Finestre in stile inglese: fascino country per la casa moderna


Le finestre in stile inglese esaltano lo stile country e shabby chic, grazie al fascino vagamente retrò che richiama alla mente l’innata eleganza dei vecchi cottage inglesi. Ma le inglesine si integrano bene anche in altri contesti, valorizzando arredamenti più moderni e lineari, come lo stile industrial. Ecco come scegliere la finestra all’inglese più adatta a valorizzare la tua casa.


finestre-stile-inglese (6)

Le finestre in stile inglese sono tipiche dei Paesi anglosassoni e sono molto diffuse in Nord Europa. Negli ultimi anni anche l’Italia non è rimasta immune al fascino delle inglesine, perché rappresentano una soluzione di design davvero raffinata.

Infatti questa tipologia di finestra è ideale per esaltare sia il fascino delle case di campagna con un aspetto più rurale, sia le abitazioni più signorili, come gli edifici residenziali nelle grandi città.

La finestra all’inglese è molto utilizzata per valorizzare lo stile country, eppure si inserisce bene anche nelle abitazioni con un arredamento più moderno. Scopri come scegliere le finestre in stile inglese più adatte alle tue esigenze di arredo e rendi unica la tua casa con un tocco… very british!

finestre-stile-inglese (7)


Leggi anche: Scegliere il tappeto giusto per una casa in stile inglese


Caratteristiche

La finestra in stile inglese (o in stile Tudor) è caratterizzata da un telaio in legno che incornicia una vetrata suddivisa da lamelle, chiamate “inglesine”, che formano riquadri perfettamente geometrici.

La particolare struttura reticolata in origine serviva a rendere più stabili le lastre, poiché all’epoca della loro invenzione era impensabile produrre un’unica e grande lastra di vetro. Oggi, invece, le finestre all’inglese sono diventate una mera scelta stilistica, in grado di conferire agli edifici un aspetto elegante e un fascino d’altri tempi.

finestre-stile-inglese (11)

Tipologie di finestre all’inglese

Tra le tipologie più diffuse ci sono i modelli scorrevoli “a ghigliottina”, molto utilizzati nei Paesi nordici, dove gli inverni sono particolarmente rigidi e la praticità del sistema saliscendi consente un isolamento termico maggiore.

I modelli a battente, invece, sono più indicati per le portefinestre; oltre a questi due sistemi tradizionali in commercio è possibile trovare anche modelli ibridi, che prevedono un’apertura a battente nella parte superiore della finestra, insieme a un’apertura a ghigliottina nella fascia inferiore.

Per quanto riguarda l’applicazione delle inglesine è possibile scegliere tra tre diversi sistemi:

  • vetro frazionato: le inglesine sono costruite direttamente sul serramento e le lastre di vetro vengono inserite solo in un secondo momento. Si tratta di un’opzione alquanto costosa, a causa dei lunghi tempi di realizzazione;
  • inglesine adesive: i listelli sono incollati all’interno e all’esterno del vetro, dopo l’installazione del serramento;
  • inglesine all’interno della vetrocamera: l’inserimento della griglia in alluminio ottonato avviene all’interno della vetrocamera del serramento. Si tratta delle tipologia più diffusa, in quanto le inglesine non risultano esposte alle intemperie e, di conseguenza, sono meno soggette alle rotture alla corrosione.


Potrebbe interessarti: Come scegliere tavolo e sedie in stile inglese

finestre-stile-inglese (1)

Come scegliere la finestra all’inglese

Le finestre all’inglese donano un tocco di raffinata eleganza alla casa e sono una valida alternativa per abbellire le facciate degli edifici più classici e signorili. Un tempo necessità, oggi puro ornamento per la casa: chi sceglie la finestra in stile inglese ha ben chiaro in mente di conferirle personalità con il suo fascino vintage.

In base allo stile di arredamento è necessario, però, scegliere il tipo di serramento più adatto a valorizzare gli ambienti. I materiali e i colori sono fondamentali per completare l’arredamento, e la scelta del tipo di finestra da installare determina l’effetto che si desidera ottenere.

Vediamo, quindi, quali sono gli stili più adatti per le finestre in stile inglese e quali sono i colori e i materiali da prediligere, per esaltare il fascino di ciascun tipo di abitazione.

case-piu-lussuose-di-mosca-010

Stili ideali di arredamento

Le inglesine si sposano bene con determinati stili di arredamento: il country chic e lo stile shabby si accordano perfettamente a questo tipo di finestre. I colori chiari e le tonalità neutre del bianco e del beige esaltano l’arredamento country e donano un tocco di romanticismo agli ambienti provenzali e shabby chic.

Il richiamo alla natura non è il solo: anche in città le finestre in stile inglese si integrano perfettamente ai contesti più eleganti, come le grandi ville dei quartieri residenziali. E l’arredamento vittoriano, con le sue linee intarsiate e i volumi pieni, si accorda meravigliosamente alla raffinatezza delle finestre in stile Tudor.

I telai in colori scuri o in metallo sono invece più indicati per arredamenti moderni e lineari; lo stile industrial chic fa largo impiego di mobili di seconda mano, e questa tendenza al recupero si sposa alla perfezione con lo stile vintage delle finestre all’inglese, che donano un tocco di antico a un arredamento tendenzialmente moderno.

finestre-stile-inglese (9)

Prezzi

I prezzi variano in base al materiale e alle personalizzazioni aggiuntive migliorative, che riguardano la tenuta termica della finestra e i sistemi di sicurezza antieffrazioni.

Generalmente le inglesine realizzate in PVC si aggirano sui 180-200 euro al mq, mentre l’alluminio arriva a costare anche 300 euro al mq. Il legno, invece, risulta essere il materiale più costoso: circa 380 euro al mq.

finestre-stile-inglese (10)

Finestre in stile inglese: immagini e foto

Eleganti, raffinate e dal tocco vagamente retrò: ecco una galleria di foto dedicate alle finestre in stile inglese!

Patrizia D'amora

Commenti: Vedi tutto

Lascia una risposta