Servomuto


Servomuto: come scegliere un arredo di design Servomuto

Servomuto: come scegliere un arredo di design

Servomuto: l’importanza di scegliere un importante complemento d’arredo dal design moder...


Il servomuto è una forma di arredo molto utile nelle abitazioni: come dice la parola stessa, si tratta di un maggiordomo in legno, metallo, plastica od altro materiale che permette di disporre gli abiti, complementi e le scarpe che si andranno ad indossare la mattina seguente.

In questo modo, diventa più semplice ed rapida la vestizione il giorno seguente, potendo scegliere con calma alla sera l’abbinamento corretto, senza dover affannosamente cercare, al risveglio, fra cassetti ed armadi, ciò che pare più opportuno per la giornata lavorativa od un evento mondano.

Servomuto: storia

Il servomuto è un termine che arriva addirittura dal ‘700, per definire un tavolino dotato di diversi piani, che permetteva ai commensali di servirsi delle pietanze e stoviglie a tavola, senza bisogno di venire assistiti dala corte di camerieri.

Po, agli inizi del ‘900, presso le case dei ricchi signori della borghesia, erano gli abiti ad avere un ruolo decisamente più importante. Soprattutto in campo femminile, era determinante poter ricorrere in maniera più rapida ai differenti abbigliamenti, adatti a diverse situazioni di vita.

Poi, l’evoluzione moderna ha portato alla presenza del servomuto anche nelle abitazioni della gente comune, diventando così un elemento di arredo indispensabile, per sbrigare le normali operazioni mattutine della vestizione.

Servomuto: oggi

Ai tempi odierni, il servomuto non è altro che un appendiabiti da camera od anticamera, dell’altezza di circa 50 cm, a cui appoggiare in ordine camicia, giacca a pantoloni, oltre a riporre calzini e cintura in un apposito ripiano.

Poi, alcune versioni prevedono la presenza di un ripiano a terra dove poggiare le calzature, con apposito calzascarpe per facilitare la calzata.