Ornare cucine: sostenibilità, design unico e lusso, l’intervista a Esther Schattan

Caterina Di Iorgi
  • Giornalista pubblicista

Ornare cucine: il brand da sempre coniuga nelle sue creazioni sostenibilità, design unico e lusso. In occasione del Salone del Mobile 2022 Ornare ha presentato la collezione Square Round e le linee Shaker e Move. Ne abbiamo parlato con Esther Schattan, direttrice di Ornare.

Ornare cucine

Ci racconta la storia di Ornare?

La nostra storia inizia nel 1986. Tre anni dopo viene aperta la prima fabbrica e, nel 1993, lo showroom di Alameda Gabriel Monteiro da Silva. I progetti dell’azienda cominciano ad attrarre l’attenzione del mercato con i suoi, armadi, cucine, pannelli Wall system, Home Theater, mobili e arredo bagno dal design esclusivo e di altissima qualità. In Brasile, il marchio conta quindici showroom: São Paulo – Gabriel Monteiro da Silva, São Paulo – Shopping D&D, Rio de Janeiro – Barra, Rio de Janeiro – Leblon, Brasília, Salvador, Belo Horizonte, Cuiabá, Curitiba, Florianópolis, Goiânia, Ribeirão Preto, Manaus, Maceió (prossima apertura), Jaú (periferia di San Paolo). Inoltre, abbiamo una forte presenza negli Stati Uniti con otto sedi: New York Manhattan, New York Brooklyn, Miami, Dallas, Los Angeles, Houston, Hamptons e Greenwich. Recentemente Ornare ha aperto il suo showroom anche a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. Le collezioni del marchio sono sempre firmate da rinomati architetti, designer e decoratori come Ricardo Bello Dias, Patrícia Martinez, Vivian Coser, Patrícia Anastassiadis, Marcelo Rosenbaum, Ruy Ohtake, Guto Índio da Costa, Zanini de Zanine, Arthur Casas, Giangranco Vannuchi, tra gli altri.

Su quali valori si fondano l’identità e la filosofia produttiva di Ornare?

Ornare (www.ornare.com.br/en/home-en/) è un marchio che ha come pilastri i seguenti valori: raffinatezza, esclusività e altissima qualità. I prodotti sviluppati vogliono offrire soluzioni adattabili, funzionali e belle da vedere, all’interno di progetti di totale personalizzazione. Il marchio eccelle nella produzione sostenibile di tutti i suoi articoli e ha adottato, sin dalla sua creazione, misure volte alla tutela dell’ambiente. Ornare ha, tra cui la certificazione internazionale FSC e Carb. L’affetto e il rispetto per i clienti sono altri valori mantenuti dal marchio.

In che modo si sta evolvendo, oggi, il settore, vista anche la pandemia di Covid-19, che ci ha fatto riscoprire l’importanza della casa durante il lockdown?

Come in altri mercati, la pandemia causata dal Covid-19 ha generato cambiamenti e nuove richieste per i settori del design e dell’architettura. Il lockdown ha fatto sì che avessimo un lungo periodo di quarantena in cui tutti trascorrevano più tempo all’interno delle proprie case. La casa divenne il centro di tutte le attività, che comprendeva spazi per il lavoro, lo studio, la vita familiare, il tempo libero e il divertimento. La trasformazione della nostra vita sociale ha generato una forte richiesta di ristrutturazioni, modifiche e scambi di mobili, al fine di creare ambienti più funzionali e confortevoli per le esigenze di tutta la famiglia. I progetti dei nostri clienti si distinguono per qualità e lusso, generando spazi unici ed esclusivi. Pertanto, il mercato brasiliano della decorazione è uno dei pochi segmenti che hanno risentito positivamente del cambiamento delle abitudini generato dalla pandemia. La casa ha acquisito un ruolo di primo piano e la tendenza è che, anche con la ripresa della normalità, rimarrà uno spazio molto importante per la convivenza sociale.

Vi siete posti nuovi obiettivi in ottica green o nuove soluzioni eco-sostenibili?

Questi obiettivi sono stati pensati già nel momento in cui abbiamo fondato Ornare, un’epoca in cui il termine sostenibilità era ancora poco usato e conosciuto. Fin dall’inizio ci siamo concentrati su misure che cercassero di mitigare gli impatti ambientali, come, ad esempio, la creazione di sistemi di produzione più sostenibili.

All’interno di questa visione, cerchiamo di avere un’azienda che valorizzi gli aspetti ambientali, sociali e di governance. Per questo abbiamo misure su più fronti e abbiamo raggiunto risultati molto soddisfacenti, certi del fatto che stiamo costruendo un marchio forte con valori etici ben consolidati.

Un caso di successo del nostro lavoro coinvolge sia l’ambiente che il sociale. Il legno incorporato nel processo produttivo è certificato dall’FSC – Forest Stewardship Council (Forest Stewardship Council) e gli scarti di materiali nobili vengono donati al Solidarity for Life Committee, una ONG senza scopo di lucro che offre assistenza a più di due mille famiglie nel comune di Itapevi (San Paolo). L’azienda produce gadget sostenibili ed esclusivi che vengono acquistati da Ornare per farli avere ai propri clienti e ai partner, generando dei fondi che saranno devoluti all’istituzione e al lavoro per le comunità bisognose.

