Affitto case studenti: prezzi tornano a salire

Davide Bernasconi
  • Autore - Laurea in Economia e Commercio
27/08/2022

Inflazione e ritorno alla normalità nel post pandemia hanno provocato un’impennata negli affitti delle stanze e posti letto per studenti. I dati della ricerca.

Affitto case studenti: prezzi tornano a salire

Per gli studenti universitari fuori sede si temono brutte sorprese al loro rientro in città per riprendere a seguire le lezioni dei corsi. Secondo l’ultima indagine statistica di Immobiliare.it Insights, la business unit specializzata in studi di mercato, gli effetti dell’inflazione cominciano a farsi sentire e non sarà strano, per chi ha bisogno di una stanza od un appartamento per non dover fare il pendolare su lunghe distanze, doversi sentire fare richieste di aumento.

Secondo il rapporto, i prezzi delle stanze singole hanno subito un rincaro di ben 11 punti percentuali rispetto al 2021, in media circa €439 al mese. Diminuzione invece per chi è alla ricerca unicamente di un posto letto in stanza doppia, un calo del 9%, per una locazione media di 234 euro.

Ulteriore dato che rafforza il trend, è che nelle città analizzate nella ricerca la crescita è confermata, ad eccezione di Catanzaro (-10,6%) e Pescara (-19,4%), con uno spaventoso aumento a Padova, per le camere singole, pari al 42,2%.

A guidare la classifica, manco a dirlo, è Milano che si conferma la città italiana più cara. Il prezzo medio per una stanza singola è, in media, 620 euro al mese, un +20,1% rispetto al 2021. Roma è al secondo posto, con 465 euro per una stanza singola. Seguono Padova (458 euro), Firenze (451 euro) e Bologna (447 euro).

Ancora Milano in testa nella classifica delle più costose per i posti letto in stanze doppie, oggi in media 321 euro, l’1,1% in meno rispetto al 2021. Tanto per fare un paragone, allo stesso prezzo è possibile prendere in affitto una stanza singola in 18 delle 32 città prese in considerazione.

Dunque si sta tornando ai livelli pre-Covid, con il mercato immobiliare che appare in netta ripresa, anche se la domanda supera notevolmente l’offerta. Rispetto al 2021 la domanda per stanze singole dice +45% mentre per i posti letto nelle stanze doppie il dato indica +41%).

Carlo Giordano, componente del consiglio di Immobiliare.it, ha così commentato:

Come avevamo preannunciato un anno fa la situazione stanze nelle principali città universitarie italiane tornata ad una sostanziale normalità. Studenti e lavoratori fuori sede sono tornati a popolare i grandi centri, innescando di fatto la ripresa del mercato delle locazioni. L’elevata richiesta, che ha portato ad una contrazione dell’offerta, ha fatto sì che i proprietari tornassero ad alzare i prezzi, che attualmente in molte città sono addirittura superiori a quelli del periodo pre-pandemico.