Grand Hotel Cervino, rifugio di lusso ad alta quota

A Breuil-Cervinia, un luxury hotel dove vivere un’esperienza unica tra natura incontaminata e una scenografica spa per momenti di benessere.

Grand Hotel Cervino, rifugio di lusso ad alta quota
Monte Cervino

Ai piedi della “Gran Becca”, scopriamo il Grand Hotel Cervino, cinque stelle, per chi cerca un lusso inclusivo, punto di partenza da cui muoversi per una sciata fino a Zermatt, per esplorare i ghiacciai del Cervino e le molte vie storiche della Valtournenche. Un ambiente unico e raffinato, con una spettacolare spa, ai piedi della montagna.

La struttura è caratterizzata dalla continuità tra spazi esterni e interni.

Questo aspetto è stato uno dei punti di partenza del progetto, su cui abbiamo ragionato fin dall’inizio, spiega l’architetto Mariapia Bettiol di Aosta, che ha progettato lo spazio, in un intenso lavoro di collaborazione con il contractor valtellinese Concreta.

La natura protagonista dello spazio

Grand Hotel Cervino, rifugio di lusso ad alta quota
Grand Hotel Cervino, balcone

Al centro del progetto c’è la natura, che domina la scena. Per questo motivo la struttura gode della doppia vista sulla montagna, che si staglia sia sul fronte principale sia sul retro. L’intervento di riqualificazione ha riguardato innanzitutto la creazione di volumi semplici che ripropongono le strutture del vicino villaggio di montagna, un complesso molto tradizionale che Mariapia Bettiol ha felicemente attualizzato. I tre corpi di fabbrica della struttura originaria si appoggiano sul basamento seminterrato di quella che una volta era una grande autorimessa, che va a inserirsi proprio sulla montagna, permettendo alla natura di avvolgere i tre volumi.

L’edificio pre-esistente era un garage abbandonato, con una forte presenza d’acqua, che è stato interamente demolito, mentre si è accuratamente sfruttata una fonte originale oggi utilizzata all’interno dell’edificio, spiega la progettista.

Le nuove strutture, che si affiancano alle preesistenze vicine, sono arricchite dalla visuale su un campo da golf. Il panorama avvolge l’hotel, circonda l’ospite in ogni momento grazie anche alla creazione dei cavedi esterni, che creano delle vasche di cristallo adibite a giardini d’inverno, che portano la  luce naturale all’interno dell’edificio. Il rapporto con l’ambiente montano è continuo. Contemplando il paesaggio si ascolta lo scorrere del torrente e il sibilo del vento, si osserva lo scorrere delle stagioni nei mutamenti dei boschi, si respira il profumo della legna che arde.

Materiali che evocano il calore della montagna

Grand Hotel Cervino, rifugio di lusso ad alta quota
Grand Hotel Cervino, esterno

Materiali e colori dialogano con l’ambiente esterno. Il cemento è stato utilizzato solo per i piani seminterrati mentre per pareti e solai si è utilizzato il legno X-Lam di Wood-Beton, il rivoluzionario sistema costruttivo che utilizza pannelli incrociati e incollati, prefabbricati in stabilimento – quindi con tempi di posa ridottissimi – capaci di eliminare i ponti termici, di avere una buona resistenza al fuoco e alle sollecitazioni sismiche.

Grande e preciso il lavoro di Concreta (per la parte di interior) in perfetta unità di intenti e di tempi con la proprietà (Mythos Group) e il general contractor ViCO, che ha permesso la riqualificazione dell’hotel in soli tredici mesi.

La collaborazione con Concreta – sottolinea Mariapia Bettiol – è stata fondamentale per ottenere questi risultati di precisione. In più, la loro presenza costante e l’attenzione estrema hanno permesso di raggiungere la qualità e il rispetto dei tempi del progetto.

Negli interni, la presenza della montagna – già così dominante all’esterno – non è volutamente replicata, ma solo accennata. Negli spazi comuni e, in particolare, nelle aree wellness prevale lo stile molto moderno. D’altronde le ampie vetrate permettono al potente panorama di penetrare scenograficamente in tutti ambienti.

Eleganti e moderne camere con finiture in legno

Grand Hotel Cervino, rifugio di lusso ad alta quota
Grand Hotel Cervino, family lodge

Le sessanta camere hanno dimensioni compatte, gli arredi su misura sono essenziali, il legno è abbinato ai materiali lapidei.

La presenza del legno in montagna è fondamentale per creare e conservare un’impressione di calore con un taglio che combina tradizione e modernità, spiega l’architetto Bettiol.

Nelle quattro suite è stato ricavato un piccolo living, adattando l’area letto alla nuova dimensione dello spazio. Diverso è il caso delle quattro suite spa, lo spazio che esalta al massimo il comfort.

I bagni vedono protagoniste le piastrelle ceramiche di Florim utilizzate in più collezioni come rivestimento dei pavimenti e delle pareti, dove il grès si ispira al legno, al marmo o all’onice.

Luxury wellness ad alta quota

Grand Hotel Cervino, rifugio di lusso ad alta quota
Grand Hotel Cervino, Spa

Lo spazio wellness è dotato di due piscine: panoramica e con idromassaggio, docce emozionali, cascata di ghiaccio, stanza del sale Hymalaiano, tutto in favore del massimo del relax. Protagonista è il marmo in dialogo con il legno.

L’idea – spiega la progettista – è quella del gioiello, ovvero di impreziosire con materiali lussuosi e di pregio un luogo che poteva risultare rustico. Questo percorso lo si ritrova nello spazio piscina dove un gioco di specchi e la doppia altezza dell’ambiente che si compenetra nel ristorante creano giochi di luce con la sensazione che lo spazio si perda a vista d’occhio.

Alta cucina con vista panoramica

Grand Hotel Cervino, rifugio di lusso ad alta quota
Grand Hotel Cervino, ristorante

L’area del ristorante Le Saveur esalta invece la luce e gli spazi, fatta eccezione per chi ama l’intimità, con l’area della stube, un piccolo ambiente affacciato sul bosco, che si stacca dagli altri spazi dall’impronta più contemporanea. Qui ad emergere sono le travi in legno con un motivo ondulatorio, che creano un sapiente gioco di luci e ombre.

Le Saveur, guidato dallo chef Raffaele Vistocco, propone piatti tradizionali della cucina tipica valdostana, reinterpretati in una chiave moderna, che conservano i gusti e i sapori tipici di una volta e nascono dal profondo legame con il territorio.

Grand Hotel Cervino, rifugio di lusso ad alta quota
Grand Hotel Cervino, Stube

Grand Hotel Cervino: foto e immagini

Gli spazi esterni si sviluppano sia sul fronte sia sul retro, ma sono le ampie terrazze ai lati presenti a destra e a sinistra del ristorante a essere molto particolarmente vissute. All’evidente plus estetico, le aree verdi aggiungono l’aspetto funzionale perchè permettono – dal piano terra – di tornare esternamente al primo piano seminterrato a livello del parcheggio, con un accesso esterno diretto alla reception e al ristorante.