Con questo, creiamo una catena positiva e avanziamo nello sviluppo di un’economia sostenibile. Il nostro prossimo passo è approfondire la questione delle emissioni di carbonio, poiché vogliamo continuare a svilupparci su questi fronti e siamo felici che Ornare venga vista come un’azienda attenta alla sostenibilità.

Dopo la pandemia e il lockdown, quali sono le sfide del futuro che dovranno affrontare le aziende che producono design?

Continuare a cercare soluzioni sostenibili, intensificando l’equilibrio tra la società e l’ambiente in cui viviamo. Nel secolo scorso, il progresso e tutte le innovazioni ci hanno allontanato dalla natura e dalle nostre origini. La pandemia ci ha costretto a guardarci dentro e da essa nasce un desiderio più latente di avere più armonia con l’ambiente. Sarà compito del design tradurre questo desiderio e portare questo concetto nei prodotti, oggetti e mobili. Gli spazi condivisi per il lavoro e il tempo libero all’interno delle case devono essere considerati in modo permanente.

Quali invece saranno le tendenze su cui puntare?

Gli elementi naturali saranno d’ispirazione per le nostre prossime creazioni. Texture, formati e colori che si armonizzano con l’ambiente devono permeare moda, architettura e design. Vogliamo puntare anche su stili monocromatici, minimalisti e tavolozze di colori più tenui. Inoltre, quando si tratta di design, le forme arrotondate e organiche sono al centro dell’attenzione.

Ci racconta le novità della collezione 2022 che avete presentato in occasione del Salone del Mobile?

Ornare cucine

Nell’ultima edizione del Salone abbiamo presentato ai visitatori la collezione Square Round e le linee Shaker e Move. La collezione Square Round e la linea Shaker sono state disegnate da Ricardo Bello Dias, art director del brand, con Studio Ornare. La linea Move è firmata dall’architetto Vívian Coser.

Tutte le linee di prodotto seguono le nuove tendenze del mercato unendo bellezza, comfort e utilizzo di materiali altamente tecnologici e sostenibili, oltre ad essere allineate al 100% con la proposta del Salone per quest’anno, per sottolineare la transizione ecologica del mondo del design.

Vale la pena evidenziare alcune delle caratteristiche delle collezioni presentate al Salone Del Mobile 2022: la Linea Shaker è ispirata alla comunità che visse nel nord-ovest dell’Inghilterra nel 18° secolo, la linea Shaker offre una reinterpretazione delle cucine tradizionali. Il telaio dell’anta si distingue come principale elemento di personalizzazione, e la sua struttura in metallo lo rende moderno e sofisticato. Le finiture disponibili spaziano dall’eleganza del vetro al calore del legno e della rafia intrecciata, ricordando anche l’artigianato della comunità Shakers.

La linea Round si ispira a delle forme armoniose e aggiunge le curve al vocabolario Ornare e può essere usato insieme a tutte le altre linee del marchio. Angoli concavi o convessi caratterizzano i loro armadi. Inoltre, la linea Round comprende una serie di pezzi autoportanti che rappresentano una soluzione agile e unificata per qualsiasi spazio.

La proposta di personalizzazione Move Line, firmata dall’architetto Vivian Coser, si adatta perfettamente ai tempi attuali. Lo spazio comprende pezzi versatili e infinite composizioni, come un pannello a più fori su cui sono fissati ganci, nicchie, mensole, cassetti e un carrello gourmet Move Away.

Qual’è stato il concept dell’allestimento per la Design Week 2022?

Arte, design, scienza e tecnologia sono i quattro pilastri di Ornare. In linea con il motto della storica 60° edizione della manifestazione, quest’anno presentiamo collezioni che seguono le tendenze del mercato unendo bellezza, comfort e utilizzo di materiali altamente tecnologici e sostenibili. Presentiamo al mondo il più moderno in termini di mobili di alto livello, lusso e sostenibilità. Da segnalare che quest’anno, alla sua terza partecipazione alla fiera, Ornare è stato l’unico brand brasiliano presente a EuroCucina, insieme alle aziende più riconosciute del design internazionale.

Come sarà la casa del futuro secondo Ornare?

La casa del futuro sarà intelligente e integrata, ma non dovrebbe perdere il calore e il comfort domestico. La tecnologia sarà anche nei mobili, così come fa già parte degli elettrodomestici e dell’elettronica. Ci stiamo già preparando per questo.

Il lusso sarà sempre più presente anche nella personalizzazione di ogni capo e nell’ampia gamma di possibilità di accostamento tra materiali, colori, tecnologie, texture e formati. Inoltre, riteniamo che l’integrazione tra gli ambienti e l’ambiente naturale sarà notevolmente rafforzata nelle creazioni dei prossimi decenni. Ornare si distingue per la possibilità di personalizzare le proprie collezioni, in ogni dettaglio. Sia per quanto riguarda il mix di rivestimenti, colori, sia per quanto riguarda le collezioni.

Qual è la “cosa” più contemporanea, forte e promettente che si sta manifestando a suo avviso sulla scena del design contemporaneo?

Il design contemporaneo si integra con l’ambiente e dialoga armoniosamente con gli elementi che lo circondano. In aggiunta a questa tendenza, abbiamo la sostenibilità vista in un modo più olistico. Le scelte ambientalmente corrette acquistano un nuovo focus e il consumatore tende a valorizzare sempre più le aziende con un’attenzione speciale per la natura. Inoltre una caratteristica molto moderna è la possibilità di personalizzare tutti gli articoli e i dettagli per soddisfare i desideri più profondi dei clienti.