L’Europa diventa autosufficiente grazie all’energia delle onde

L’azienda Ocean Energy potrebbe rendere l’Europa autosufficiente grazie al più grande generatore di energia che sfrutta il movimento delle onde.

L’Europa diventa autosufficiente grazie all’energia delle onde
Autore: Schäferle / Pixabay

L’azienda irlandese Ocean Energy ha sviluppato il più grande dispositivo al mondo per produrre energia dalle onde. Dopo aver testato con successo la tecnologia alle Hawaii, l’azienda è pronta a coordinare il progetto europeo Wedusea e costruirà un impianto da 1MW di potenza al largo delle coste della Scozia.

Si potrebbe trattare di una vera e propria svolta: un’innovativa tecnologia che produce energia elettrica in modo sicuro, sostenibile ed economico.

Wedusea fa parte del programma europeo Horizon Europe il cui scopo è realizzare nuove soluzioni concrete per contrastare il cambiamento climatico.

Il progetto, del valore di 19,6 milioni di euro, è stato finanziato per la metà da Horizon Europe, per 5,3 milioni dalla britannica Innovate UK e per il restante da imprese private. La durata del progetto è di quattro anni, con la partecipazione di 14 aziende e università di Irlanda, Regno Unito, Germania, Francia e Spagna.

L’energia delle onde è stata scelta per questo particolare progetto perché ha il potenziale per essere la più grande fonte di energia in grado di sfruttare la forza del mare.

Secondo il Gruppo di esperti sul cambiamento climatico (IPCC), la produzione annuale potenziale a livello mondiale è di 29.500 TWh: si tratta di quasi dieci volte il consumo annuale di elettricità dell’Europa, pari a 3.000 TWh.

Ma come funziona?

Le tecnologie per l’energia delle onde catturano il movimento delle onde dell’oceano e del mare e lo utilizzano per creare energia, in genere elettrica. La quantità di energia creata dipende dalla velocità, dall’altezza e dalla frequenza dell’onda, oltre che dalla densità dell’acqua. Le onde sono create dal vento che si muove sulla superficie dell’oceano, ma continuano anche dopo che il vento si è calmato. Questa complementarità rende l’energia delle onde il partner perfetto per l’energia eolica, in quanto estende notevolmente la produzione di energia.

Wedusea sfrutta il generatore creato da Ocean Energy denominato OE35, il più grande dispositivo di energia a onde fluttuanti al mondo. Il dispositivo, galleggiando sulla superficie del mare incorpora aria all’interno del generatore. Le onde che si infrangono contro l’apertura sommersa fanno oscillare l’acqua e spingono l’aria intrappolata verso una turbina per generare elettricità.