Guida alla moquette ideale per un piccolo ufficio

Daniele Di Geronimo
  • Dott. in Lettere moderne

Come scegliere la moquette perfetta per il pavimento del nostro piccolo ufficio. Idee, colori, materiali e prezzi di un materiale dal sapore vintage ed alternativo.

Guida alla moquette ideale per un piccolo ufficio

Professionisti che vogliono arredare o ristrutturare il proprio spazio di lavoro, ma anche tutti coloro che lavorando da casa in smart working vogliono trasformare un ambiente della propria abitazione in ufficio; sono in tanti a valutare l’acquisto e la posa della moquette per il proprio piccolo ufficio.

Una scelta di straordinario valore estetico (ma non solo) che ben si adatta in uno spazio di lavoro dove collocare una scrivania, una o più poltrone e pochi mobili indispensabili. Scopriamo quindi perché la moquette è la soluzione ideale per un piccolo ufficio e quali elementi valutare per una scelta perfetta.

I vantaggi della moquette

Vantaggi-moquette-ufficio

Oltre all’indubbio valore estetico che la moquette, anche grazie all’ampia personalizzazione in termini di colori e texture, la moquette è un rivestimento tessile estremamente conveniente. Innanzitutto per la sensazione di caldo e accoglienza che regala, motivo per cui ben si inserisce in uno spazio di lavoro nel quale accogliere collaboratori, colleghi o clienti.

Parallelamente a questo c’è da considerare come la moquette è un rivestimento che assicura un ottimo isolamento, sia dal punto di vista termico che acustico. Questo determina una riduzione dei consumi energetici, la possibilità di avere un ambiente sempre climaticamente confortevole e, aspetto non secondario in uno spazio di lavoro, insonorizzato.

A quanto appena detto va aggiunto che la moquette ha una maggiore facilità e rapidità di posa e installazione, con conseguente riduzione dei costi rispetto a un pavimento tradizionale. Anche l’eventuale sostituzione può essere valutata con maggiore facilità considerando i tempi e i costi più bassi rispetto a un parquet o un rivestimento con le tradizionali mattonelle.

Qual è la moquette ideale per un piccolo ufficio

Moquette-ideale-ufficio-piccolo

La scelta del tipo di moquette per un piccolo ufficio dipende da diversi fattori, non ultimo dalla preferenza personale e da eventuali esigenze tecniche del tipo di attività che si svolgerà in quell’ambiente.

In linea generale una prima distinzione da fare è quella tra fibre naturali e fibre sintetiche.

Le fibre naturali migliori, anche in termini di pregio, sono il velluto e la lana, ottime dal punto di vista estetico ma anche più impegnative per quel che riguarda la manutenzione.

Di contro la moquette in fibra sintetica è maggiormente resistente allo sporco e più semplice da pulire.

Come leggere e comprendere le etichette

Etichette-moquette

Quando ci si approccia alla scelta della moquette si scopre che esistono una grande varietà di fattori che incidono sulla destinazione, la resa e la qualità di questo rivestimento tessile. Ognuna delle caratteristiche della moquette è indicata attraverso un simbolo o un codice riportato sulla relativa etichetta.

Gli elementi di cui tenere conto nella scelta della moquette per un piccolo ufficio sono:

  • materiale
  • formato
  • destinazione d’uso
  • antiscivolo
  • classe d’uso
  • classificazione acustica
  • resistenza al fuoco
  • confort
  • conducibilità elettrica.

In base alle proprie necessità la moquette può essere in cotone, juta, lana, poliacrilico, poliammide, poliestere, polipropilene, sisal e viscosa. Può essere fornita a rotoli, in piastrelle, in materiale spessorato e in soluzioni con spessore ridotto. La moquette può essere utilizzata non solo come pavimentazione, ma anche come rivestimento. Inoltre esistono versioni specifiche per le scale e per i locali con un’alta umidità.

Ci sono poi 3 classificazioni per la resistenza allo scivolamento (superficie antisdrucciolo bagnata, superficie non antisdrucciolo, superficie antisdrucciolo) e 10 classi in base alla destinazione d’uso.

Per la moquette di un ufficio piccolo sono indicate  quelle in Classe 31 e 32, rispettivamente Commerciale leggero e Commerciale medio.

La distinzione per la classificazione acustica è tra moquette con buon abbattimento acustico, fonoassorbente o con riduzione del rumore di calpestio.

Esistono poi 10 classi di resistenza al fuoco e 5 per indicare il tipo di confort che quel rivestimento è in grado di assicurare, dal più basso (LC1) al più alto (LC4) passando per il medio (LC2), l’alto (LC3) e il lusso (LC4). Le moquette si distinguono anche per la conducibilità elettrica (pavimento antistatico, pavimento conduttivo e pavimento statico dissipativo).

Si possono trovare poi numerose altre caratteristiche (antimacchia, idoneo per il riscaldamento a pavimento, in grado di attutire l’impatto, resistente a pressione, al taglio, all’uso di sedie a rotelle, all’acqua e alla luce, eccetera) che consentono di trovare il modello migliore in base all’attività lavorativa che si andrà a svolgere nel proprio ufficio.

Moquette per un ufficio piccolo: prezzi e posa

Prezzi-moquette-ufficio-piccolo

Il prezzo della moquette è molto variabile, anche alla luce delle numerose caratteristiche e tipologie che è possibile trovare.

Mediamente di parte da un minimo di 4€ al metro quadro per la moquette sintetica per arrivare anche ai 25€ al metro quadro per quella con effetto velluto e oltre i 50€ per quella in lana. Il costo per la posa in opera varia dal tipo di installazione e i prezzi si aggirano tra i 5€ e i 10€ al metro quadro.

Moquette per un piccolo ufficio: foto e idee

Un piccolo ufficio può solo che beneficiare dall’applicazione della moquette e sono davvero tante le soluzioni d’arredo che è possibile percorrere contribuendo a dare valore e professionalità al proprio lavoro.