documenti che vanno ad integrare il contratto d’appalto.

Capitolato generale e capitolato speciale: differenze

capitolato-d-appalto-definizione-come-si-fa-quando-serve-4-

Il capitolato riporta le condizioni da applicare indistintamente a più appaltatori da uno stesso soggetto appaltante. Al riguardo un tipico esempio è rappresentato dal capitolato generale delle opere pubbliche.

Il Capitolato Generale è un documento necessario per gli appalti nella pubblica amministrazione. Stabilisce le direttive che regolano i rapporti tra appaltatore e committente. Tra le principali, ad esempio, le norme di conduzioni dei lavori, la tipologia e provenienza dei materiali utilizzati, gli obblighi di chi esegue gli interventi, eventuali difetti di costruzione o vizi occulti, la durata stimata per la realizzazione delle opere.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

Il Capitolato Speciale è un documento allegato ad un specifico contratto d’appalto, sottoscritto in via esclusiva tra le parti: ognuna si assume l’impegno di eseguirlo. Per la sua redazione ci si basa sul Capitolato Generale per l’indicazione dei lavori, le forniture ed in generale le prestazioni da compiere, tenendo conto di una serie di condizioni stabilite tra appaltatore e committente.

Capitolato speciale quando serve

capitolato-d-appalto-definizione-come-si-fa-quando-serve-5

La redazione del Capitolato Speciale è obbligatoria in merito agli appalti pubblici ma facoltativa per i lavori privati. La prassi comune invita però sempre ad una sua sottoscrizione, poiché il committente disporrà così di una stima economica, un termine entro cui dovranno essere ultimati i lavori, quali modalità verranno adottate per la riscossione dei corrispettivi, il rispetto di una esecuzione a regola d’arte. In caso di controversie, è il documento a cui si farà riferimento.

Capitolato d’appalto chi lo redige

capitolato-d-appalto-definizione-come-si-fa-quando-serve-6

Il capitolato d’appalto è redatto da un tecnico o progettista dei lavori. È un professionista incaricato di riportare nel documento l’oggetto e l’importo dell’appalto, la descrizione delle opere, le norme da seguire per l’esecuzione dei lavori, le specifiche tecniche, le condizioni amministrative, le garanzie e le responsabilità dell’appaltatore.

Capitolato d’appalto pdf

Sul web sono numerosi i portali da cui è possibile scaricare il modello di capitolato d’appalto pdf. Solitamente è messo a disposizione da enti e Comuni, in cui vengono riportate una serie di voci generali, da completare con l’aggiunta di dati specifici per il rapporto contrattuale in essere tra le parti. È consigliato comunque rivolgersi a un professionista poiché sarà grado di valutare, a seconda del tipo di lavori o fornitura, il documento più adatto alle proprie esigenze.

Capitolato d’appalto vantaggi

capitolato-d-appalto-definizione-come-si-fa-quando-serve-7

Da quanto visto finora, la redazione di un capitolato d’appalto da parte di un tecnico è fondamentale se si vuole avere a portata di mano il dettaglio di tutti i lavori da eseguire, stabilendone preventivamente il tipo di materiali, le modalità di esecuzione degli interventi, le tempistiche di realizzazione ed i costi.

Non stilare il capitolato d’appalto può comportare un incremento delle spese durante la fase di svolgimento dei lavori, tra i più frequenti motivi di contrasto tra le parti. È inoltre il documento di riferimento quando si verificano controversie tra l’appaltatore ed il committente. In mancanza, al verificarsi di una “lite”, troveranno applicazione soltanto le norme di carattere generale.

Capitolato d’appalto costi

Il costo per la redazione di un capitolato d’appalto varia in base all’entità dei lavori di ristrutturazione. Prendendo come esempio un’abitazione di circa 100 mq, il prezzo medio è compreso tra i 350 ed i 650€. Si tratta comunque di un valore indicativo, poiché è soggetto a variazioni in base al tipo di intervento richiesto e lavori da realizzare.

Alessandro Mancuso
  • Ragioniere, Programmatore
  • Autore specializzato in Design, Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica