Stile inglese: 10 regole per arredare perfettamente casa


Stile inglese: se vuoi arredare la tua casa in questo stile ma non sai da dove partire o se temi di aver fatto qualche errore, sei nel posto giusto. Abbiamo stilato una mini guida di 10 regole che ti aiuterà a vestire la tua casa in perfetto stile British. 

10-regole-stile-inglese-9


Questo breve vademecum di 10 regole riassume in pochi punti quali sono i must have di questo particolare stile d’arredamento. Lo stile inglese è forse tra le strade più eclettiche da percorrere nel panorama dell’interior design. Il cuore del british mood è sicuramente il lusso, la collezione di pezzi di antiquariato, bric à brac e tessuti a fantasia.
È un mix tra l’anima vittoriana e quella urban della City, tra le atmosfere rilassate di campagna e quei sentori un po’ dark delle midlands.

Ma ora vediamo nel dettaglio quali sono gli aspetti da non trascurare per avere una casa in perfetto stile inglese.

10-regole-stile-inglese-15


1. Amalgamare gli stili

Come accennato, gli stili dell’arredamento inglese sono vari. Potremmo riassumerli in vittoriano, urban e country-chic. Il Regno Unito ha tanta storia alle spalle e ogni periodo ha lasciato qualcosa di sé anche nell’interior. Lo stile vittoriano è sicuramente quello più emblematico e ricco, lascia spazio alla fantasia e alla voglia di spulciare rarità nei mercatini. C’è, inoltre, anche un pizzico di stile coloniale che è possibile riprodurre cercando pezzi unici con sfumature esotiche – vedi ventagli, stampe, cornici particolari ecc.


Leggi anche: Arredare in stile inglese: 10 errori da non fare

Se parliamo, invece, della variante urban ci riferiamo ad ambientazioni metropolitane in pieno stile londinese. Più funzionale rispetto all’arredo vittoriano, l’urban è anche più minimal e adatto a interni relativamente piccoli. Se in Inghilterra il country-chic è più adatto a case di campagna o periferia, in altre parti del mondo si è portata questa tendenza anche all’interno degli appartamenti di città. Basta scegliere ciò che si preferisce!

10-regole-stile-inglese-12

2. Scegliere i colori giusti

I colori giusti per lo stile inglese spaziano dal bianco, al grigio, al nero, al verdone per passare al blu intenso, viola, rosso, menta e qualche accenno di marrone. Ovviamente questi sono i colori principali ma le sfumature sono pressoché infinite e si può giocare con gli accostamenti di colore liberamente. Prediligere quelli più chiari per la cucina e il bagno e dare spazio alle tinte più scure per soggiorno e camera da letto. I contrasti con il mobilio possono essere di gran gusto e conferiscono all’ambiente quel tocco in più che non guasta mai.

10-regole-stile-inglese-13

3. Arredare con le piante

Lo stile inglese ha qualche accenno di stile coloniale al suo interno, motivo per cui le piante non possono proprio mancare all’interno degli ambienti decorati in questo mood. Da preferire le varietà fronzute, con foglie di un vivido verde. Di grande effetto le palmecome le kentie, le chamadoere, le palme di cocco – e anche i cyperus. Via libera a centro tavola composti di orchidee, felci, edere, alocasie e ogni altra varietà che possa vivere bene all’interno.

10-regole-stile-inglese-14


Potrebbe interessarti: Come arredare un angolo bar in casa in stile inglese

4. Poltrone in ogni dove

Le poltrone occupano una posizione privilegiata tra il mobilio dello stile inglese. Sono perfette per prendere una tazza di tè, leggere un libro, chiacchierare con amici e rilassarsi. Fondamentale scegliere colori e materiali in linea con il british mood e accompagnare le poltrone a poggiapiedi, lampade e tavolini da caffè.

10-regole-stile-inglese-8

5. Tende e ancora tende

Le sovrapposizioni di tessuti diversi giocano un ruolo di primo ordine in una british house: pensiamo a delle grandi finestre o portefinestre che si vestono di tessuti leggeri per far filtrare la luce garantendo la privacy e vengono incorniciate da panni più pesanti per definire e, nel caso, oscurare. La creatività è fondamentale in questo caso: si possono scegliere diverse fantasie, combinare tessuti differenti o dal peso diverso, alternare tende a pannelli e tendaggi classici e via dicendo.

10-regole-stile-inglese-4

6. Mobili vintage

Come detto in precedenza, il british mood è pieno di riferimenti al passato e di mobili di un’altra epoca. Benissimo, quindi non resta che spulciare tra i mercatini di antiquariato e scegliere i mobili più adatti all’ambiente che si desidera adornare. Se si teme di appesantire troppo la stanza con mobili color legno, si può fare un piccolo makeover dei mobili vintage modificandone la tinta.

10-regole-stile-inglese-11

7. Carta da parati

La carta da parati, soprattutto quella a fantasia, è un must have imprescindibile. Sobria e romantica, floreale, geometrica, colorata, tono su tono…insomma, ogni carta è quella giusta. Si può utilizzare in ogni stanza, sconsigliata solo nei bagni. Si può ovviare però preferendo delle grosse mattonelle decorate per dare l’illusione della carta da parati. Se si sceglie per una bella fantasia molto decorativa, si può restare sobri o minimal nella scelta del mobilio.

10-regole-stile-inglese-6

8. Parquet e tappeti

In nord Europa e in Inghilterra, il parquet è la soluzione più gettonata per rivestire i pavimenti degli appartamenti. Che sia chiaro, scuro, a lisca o a listoni lineari poco importa: dà quel tocco in più ad ogni abitazione. Di classe, isola dal freddo e dà un senso di accoglienza unico. Per la cucina e il bagno il discorso è a parte. Sebbene ci siano parquet trattati per essere utilizzati anche in questi ambienti, per una riuscita più longeva si può optare per le più classiche mattonelle per queste due stanze. Via libera a tappeti sotto il sofa, tavolo, poltrone ecc.

10-regole-stile-inglese-17

9. Quadri, cuscini, vasi e bric à brac

Nello stile inglese vi è ampio spazio per gli ornamenti: vasi, cuscini, coperte, bric à brac… Tutto ciò che viene in mente ed è adatto all’esposizione è ben accetto. I soggetti da preferire sono ritratti (meglio se in cornici ovali), scene campestri, paesaggi e foto d’epoca. Per i vasi si possono scegliere anche composizioni floreali secche e piume dall’alto potere decorativo. I cuscini dai colori sgargianti e le fantasie floreali possono essere scelti in abbinamento ai tendaggi per essere in pendant.

10-regole-stile-inglese-19

10. Stufe o camini

Anche le stufe e i camini occupano un posto di rilievo nei living inglesi. Ovviamente però questi complementi possono esservi se la struttura della casa lo consente – specialmente il camino e le stufe a pellet e simili. Per ricreare l’atmosfera data dalla luce delle fiamme che danzano nella cornice del caminetto, si può optare per i caminetti a gas che sono senza canna fumaria.

10-regole-stile-inglese-21

Stile inglese, 10 regole per arredare perfettamente la casa: immagini e foto

Facciamo un riassunto di quanto abbiamo detto: ecco una galleria che può aiutare nella scelta dei complementi d’arredo. Dai un’occhiata.

Ilaria Rita Iannone

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta