Spiralizzatore da cucina: come servire frutta e verdura con fantasia

Lo spiralizzatore da cucina è uno strumento indispensabile se volete affettare frutta e verdura da servire nei vostri piatti nelle forme più variegate. Tagliatelle, spaghetti, riccioli di frutta o verdura sono un modo semplice e fantasioso per mangiare questi alimenti, soprattutto con i bambini che non li amano molto. Scopri cosa puoi realizzare. Funzioni, vantaggi e costi.

Spiralizzatore da cucina: come servire frutta e verdura con fantasia

Se amate la cucina vegetariana o crudista, questo è l’attrezzo da cucina a cui proprio non potete rinunciare: lo spiralizzatore di frutta e verdura. Si tratta di un utensile da cucina che regalerà fantasia e colore alle vostre ricette e vi aiuterà a realizzare tantissime piatti.

Lo spiralizzatore da cucina è un’affettatrice di verdure o frutta che vi permetterà di realizzare forme originali per servire e cucinare la verdura. Se poi avete dei bambini in casa, vi aiuterà a far amare le verdure e anche la frutta, servendola in forme creative e fantasiose.


Leggi anche: 10 idee semplici per farsi uno strumento musicale

In commercio esistono tantissimi modelli, scopri quello più adatto alle tue esigenze.

Spiralizzatore da cucina: cosa è e come funziona

Lo spiralizzatore da cucina è anche conosciuto con il nome di affettatrice di verdure. La sua introduzione è di origine orientale, ma oggi è ampiamente utilizzato in tutti i tipi di cucina. Questo strumento da cucina è diventato indispensabile perchè permette di creare con le verdure tante forme originali e fantasiose. In questo modo potrete  aumentare il consumo di verdure nella vostra dieta alimentare.

Non dimentichiamo infatti  che la frutta e la verdura hanno un ruolo importantissimo nella nostra alimentazione. Si tratta di alimenti sani e naturali. Il loro consumo aiuta a prevenire l’insorgere di numerose malattie. Per una sana alimentazione è importante mangiare molta frutta e verdura. Questi alimenti sono anche alla base della cosiddetta dieta mediterranea.

Per questo motivo, dare una forma originale alle vostre verdure, le farà amare ed apprezzare anche ai più reticenti e soprattutto ai bambini. Far mangiare le verdure ai più piccoli di casa, infatti,  non è un’operazione semplice. In questo modo, invece, impareranno ad apprezzare le ricette a base di questi alimenti.

In commercio esistono moltissimi tipi di spiralizzatori da cucina e scegliere il migliore non è una cosa semplice. Scopriamo in dettaglio quali sono i modelli più diffusi.

spiralizzatore-di-verdure-9

Spiralizzatori da cucina: modelli in commercio

Scegliere tra i vari modelli di spiralizzatori disponibili non è una cosa semplice. Sono tante e diverse le marche ad averlo in catalogo e possono essere più o meno adatti alle vostre esigenze. Ma vediamo in dettaglio i modelli disponibili e le caratteristiche. Gli spiralizzatori possono essere di due tipi: manuali o da banco. Vediamo nello specifico i vantaggi e gli svantaggi di ciascuna tipologia.


Potrebbe interessarti: Decorazioni tavola con frutta e verdura

spiralizzatore-di-verdure-1

Spiralizzatore manuale

Si tratta dell’affettatrice a spirale più pratico e maneggevole. Il funzionamento è semplice ed intuitivo.  E’ costituito da una piastra di presa ricoperta di piccoli aghi, che permette di bloccare la verdura. Sulla parte superiore della piastra c’è  una maniglia che permette di girare lo spiralizzatore ed affettare la verdura.

Questo tipo di spiralizzatore è molto piccolo, per questo motivo si  può trasportare facilmente, ideale ad esempio se si vuole fare un campeggio.  Inoltre, le piccole dimensioni, permettono di riporlo facilmente anche in un cassetto della cucina. L’aspetto negativo è che per utilizzarlo bisogna esercitare un pò di forza e quindi richiede braccia forti ed in forma.

Con questa tipologia di affetta verdure in generale si possono fare poche forme. Inoltre, a differenza dello spiralizzatore da banco, non permette di affettare la verdura fino in fondo, ma rimangono pezzi di scarto.

spiralizzatore-di-verdure-10

 

Spiralizzatore da banco

Questa tipologia di spiralizzatore è più grande, rispetto a quello manuale e di solito presenta un numero maggiore di forme realizzabili. Avendo dimensioni più grandi, richiede uno spazio maggiore sia sul banco di lavoro, sia per riporlo in dispensa o in un cassetto, a lavoro terminato.

In generale questo tipo di spiralizzatore è azionato a manovella. Il funzionamento avviene bloccando le verdure o la frutta tra la piastra di supporto e la lama. Girando la manovella gli alimenti arriveranno fino in fondo ed otterrete delle creazioni originali e fantasiose, pronte per essere utilizzate nelle vostre ricette.

Dalle tagliatelle di verdure, agli spaghetti, ai riccioli, tante forme perfette per colorare insalate, o per arricchire di gusto i vostri piatti. Lo spiralizzatore a manovella è dotato di piedini in gomma che gli permettono di aderire bene al banco da lavoro e quindi di avere una maggiore stabilità durante il suo utilizzo.

Questo tipo è disponibile anche nella versione elettrica. Non dovrete fare altro che inserire la verdura e senza alcuna fatica otterrete la forma di verdura che preferite.

spiralizzatore-di-verdure-11

Come pulire lo spiralizzatore

Che si tratti del tipo manuale o di quello da banco, dopo l’utilizzo, lo spiralizzatore deve essere lavato accuratamente, affinché non si rovini. Entrambe le tipologie possono essere smontati ed alcuni pezzi possono essere lavati in lavastoviglie. Per una migliore durata nel tempo, dopo aver lavato tutti i componenti è opportuno asciugarli e riporli al proprio posto.

spiralizzatore-di-verdure

Costi dello spiralizzatore

Quanto costa uno spiralizzatore? E’ evidente che le due tipologie quello manuale e quello da banco hanno costi diversi, poiché hanno funzionalità diverse. Uno spiralizzatore da banco, è in genere più costoso rispetto ad uno manuale, poiché prevede anche la possibilità di realizzare forme e tagli diversi di verdure. Inoltre è più solido e resistente.

In linea di massima possiamo dire che il costo di uno spiralizzatore manuale si aggira attorno ai 15 euro. Per uno da banco, invece, il prezzo può arrivare anche intorno ai 50 euro.

Se vi state chiedendo qual è lo spiralizzatore migliore da acquistare, la risposta è quello che più si adatta alle vostre esigenze, sia in base alla frequenza d’uso, alla quantità di alimenti da affettare e alla vostra abilità manuale.

spiralizzatore-di-verdure-13

Spiralizzatore da cucina: foto e immagini

Se amate le verdure e vi piace utilizzarle in forme diverse, allora dovete acquistare uno spiralizzatore da cucina. Qual è la tipologia di spiralizzatore migliore? Sfoglia la galleria e scopri cosa puoi realizzare con uno spiralizzatore, per dare un tocco di colore e sapore ai tuoi piatti.

 

 

 

 

Marcella Piegari
  • Laurea in Scienze della comunicazione
  • Giornalista pubblicista
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, novità ed occasioni riguardo il mondo del design. Aggiornati dal primo sito in Italia in tema di design.