I 10 errori da non fare quando arredi l’ufficio


Quando arredi l’ufficio fai attenzione a non fare questi 10 errori che possono compromettere la produttività, accrescere i costi, rendere meno proficuo il lavoro tuo e dei tuoi colleghi.

i-10-errori-da-non-fare-quando-arredi-l-ufficio-1


Arredare l’ufficio in modo appropriato è fondamentale per garantire una serie di vantaggi per te ed i tuoi colleghi. Una corretta disposizione dei mobili, poltrone e sedute confortevoli, piani e scrivanie posizionate ad hoc sono alcuni degli aspetti da considerare per lavorare in un ambiente accogliente.

Ecco perché durante la fase di progettazione è essenziale esaminare con cura l’arredo e gli accessori, prestando particolare attenzione a non fare i 10 errori più comuni che ti andiamo ad elencare.


1. Sottovalutare la scelta di poltrone e sedie per ufficio

i-10-errori-da-non-fare-quando-arredi-l-ufficio-2

Le poltrone per ufficio sono complementi d’arredo a cui bisogna riservare la massima attenzione. Basti pensare che saremo seduti diverse ore al giorno, sia noi che i nostri colleghi/impiegati.

Ecco perché sceglierle di qualità e in grado di garantire la corretta postura, rappresentano i principali aspetti da considerare per tutelare la propria salute e quella dei dipendenti.


Leggi anche: Arredo studio

Dotare il tuo ufficio di buone poltrone non è affatto un fattore da trascurare, perché solitamente ci trascorrerai seduto almeno 8 ore al giorno.

Anche le sedie devono essere di buona fattura, ergonomiche e confortevoli. Una seduta scomoda significa predisporre l’insorgenza a possibili traumi come mal di schiena e dolori alla cervicale. Meglio prevenire che curare, no?

Alcune aziende permettono di provare la poltrona per ufficio per qualche giorno prima di acquistarla, un ottimo sistema per prendere una decisione dopo averne testato il livello di comfort.

2. Non disporre di una piantina dei locali

i-10-errori-da-non-fare-quando-arredi-l-ufficio-3

È fondamentale disporre di una piantina dei locali da arredare. In questo modo progetti prima su carta (o al pc) la disposizione dei mobili e ti rendi conto all’istante delle possibili modifiche da fare.

Meglio un sistema “open space” o locali separati? Due scrivanie da 140 cm entrano in una stanza o è preferibile una sola più spaziosa? Ti serve creare una reception o una sala riunioni?

A questa e tante altre domande puoi rispondere correttamente soltanto disponendo preventivamente di una piantina con tutte le misure, indicando anche la collocazione di porte e finestre. Il reale spazio a disposizione e le attività da svolgere influiranno sulle tue scelte, giungendo più preparato quando sarai seduto di fronte al venditore.

3. Non valutare preventivamente il budget

i-10-errori-da-non-fare-quando-arredi-l-ufficio-4

Devi avere un’idea ben precisa del budget a disposizione per arredare il tuo ufficio. Soltanto così puoi renderti conto effettivamente sia del livello qualitativo del prodotto sia quanto sei disposto a spendere.

È questo uno degli errori più comuni. A volte ci si lascia prendere dall’emotività del momento, scegliendo mobili lì per lì alla moda, per poi rendersi conto di aver sbagliato l’acquisto. Complementi d’arredo che si rivelano inutili o peggio ancora eccessivamente costosi.

È importante fissare un limite massimo a quanto poter spendere, per rendersi conto all’istante di cosa può servire realmente alla propria attività. Tutto ciò che eccederà il budget, sarà più facile escluderlo dall’elenco.

4. Non guardare al Design

i-10-errori-da-non-fare-quando-arredi-l-ufficio-5

Nel realizzare un arredo ufficio è importante scegliere mobili e complementi in grado di trasmettere la nostra immagine e valorizzare il brand.

