Come scegliere il piatto doccia ideale: 4 consigli per non sbagliare

Come scegliere il piatto doccia ideale, 4 consigli per gli acquisti. Come determinare le dimensioni giuste, quale tipologia scegliere, qualità dei materiali, estetica e colore: ecco come individuare il piatto doccia perfetto per il tuo bagno.

come-impermeabilizzare-la-doccia 9

Se fino a qualche tempo fa il piatto doccia era considerato un elemento secondario nell’arredamento della sala da bagno, oggi non è più così. Le numerose tipologie disponibili e la possibilità di variare il colore, la posa in opera e le finiture hanno reso questo elemento un accessorio indispensabile, in grado di conferire anche un certo stile al tuo bagno.

come-impermeabilizzare-la-doccia 15La confusione che provi di fronte alle infinite possibilità di scelta e alle numerose proposte delle aziende di design è del tutto normale.

Ecco perché abbiamo pensato di fornirti delle informazioni utili per scegliere il piatto doccia ideale, in modo da fare chiarezza e semplificarti la scelta.


Leggi anche: Come pulire la doccia: le regole da rispettare

Scopri quali sono gli elementi prioritari da considerare per individuare il modello di piatto doccia ideale per il tuo bagno: ecco 4 consigli per non sbagliare.

 

1. Valuta le dimensioni del piatto doccia

Come scegliere il piatto doccia ideale: 4 consigli per non sbagliare

Per scegliere il piatto doccia ideale, bisognerà partire proprio dalle dimensioni. Le misure contano, perché non tutti i bagni sono in grado di ospitare un piatto doccia con misure standard.

La pianta del bagno, infatti, condiziona direttamente le dimensioni e la forma del piatto doccia.

Per questo motivo in commercio è possibile scegliere tra queste 3 opzioni:

  • piatto doccia standard: generalmente le misure sono già definite dalle aziende produttrici, che propongono modelli con dimensioni fisse e non modificabili
  • piatto doccia con larghezza fissa e lunghezza che può variare dagli 80 cm ai 180 cm
  • piatto doccia realizzato su misura, perfetto per tutte le esigenze di arredo.

Se il tuo bagno presenta una pianta asimmetrica o pareti non perfettamente perpendicolari, sarà indispensabile optare per una soluzione su misura.

Stabilire le dimensioni più corrette è importante anche per un’altra ragione: se decidi di acquistare un piatto doccia senza considerare lo spazio a disposizione, rischi di renderlo inutilizzabile.

Il piatto doccia, infatti, è un elemento che va scelto coerentemente con il resto degli arredi e dei sanitari presenti nel bagno, e la sua dimensione deve essere proporzionata a tutto il resto, in modo da non ingombrare occupando tutto lo spazio di un bagno piccolissimo (o, viceversa, scomparendo in un bagno di grandi dimensioni).

2. Scegli la tipologia di posa

Come scegliere il piatto doccia ideale: 4 consigli per non sbagliareIl secondo passo sarà determinare la posa in opera, o più comunemente la tipologia di piatto doccia. Esistono 4 tipi di posa in opera che si distinguono in:


Potrebbe interessarti: Bagno piccolo: come non sbagliare la scelta delle piastrelle

  • piatto doccia rialzato
  • piatto doccia in appoggio
  • piatto doccia incassato nel pavimento
  • piatto doccia a filo pavimento da rivestire.

La scelta della posa in opera è vincolata dalla presenza dello scarico. Il piatto doccia, infatti, necessita dello spazio adeguato per inserire il sifone di scarico: se stai ristrutturando il bagno chiedi il parere dell’idraulico, che saprà consigliarti la soluzione più giusta per le tue esigenze.

Un altro aspetto importante da valutare al momento dell’acquisto è la possibilità di avere un piatto doccia a tutta pendenza oppure con una parte piana affiancata da un bacino fisso. La scelta, in questo caso, dipende dal tipo di box doccia che si desidera installare e da dove sarà posizionata la rubinetteria. Anche in questo caso il parere di un esperto eviterà di commettere errori grossolani.


Vuoi consigli di design su come arredare? Iscriviti al gruppo

3. Considera la qualità del materiale

doccia-resinaPer individuare il materiale più adatto al tuo piatto doccia, metti in cima alla lista delle priorità la sua praticità d’uso. Chiediti in che modo andrà pulito e se si tratta di un materiale resistente e antiscivolo.

Infine concentrati sul fattore estetico (colore e finitura), aspetti secondari ma comunque importanti.

Ecco i principali materiali utilizzati tra cui scegliere:

  • grès smaltato o ceramica: sono i materiali con il miglior rapporto qualità/prezzo. Resistenti, antimacchia e facili da pulire. L’unico svantaggio è il loro peso, che va dai 30 ai 45 kg; inoltre tieni presente che si tratta di materiali privi di un rivestimento antiscivolo
  • pietra naturale: generalmente si utilizza l’ardesia, che ha ottime capacità meccaniche. Resiste agli shock, è un materiale impermeabile, antibatterico e antiscivolo. Tra gli svantaggi, il peso: non è un piatto doccia adatto a tutti i tipi di pavimento
  • acrilico: è un materiale leggero, versatile e facile da trattare. La superficie antiscivolo e il prezzo abbordabile rendono l’acrilico un buon competitor della ceramica. Tuttavia, la sua superficie è più delicata e tende a graffiarsi se non viene pulita in maniera idonea
  • resina: resistente, durevole e di facile manutenzione. Esistono diversi tipi di resine, ottenute mescolando fibre naturali e materiali sintetici. È indicata per chi desidera un piatto doccia sottile e personalizzato, da rifinire al pavimento
  • teak: è indicato per chi desidera regalare un aspetto zen al proprio bagno. L’unica pecca è legata alla manutenzione. Infatti, per mantenere il suo aspetto lucido, è necessario trattarlo con oli specifici.

4. Estetica e colore

bagno-moderno-10-cose-da-fare-per-arredarlo-al-meglio-1Il grande ritorno del colore non è una novità che riguarda solo i sanitari; anche il piatto doccia può essere coordinato alla palette cromatica del tuo bagno, e puoi scegliere di abbinarlo ai sanitari, alle piastrelle o addirittura al colore del top del lavabo, o ancora dei mobili.

Il colore aiuta a rendere l’ambiente più armonioso nel suo insieme e rappresenta un modo per conferire ancora più stile e personalità al tuo bagno.

Prediligi le tonalità neutre più chiare se il bagno è piuttosto piccolo. Viceversa, punta sul nero o sui colori intensi per creare un contrasto cromatico più audace.

Come scegliere il piatto doccia ideale: immagini e foto

Sei alla ricerca della tipologia di piatto doccia ideale? Sfoglia la galleria delle immagini: ecco tanti esempi da cui prendere la giusta ispirazione.

Patrizia D'amora
  • Laurea in Giornalismo e Cultura editoriale
  • Autore specializzato in Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica