Videoproiettori: consigli per l’acquisto


Videoproiettori informazioni, consigli e guida all’acquisto

video-proiettore

Un videoproiettore è un apparecchio elettronico che permette di visualizzare un video su una superficie qualsiasi attraverso un processo di proiezione utilizzante la luce.

In commercio esistono diverse tipologie di vedeoproiettori: quelli specificatamente progettati per visualizzare i formati video utilizzati dalla televisione impiegati ad esempio nell’home theater; videoproiettori specificatamente progettati per visualizzare i formati video utilizzati dai computer impiegati ad esempio nella categoria lavorativa SoHo, e ultimamente, con la nascita del cinema digitale, videoproiettori specificatamente progettati per il cinema.

In base alla tecnologia utilizzata per realizzare il videoproiettore, si distinguono attualmente sei tipi di videoproiettori:

  •  videoproiettore CRT (anche detto “videoproiettore a tubo catodico” o “videoproiettore tritubo”);
  • videoproiettore LCD (anche detto “videoproiettore a cristalli liquidi”);
  • videoproiettore DLP (anche detto “videoproiettore a microspecchi”);
  • videoproiettore LCoS (Liquid Crystal on Silicon);
  • videoproiettore D-ILA (Digital Direct Drive – Image Light Amplifier);
  • videoproiettore SXRD (acronimo di Silicon X-tal Reflective Display).

Vantaggi e Svantaggi delle varie tecnologie

video-proiettore-

Ognuna delle tecnologie sopraelencate presenta vantaggi e svantaggi nella riproduzione dell’immagine.

Vediamo insieme quali sono.

  1. Nella tecnologia a LCD, i pixel appaiono sullo schermo separati l’uno dall’altro da un reticolo che, per quanto sottile, può risultare comunque visibile al di sotto di una certa distanza dell’osservatore dallo schermo, per cui le immagine non risultano essere nitide e si ha il c.d.  screendoor effect.
  2. Nella tecnologia Digital Light Processing (DLP), un osservatore particolarmente sensibile può osservare, nello spostare rapidamente lo sguardo da un punto all’altro dell’immagine, il cosiddetto effetto arcobaleno (rainbow effect), per cui i bordi di oggetti particolarmente contrastati appaiono, anziché netti, “sfumare” tra i colori dell’arcobaleno (o, più precisamente, tra i tre colori primari). Questo effetto dipende in gran parte dalla velocità delle ruote di colore usate nei proiettori DLP: per velocità oltre i 5x pare che nemmeno gli osservatori più sensibili osservino questo effetto. Tale effetto non risulta invece presente nei DLP a tre chip, che risultano però molto più costosi e ingombranti dei comuni DLP a singolo chip. Inoltre, anche se in misura minore rispetto agli LCD, anche i DLP soffrono lo screendoor effect.
  3. I proiettori di tipo CRT, essendo composti da tre tubi catodici distinti, uno per ogni colore primario, risultano molto pesanti e ingombranti anche se danno delle buone imagino e scorrimenti delle stesse.

Consigli all’acquisto di un videoproiettore

video-proiettori.

Tutto dipende dall’uso che ne dovete fare e dal budget disponibile.

Se il videoproiettore deve essere usato anche per presentazioni da PC, allora deve essere essenzialmente un HD-ready (ossia deve corrispondere ad una risoluzione di 1280×720 pixel) in modo che il desktop del computer sia raffigurato con dovizia di dettagli.

Tutti i videoproiettori a definizione standard (852×480) vanno bene per i film (anche se c’è una piccola perdita di dettaglio per i DVD), ma non per le presentazioni da PC, perché la risoluzione è troppo bassa e le scritte sul desktop risulterebbero troppo sfocate. Detto questo, resta il problema del budget.

I proiettori LCD hanno un costo maggiore rispetto a tutti gli altri anche se c’è da dire che essi,  contenendo tre panneli LCD colorati (uno verde, uno rosso e uno blu) saldati su tre delle sei facce di un prisma dicroico di forma cubica, danno un risultato finale migliore rispetto ai videoproiettori con tecnologia DLP.

Gli LCD si contraddistinguono per avere la funzione del prisma: cioè ricompongono in un unico raggio i fasci di luce provenienti dai singoli panelli dando un risultato migliore. Badate bene che la spesa relativa all’acquisto di un videoproiettore è già di per sé ingente e non va dimenticato che ad esso vanno aggiunti i costi relativi ai vari accessori per godere di filmati e suoni sensazionali. Per cui non avventatevi subito sul primo prodotto in offerta ma valutate bene ogni possibilità.

Un’ultima considerazione economica va fatta per quanto riguarda la manutenzione.

Qualsiasi videoproiettore è dotato di lampade interne che lavorano ad altissima potenza, per cui se non si usa con parsimonia il dispostivo si rischia di dover provvedere troppo spesso alla sostituzione delle lampade, operazione specializzata che può costare dai 300 Euro in su.

Foto: videoproiettori

Filomena Spisso
  • Redattore specializzato in Design
  • Scrittore e Blogger

Google News

Vuoi essere aggiornato sulle ultime tendenze?

Accedi gratuitamente ai nostri video e guide sul fai da te, promozioni e sconti.

Commenti (1): Vedi tutto

  • francesco - - Rispondi

    debbo acquistare un videoproiettore, per proiettare immagini pubblicitarie durante i tornei estivi serali che organizzo con la mia attivita’, magari immagini o video di sponsor e quanto altro. mi serve uno schermo che effettua anche la retroproiazione, deve essere portatile in valigia di dimoensione circa 3×2 metri, possibilmente con cavvalletto e con la possibilita’ di fissaggio a muro
    Esiste una soluzione di questo genere?

Lascia una risposta