Troppo spesso ci si accontenta di acquistare una scrivania qualsiasi per appoggiare il pc e il telefono, invece di pretendere un tavolo capace di valorizzare la nostra professionalità. Qui sta l’errore, poiché il bel design accresce la competenza che siamo in grado di offrire con il nostro lavoro ai futuri clienti. Un buon arredamento è sinonimo di un biglietto da visita di qualità.

5. Non creare un’area pausa/caffè

i-10-errori-da-non-fare-quando-arredi-l-ufficio-6

Il lavoro è importante quanto predisporre una zona nel tuo ufficio dove staccare la spina per qualche minuto, utile per alzarsi dalla scrivania, prendere un caffè, scambiare quattro chiacchiere con dipendenti e colleghi.

Ecco perché si consiglia di creare una piccola area dove trascorrere qualche momento di pausa ed evadere dalla routine lavorativa.

6. Fare economia sulla qualità

i-10-errori-da-non-fare-quando-arredi-l-ufficio-7

La frase che più di frequente si sente risuonare nel momento in cui si vuole rinnovare l’ufficio è la seguente: l’arredo oltre che bello deve essere economico.

Purtroppo questo è un primo errore da non commettere assolutamente. È certamente un posto dedicato al lavoro ma diventa essenziale prestare la giusta attenzione al comfort, sinonimo peraltro di una maggiore produttività.

A volte si trascorre molto tempo in ufficio e pertanto, oltre all’aspetto estetico, bisogna scegliere prodotti di qualità. Acquistare un buon arredo significa aver investito in beni che dureranno nel tempo.

7. Guardare esclusivamente al prezzo

i-10-errori-da-non-fare-quando-arredi-l-ufficio-8

Strettamente collegato al punto precedente è il prezzo. Per la maggior parte di coloro intenzionati a rinnovare l’ufficio, la spesa viene vista esclusivamente come un costo da imputare a bilancio. Da un punto di vista fiscale è certamente così ma sarebbe più giusto guardarlo come un investimento.

È evidente come un ufficio arredato ad hoc si traduce in un ambiente confortevole anche per gli impiegati, andando a migliorarne la produttività e traducendosi in un surplus di profitti.

Analogamente bisogna guardare con diffidenza verso chi propone arredi a prezzi stracciati.

8. Non considerare il giusto comfort acustico

i-10-errori-da-non-fare-quando-arredi-l-ufficio-9

La mancanza di comfort acustico significa lavorare in un ambiente non accogliente, specie negli uffici dove collaborano più persone. Per evitare mal di testa cronici, può essere utile dotare l’arredo di materiali in grado di ridurre i riverberi.

In questo modo è possibile dislocare in uno stesso locale più postazioni senza che gli operatori si disturbino a vicenda.

9. Non creare una stanza archivio

i-10-errori-da-non-fare-quando-arredi-l-ufficio-10

Il digitale ormai ha conquistato le nostre vite, private e lavorative. Uno dei vantaggi del pc è immagazzinare migliaia di documenti e “tirarli fuori” nel momento del bisogno.

Eppure ancora i documenti cartacei non sono stati completamente soppiantati dal digitale. Ecco perché progettare e arredare una piccola stanza da destinare all’archivio, rende l’ufficio più ordinato, evitando di accatastare pile di fogli e documenti sulle scrivanie.

10. Non rivolgersi a venditori specializzati per l’ufficio

i-10-errori-da-non-fare-quando-arredi-l-ufficio-11

Arredare l’ufficio rivolgendosi a qualsiasi venditore di mobili è un altro errore da non fare. Oggi basta guardarsi in giro per rendersi conto che una tale tipologia viene proposta tramite differenti canali, dal mobilificio per la casa ai siti di e-commerce.

Appare evidente che per trovare la qualità è necessario rivolgersi a venditori specializzati nel settore, poiché hanno esperienza per tale tipo di prodotti e sono in grado di offrire le soluzioni più adatte, garantendo un’elevata competenza.

Alessandro Mancuso

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta