Quale parete della cucina dipingere più scura


Mettere in risalto l’arredo della tua cucina dipingendo una parete più scura. Ti spieghiamo quale preferire, le tonalità più popolari e i migliori abbinamenti.

quale-parete-della-cucina-dipingere-più-scura-1


La tua cucina ti sembra troppo anonima? Desideri dare un tocco di vivacità all’ambiente mettendo in risalto una parte dell’arredo? Una valida soluzione è dipingere una parete più scura.

In questo nostro approfondimento ti spieghiamo come scegliere il muro d’accento perfetto (così chiamato) e individuare i contrasti migliori rispetto alle tonalità delle altre pareti.

Partiamo dal comprendere i motivi per cui dovresti dipingere una parete più scura della tua cucina.


Perché dipingere una parete della cucina più scura

Hai già capito che il muro d’accento è una parete che scegli di dipingere con toni più scuri, in contrasto con le altre della tua cucina.

Il motivo di tale decisione è lampante: convogliare immediatamente lo sguardo di qualsiasi visitatore verso la parete colorata più intensamente.


Leggi anche: Quale parete della camera da letto dipingere più scura

Ciò può essere dovuto al desiderio di mettere in risalto un particolare complemento d’arredo che appare proprio su quella parte di muro del tuo locale.

Quale parete dipingere più scura?

Come scegliere dunque la parete da dipingere più scura? La regola generale da seguire l’abbiamo già anticipata nel precedente paragrafo: quella che per prima attrae lo sguardo di chi entra in cucina.

Naturalmente nella scelta del muro d’accento devi sempre osservare che le sue tonalità si combinino con gli arredi e gli altri elementi decorativi della stanza. Un contrasto ci deve essere ma è altrettanto importante che il colore scelto richiami alcuni dettagli, evitando uno sgraziato effetto “kitsch”. Scopriamo alcune delle tonalità per dipingere una parete della tua cucina.

Parete cucina verde

quale-parete-della-cucina-dipingere-più-scura-2

Se sei un amante delle tinte classiche ma desideri dare un tocco di unicità alla tua cucina, il verde è il tono adatto. Di per sé trasmette tranquillità, adattandosi molto bene a muri chiari, ad iniziare proprio dalle classiche pareti bianche.

Potresti pensare ad un verde oliva, un colore compatto che si combina molto bene alle maniglie dei pensili e altri accessori in metallo dai tipici effetti cromatici.

quale-parete-della-cucina-dipingere-più-scura-3


Potrebbe interessarti: Quale parete del soggiorno dipingere più scura: idee e consigli

Se invece desideri una tinta che sia originale e al tempo stesso si associ a diversi stili del tuo arredo, la più indicata è il verde salvia. Abbinata con i muri bianchi o comunque chiari, è in grado di esaltare delicatamente la parete più scura in cucina, seppur caratterizzandosi per le connotazioni tenui.

quale-parete-della-cucina-dipingere-più-scura-4

Se ami la natura e la freschezza, il color verde, nelle sue varie sfumature, rappresenta la giusta soluzione per dipingere una sola parete della cucina. Nelle sue intensità più scure lo consigliamo se la stanza risulta abbastanza luminosa.

Parete cucina blu

quale-parete-della-cucina-dipingere-più-scura-5

Il blu, nelle sue molteplici gradazioni, è tra le tinte più usate per il suo effetto rilassante e per conferire serenità. La tinta perfetta che meglio rappresenta lo stare in famiglia, soprattutto nelle sue tonalità più chiare. In cucina puoi azzardare le tinte di blu più decise per dipingere una sola parete.

Un accostamento che si sposa in modo perfetto, ad esempio, con il bianco, donando all’ambiente una sferzata di giovinezza.

Un colore che trasmette voglia di relax anche in cucina. Prova a dipingere una sola parete e noterai sin da subito una sferzata di freschezza a tutto l’ambiente, soprattutto se già luminoso di suo.

Parete cucina grigio

quale-parete-della-cucina-dipingere-più-scura-6

Hai una cucina hi-tech dallo stile industrial chic? Puoi pensare di ricorrere ad una parete in grigio, un colore in grado di donare eleganza all’ambiente. Si abbina in modo egregio con il bianco e naturalmente con tutti gli accessori in metallo, dagli sgabelli ai tavoli.

Una colorazione consigliata per chi desidera conferire alla propria cucina un effetto contemporaneo di tendenza, donare energia e creare atmosfere uniche, come in occasione di una cena romantica a due.

Consigliato se desideri realizzare uno stile autentico. Le altre pareti possono essere indifferentemente neutre o viceversa più vivaci, è soltanto una questione di gusti personali. Il grigio, infatti, è tra i colori che meglio si abbinano all’arredo moderno.

Parete cucina rosso

quale-parete-della-cucina-dipingere-più-scura-7

Sei innamorata del rosso? Prima di dipingere una parete in questa tonalità devi valutare bene l’abbinamento con i colori degli altri muri ed in generale dell’arredo. Se comunque hai deciso di ricorrere a questa tinta per godere di una grande energia positiva ogni volta entri in cucina, scegli le varianti più accese.

In questo caso presta attenzione ai colori delle altre pareti e dei mobili, possibilmente neutri, come ad esempio il bianco ed il beige.

Parete cucina rosa

quale-parete-della-cucina-dipingere-più-scura-8

Una delle tinte preferite in cucina? Facile, il rosa e le sue tante sfumature. Potresti scegliere una colorazione più decisa, tendente ad esempio al fucsia, per dipingere una parete più scura. Ovviamente bada ai giusti abbinamenti. Per le altri pareti prediligi tonalità neutre se vuoi andare sul sicuro, per i mobili invece ti consigliamo il color legno naturale.

Considera che la tonalità tenue del rosa è più facile da accostare ad altre tinte, viceversa le più accese devi essere bravo a combinarle nel modo corretto per non creare uno sgradevole “effetto arlecchino”.

Parete cucina giallo

quale-parete-della-cucina-dipingere-più-scura-9

Il giallo in cucina porta allegria e buon umore. Tra i colori caldi più amati nelle sue molteplici gradazioni per dipingere le pareti. Anche in tal caso per esaltare solo una parte della tua cucina, il consiglio è ricorrere ad un giallo vivace. Per quanto riguarda gli abbinamenti con gli altri colori, è una tinta che si sposa bene con toni chiari e scuri, come ad esempio il classico bianco.

Il giallo è perfetto se sei amante di sole, luce e calore. È sinonimo di ospitalità e accoglienza, un’ottima soluzione per conferire una maggiore luminosità alla tua cucina.

Quale parete dipingere più scura: consigli

In base alla dimensione e conformazione della tua cucina, ecco una serie di consigli per dipingere al meglio una parete più scura.

Se il tuo locale è profondo, forse è più appropriato tinteggiare la parete più lontana in tonalità scura e prediligere per le laterali colori chiari. È un buon trucco ottico per ampliare gli spazi. Viceversa se la stanza è larga, puoi pensare di dipingere di scuro una delle due pareti di lato.

Naturalmente devi ricordare che il colore più intenso dovrebbe sempre essere applicato sulla parete dove si trovano gli elementi che desideri mettere in risalto. La scelta più popolare è quella dietro il piano di lavoro ma naturalmente non è una regola fissa.

Scelta finiture parete più scura

quale-parete-della-cucina-dipingere-più-scura-10

Non soltanto la parete e il colore ma è altrettanto importante decidere la finitura da usare per la pittura. È un aspetto non secondario che influenzerà il risultato finale del tuo lavoro. Le più diffuse sono principalmente tre: lucida, opaca e satinata.

La finitura lucida è in grado di riflettere la luce e far apparire i colori più intensi. Se preferisci dare maggiore risalto al colore più scuro, meglio prediligere la variante opaca. La satinata invece può essere definita una via di mezzo tra le due indicate in precedenza.

Se noti però delle imperfezioni sulle pareti, opta per la finitura opaca, molto più coprente rispetto a lucida e satinata.

Come dipingere parete cucina più scura: suggerimenti generali

Ecco una serie di consigli validi per dipingere nel modo migliore la parete più scura della tua cucina. Ricorda sempre che l’ideale per iniziare sono le giornate con il tempo bello e con temperature primaverili. In questo modo la pittura si asciugherà più rapidamente.

Prima di cominciare metti i teli di plastica sul pavimento ed un apposito nastro di carta per proteggere le porte, le finestre e il soffitto da eventuali sbavature.

Con un raschietto o una spatola togli i residui della vecchia vernice rovinata e copri con lo stucco le crepe sul muro. Ricorda che in commercio sono disponibili dei fondi per interni che migliorano l’aderenza dello smalto. Se il tuo appartamento è soggetto a umidità, scegli un prodotto antimuffa.

A questo punto sei pronto per iniziare i lavori, prendi il rullo e aiutati con la pennellessa ad angolo per raggiungere le aree meno accessibili, un accessorio indispensabile per rifiniture da vero artista.

Alessandro Mancuso

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta