Salone del Mobile Milano 2022: temi ed eventi del 60°

La presentazione del Salone del Mobile di Milano, giunto alla 60-esima edizione. Come sarà la manifestazione 2022: cosa vedremo. Gli eventi, il saluto del Presidente Porro e del Sindaco Sala.

Salone del Mobile Milano 2022: 60° alla grande

I padiglioni di Fiera Milano Rho saranno protagonisti ancora una volta del Salone del Mobile di Milano che, dal 7 al 12 giugno 2022, vedranno aprire i battenti della 60-esima edizione, un traguardo importante per una manifestazione che ha ormai consolidato la sua posizione di leader nel campo dell’arredo e del design.

Le parole chiave, come espresso dagli organizzatori nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’evento avvenuto oggi 16 marzo, saranno: qualità, innovazione, bellezza e sostenibilità.

Sono stati due anni difficili per il mondo e di conseguenza anche il Salone ha subiti drastici ridimensionamenti. Rinviata l’edizione 2020, nel 2021 l’evento si è disputato in maniera completamente diversa, ma i numeri hanno dato ragione agli organizzatori che, con la formula del Supersalone, hanno saputo mantenere alta la tradizione.

Salone del Mobile Milano 2022: 60° alla grande

Nelle parole di Maria Porro, Presidente del Salone del Mobile.Milano, è forte la voglia di continuare nel solco tracciato, anche alla luce degli eventi ultimi:

Da sempre, il Salone del Mobile è catalizzatore di creatività ed energie. È generatore di
bellezza, inclusione, nuove opportunità. Siamo sempre stati un luogo di dialogo e costruzione,
a Milano come nelle edizioni di Shanghai e di Mosca. Oggi, sconvolti come tutti per la guerra
in Ucraina, crediamo ancor di più nel valore del nostro essere crocevia di culture e stili aperto
al mondo. Ecco perché siamo impegnati per rimettere al centro il lavoro delle aziende espositrici. La Manifestazione si fa “foglio bianco” a disposizione di tutti i suoi protagonisti – imprese, brand, designer – per progettare la propria identità, valorizzare i propri contenuti, raccontare le proprie storie. Un punto di riferimento per l’intera design community. Non possiamo fermarci, ma abbiamo anzi il dovere di accelerare verso soluzioni progettuali, produttive e distributive il più possibile sostenibili; oggi più che mai serve un approccio etico al design”. Al Salone, vedremo tante aziende impegnate nel realizzare arredi ponendosi come obiettivo il benessere dell’ambiente e delle persone. Il Salone sostiene la necessità di una transizione ecologica reale e immediata: proprio per questo ha deciso di essere acceleratore di percorsi etici e virtuosi investendo in un grande progetto curato dall’architetto Mario Cucinella. Aziende e creativi, infatti, potranno toccare con mano materiali alternativi già industrializzati, lasciarsi ispirare dalla visione di aree urbane quali possibili “miniere” di materie prime, riflettere sulla funzione della casa come cellula di un organismo più complesso: la città.

E nel concludere il suo intervento di presentazione del Salone, ha aggiunto:

La sostenibilità della Manifestazione è la leva competitiva, su cui vogliamo puntare con onestà, impegno e trasparenza.

Non poteva mancare del primo cittadino di Milano, il sindaco Giuseppe Sala, che ha così salutato con piacere la manifestazione che conferma il capoluogo meneghino fulcro del mondo del design e del mobile:

Il Salone è Milano. E sempre lo sarà”. Pochi eventi sono in grado di celebrare il ‘saper fare’ e il ‘saper fare bene’ come fa il Salone del Mobile. Per questo motivo il mondo del design attende, guarda e partecipa con entusiasmo a questa Manifestazione: perché a Milano ispirazione e originalità sono una certezza. Ricerca dei materiali, produzioni attente all’ambiente, oggetti belli, mobili e complementi d’arredo utili e dalle forme creative saranno protagonisti anche nella sessantesima edizione del Salone. Un’energia travolgente che saprà coinvolgere tutta la città.

Salone del Mobile Milano 2022: cosa vedremo

Sette le manifestazioni che si svolgeranno in contemporanea oltre al SaloneSatellite, presso
il quartiere Fiera Milano a Rho, da martedì 7 a domenica 12 giugno con apertura agli
operatori tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30, e nelle giornate di sabato e domenica anche
al pubblico.

Le manifestazioni del 2022 vedranno impegnati più di 2.000 espositori di cui oltre 600 saranno i designer under 35. Per il visitatore poter girare fra i gli stand sarà un’esperienza particolare, potendo gustare contemporaneamente elementi architettonici e comunicativi.

Design with Nature, l’installazione opera dell’architetto Mario Cucinella per festeggiare nel migliore dei modi la 60-esima edizione del Salone e che troveremo nel padiglione 15 di S.Project avrà come tema il benessere ambientale e sociale.

Il Salone Internazionale del Mobile, il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo e
Workplace3.0 vedranno protagonista fattori chiave come  qualità e ricerca.
Nel 2022 troveremo, nel rispetto della cadenza biennale,  EuroCucina, il suo evento collaterale
FTK (Technology For the Kitchen) e  il Salone Internazionale del Bagno.

Dopo l’esordio avvenuto nel 2019, torna S.Project, esposizione dedicata ai prodotti di design e
alle soluzioni per il mondo del progetto.

Il SaloneSatellite, giunto alla 23-esima edizione, avrà come tema “DESIGNING FOR OUR FUTURE SELVES / PROGETTARE PER I NOSTRI DOMANI”, un chiaro invito a riflettere sul design che “include” nell’ottica di favorire autonomia, comfort, movimento, usabilità, interazione e sicurezza per tutti.

Al Supersalone 2021 ha riscosso un gradito successo il programma di Talk, che farà da cornice ad incontri e dibattiti con protagonisti di assoluto livello. La manifestazione sarà condotta da un trio, tutto
al femminile: Chiara Alessi, Maria Cristina Didero e Beatrice Leanza.