Aumento bollette luce/gas: i trucchi per risparmiare

Davide Bernasconi
  • Dott. in Economia e Commercio

Aumento bollette luce e gas: perchè è successo e ora come fare per risparmiare? Tutto quello che c’è da sapere sul caro bollette con una mini-guida per consumare meno.

Bills

La notizia era nell’aria da mesi ormai, un problema che spaventa l’intera popolazione italiana, non solo le famiglie, ma anche le imprese, avvertito dalle authorities e dal Governo: il pesante rincaro delle tariffe di luce e gas.

Perché aumentano bollette gas ed energia elettrica?

Energia

Procediamo per gradi. Innanzitutto, tener conto del fatto che, nel nostro Paese, all’inizio di ognuno dei 4 trimestri dell’anno solare, l’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente (Arera) fissa i prezzi del gas metano e della corrente elettrica per il mercato tutelato.

Complici l’aumento del costo e la forte richiesta delle materie prime, oltre che il trasporto delle suddette, questi fattori combinandosi, causano gli aumenti delle tariffe che i consumatori si stanno trovando ad affrontare in questi giorni, ricevendo nella buca lettere o nella mail le prime bollette “pesanti”.

1. L’Europa dipende dagli altri paesi per la produzione di risorse energetiche

Gas

L’Europa, conseguentemente anche l’Italia, paga lo scotto di essere dipendente da altri Paesi stranieri, Russia in primis, per l’approvvigionamento di gas metano, di cui non è produttrice a livelli tali da accontentare la domanda interna. Si rende così necessario far ricorso alle importazioni dall’estero.

2. La crisi causata dalla Pandemia

Covid

In seguito alla pandemia di Sars Covid-2019, le richieste sul mercato sono aumentate, a fronte di una produzione che non sta al passo.

3. Aumentano i costi di estrazione e trasporto

Energia

Coi costi di estrazione, crescono anche quelli legati al trasporto delle materie prime necessarie per il settore energetico, almeno così come è attualmente impostato.

Questo è uno dei motivi per cui, a partire dal Ministro Cingolani fino ad arrivare ai responsabili delle politiche europee, si ribadisce con forza la necessità di ricorrere a nuove fonti di energia sostenibili grazie alle quali poter cominciare a bypassare l’impiego eccessivo delle risorse attualmente in discorso.

4. Aumento dei costi per i permessi relativi alle emissioni di CO2

CO2

Altro elemento di spesa che va ad aggravare il risultato finale e il costo dell’energia, facendolo aumentare è dato dal costo dei permessi per le emissioni di CO2. Il mercato europeo Ets delle quote dei gas inquinanti vede le aziende produttrici di anidride carbonica costrette ad acquistare le cosiddette quote di emissioni.

I prezzi di tali quote vengono gradualmente aumentati per spingere le aziende a de-carbonizzare, ridurre sempre di più il proprio fabbisogno di carbone a vantaggio di forme di produzioni di energia che siano più ecosostenibili e green.

Come il Governo vuole risolvere il problema

Pagare

Tutto questo di concerto con le politiche ambientali di tutti gli Stati Europei e, in generale, degli organismi sovranazionali. Ecco perché la necessità di passare ad altre forme di energia, incentivarne l’uso, sia per i privati, sia per le aziende, resta uno dei temi più sensibili e avvertiti all’interno anche delle nostre istituzioni.

Il Governo Draghi sta lavorando alacremente alla ricerca di possibili soluzioni per cercare di rendere meno gravoso possibile il prossimo aumento in bolletta per famiglie e imprese.

Le agevolazioni dovrebbero arrivare presto e sarebbero stimate tra i 5 e i 7 miliardi in aiuto di famiglie e imprese, con la precisa intenzione di rafforzare i bonus sociali.

Secondo le prima stime, il prezzo dell’energia elettrica nei primi tre mesi dell’anno è raddoppiato (+55%) mentre il gas si è attestato sotto la soglia del 50%, fissandosi ad un +41,8%.

Green, Energy

Abbiamo detto che il Governo è già al vaglio di tutte le soluzioni possibili per impattare sull’aumento dei costi e renderlo più sopportabile per le tasche degli italiani.

Come già avvenuto relativamente a metà 2021, vi sono stati interventi sugli oneri di sistema, vale a dire quelle voci di spesa fisse che si trovano in bolletta e che sono relative ad attività di interesse generale per il sistema elettrico, applicate comunque da tutte le compagnie indipendentemente dal fornitore scelto per l’approvvigionamento.

Consigli per consumare meno e risparmiare

Lampadina

Per quanto riguarda le scelte, le opzioni che il singolo consumatore può adottare, ecco alcuni consigli pratici per trovare più leggera la prossima bolletta, prima che il vostro budget vi costringa a drastici cambiamenti.

1. Limitare gli sprechi energetici

Sprechi

Vale a dire lasciare luci accese immotivatamente, quando non siamo nella stanza, lasciare in standby apparecchiature elettriche, telefonini o altri oggetti elettronici in ricarica.

Spegnere gli apparecchi senza lasciare il classico led rosso acceso.

In questi casi il consumo resta, seppur in minima parte, influendo comunque sul prezzo finale che troveremo a pagare in bolletta.

2. Caloriferi e caldaia: attento a cosa fai

Aumento bollette: come fare per risparmiare e consumare meno

Evitate in alcun modo di sistemare tende, panni o vestiti sopra i caloriferi quando sono in azione. Il calore irradiato diminuirà notevolmente, con effetto umidità che vi farebbe percepire meno gradi di calore in casa.

Inoltre durante le ore notturne spegnete la caldaia regolando il timer in maniera tale che si riaccenda 2 ore prima della vostra sveglia mattutina.

3. Scegliere elettrodomestici a basso consumo

Frigorifero,

Costano di più, ma una volta messi in funzione, vi ripagheranno dell’investimento con consumi molto minori rispetto alla media.

Vale in particolar modo per il frigorifero, la lavastoviglie, la lavatrice.

4. Migliorare l’uso degli elettrodomestici

Televisore

Non avviare lavatrice o lavastoviglie a metà carico, ma ottimizzare con un solo lavaggio, da concentrare durante le ore e i giorni in cui i costi dei consumi si abbassano, dalle 19 in avanti  e fino alle 7 del mattino, oltre a weekend e festivi.

5. Scegliere energia green

Smart, House

Quello che sarebbe davvero utile proporsi è scegliere, anche per la propria abitazione e per le proprie esigenze, di passare a forme di energia più sostenibili, ad esempio l’energia solare, ricorrendo all’installazione di impianti fotovoltaici, o a quella eolica, o comunque forme di energia che non prevedano quote di emissione di CO2 nocive per l’ambiente.

Si tratta di scelte sensibili non soltanto per alleggerirsi dall’impatto economico sulle nostre finanze dell’aumento dei prezzi previsto, ma anche per un maggior rispetto e tutela dell’ambiente.

6. Frigorifero: attenzione a come lo usate

Aumento bollette: come fare per risparmiare e consumare meno

Se pensate che il vostro frigorifero debba essere sempre pieno, vi sbagliate di grosso. va messo lontano dal muro di almeno 20 cm mentre la temperatura ideale è fissata in 6°C.