Casa ecosostenibile: il vantaggio di sostituire i vecchi impianti

Rendere la propria casa ecosostenibile per rispettare l’ambiente. Diversi i vantaggi nel sostituire i vecchi impianti. Dai pannelli solari alla caldaia a condensazione, molteplici soluzioni per risparmiare sulla bolletta e migliorare l’habitat, beneficiando degli incentivi fiscali.

Casa ecosostenibile: il vantaggio di sostituire i vecchi impianti

Ridurre il consumo di energia e rendere la propria casa più green sono argomenti che riguardano tutti noi. Un poderoso taglio alla bolletta e la presenza di incentivi fiscali per la conversione dei vecchi impianti, rappresentano alcuni dei motivi per cui diventa conveniente cambiare.

D’altronde al giorno d’oggi è un’esigenza comune fare uso di meno materie prime fossili e privilegiare soluzioni ecosostenibili.

In questo nostro articolo scopriamo quali sono i vantaggi nel sostituire i vecchi impianti per rendere la nostra casa ecosostenibile, fornendo una serie di utili consigli.

Installare una caldaia a condensazione

Casa ecosostenibile: il vantaggio di sostituire i vecchi impianti

Sostituire la vecchia caldaia a gas con una a condensazione significa ridurre i costi in bolletta di circa il 30%. In più è possibile usufruire di detrazioni in base al modello scelto (con o senza termoregolazione).

Una valida alternativa può essere l’installazione di una pompa di calore, sfruttando l’energia termica dell’ambiente circostante e facendo così ricorso a meno consumo di elettricità.

Convertirsi al solare o fotovoltaico

Casa ecosostenibile: il vantaggio di sostituire i vecchi impianti

Fare uso di pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria e per il riscaldamento. La spesa sostenuta inizialmente (di qualche migliaia di euro) sarà ammortizzata nel giro di 3-4 anni. Prevista una detrazione del 65%, sino ad un massimo di 60.000 euro, per unità immobiliare.

Passare al fotovoltaico è una soluzione altrettanto valida. Bisogna però tenere presente che necessita di più ampi spazi per l’installazione. I costi sono più alti (a partire da circa 5mila euro) ed ammortizzabili in un periodo più lungo, all’incirca 5-6 anni. Disponibile una detrazione del 50% delle spese sino ad un massimo di 96.000 euro per unità immobiliare.

Come rendere una casa ecosostenibile

Casa ecosostenibile: il vantaggio di sostituire i vecchi impianti

La sostenibilità ambientale è un tema molto attuale e al giorno d’oggi rendere la propria abitazione “green”, anche con piccoli interventi di sostituzione degli impianti, è alla portata di molti.

Sempre un maggior numero di persone approfittano delle detrazioni fiscali previste dalla normativa vigente in materia, per tagliare i consumi e migliorare le prestazioni dal punto di vista energetico.

Per rendere una casa ecosostenibile è importante scegliere prodotti derivanti dalla bioedilizia, utilizzando materiali che rispettano l’ambiente. In più è necessario prendere una serie di accorgimenti che andiamo a descrivere di seguito.

Miglioramento efficienza energetica

Casa ecosostenibile: il vantaggio di sostituire i vecchi impianti

Isolare l’ambiente correttamente per migliorare l’efficientamento energetico, riducendo le spese della bolletta e l’impiego delle risorse.

Contrastando la perdita di calore delle nostre case, attraverso un corretto sistema di isolamento, il risparmio energetico è di circa il 35/40%.

Diventa fondamentale al riguardo la sostituzione dei vecchi infissi, installando vetri doppi e riducendo così la dispersione di circa il 15/20%. Se non è possibile cambiare i serramenti per i più svariati motivi, diventa fondamentale sigillare bene le finestre esistenti, eliminando tutti gli spifferi.

L’efficienza energetica di una casa migliora notevolmente applicando il cappotto termico all’immobile, molto utile per isolare la struttura e ridurre le dispersioni di calore. In commercio esistono anche prodotti termoisolanti, come ad esempio l’intonaco per dipingere le pareti. Costa un po’ di più ma i vantaggi economici che ne derivano nel lungo periodo sono molto maggiori.

Sfruttare fonti energetiche rinnovabili

Casa ecosostenibile: il vantaggio di sostituire i vecchi impianti

Disporre di una casa ecosostenibile significa sfruttare le fonti di energia rinnovabile, ricorrendo a sistemi green come i citati pannelli solari oppure ai mini impianti eolici.

In questo modo è possibile produrre energia elettrica e acqua calda sanitaria a costi ridotti e in modo pulito.

Riscaldamento ecologico e illuminazione a led

Casa ecosostenibile: il vantaggio di sostituire i vecchi impianti

Evitare gli sprechi energetici e tutelare l’ambiente grazie a sistemi di riscaldamento ecologici. Un classico esempio sono le stufe a pellet, apparecchi che fanno uso di combustibile prodotto dagli scarti del legno. Rappresentano una soluzione green e meno costosa rispetto ad altre tipologie di combustibili, rendendo vantaggiosa la sostituzione dei vecchi impianti.

Con riguardo all’illuminazione, è fondamentale fare uso di lampadine a led, capaci di garantire un risparmio energetico fino all’80% rispetto alle alogene, senza considerare una minore produzione di radiazioni ultraviolette.

Un altro aspetto importante da non trascurare è l’adozione di elettrodomestici di classe A+ o superiore, capaci di ridurre gli sprechi energetici e risparmiare in bolletta.

Casa ecosostenibile costi

Casa ecosostenibile: il vantaggio di sostituire i vecchi impianti

Risulta complicato fare un preventivo valido per la sostituzione di vecchi impianti per rendere la casa sostenibile. In linea di massima, partendo da zero (cambiare vecchia caldaia, sostituzione illuminazione, adeguamento impianti, etc), il costo può oscillare tra i 1000 /1200 euro a metro quadro. Naturalmente si tratta di un prezzo indicativo. Per una disamina più accurata, è necessario rivolgersi a ditte specializzate, pronte a trasferire su carta i costi da sostenere. Per un utile confronto, il consiglio è richiedere più preventivi alle imprese nella vostra zona.

Vantaggi e superbonus

Casa ecosostenibile: il vantaggio di sostituire i vecchi impianti

Da quanto descritto finora appare evidente come la sostituzione dei vecchi impianti si traduce da un lato in un netto taglio dei costi in bolletta, dall’altro in un minor impatto sull’ambiente, favorendo la realizzazione di una casa green a tutti gli effetti.

Come già accennato in questo nostro articolo, da segnalare che a fronte di opere di edilizia sostenibile, si può usufruire di detrazioni fiscali. Ci riferiamo al Superbonus del 110%, per gli interventi di riqualificazione che vanno a migliorare di almeno 2 classi energetiche la propria abitazione. Rientrano nella normativa diverse opere, fra cui la sostituzione della caldaia, l’applicazione del cappotto termico, la sostituzione di impianti e degli infissi, il rifacimento delle facciate e tante altre tipologie di lavori.

Per maggiori informazioni rivolgersi al proprio consulente di fiducia.